800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Prefazione di "Placebo Effect" Libro del Dr. Joe Dispenza

di Joe Dispenza 2 anni fa


Prefazione di "Placebo Effect" Libro del Dr. Joe Dispenza

Leggi in anteprima le pagine iniziali del libro "Placebo Effect" scritto dal Dr. Joe Dispenza

Come la maggior parte dei suoi fan, attendo le riflessioni provocatorie di Joe Dispenza con piacere e impazienza.

Combinando valide prove scientifiche con intuizioni stimolanti, Joe allarga gli orizzonti del possibile estendendo i confini di ciò che conosciamo. Prende la scienza più seriamente della maggior parte degli scienziati e, in questo libro affascinante, porta alla loro logica conclusione le più recenti scoperte nel campo dell'epigenetica, della plasticità neurale e della psiconeuroimmunologia.

Si tratta di una conclusione straordinaria: ogni essere umano plasma il proprio cervello e il proprio corpo attraverso i pensieri che formula, le emozioni che prova, le intenzioni che ha e gli stati trascendentali che sperimenta.

Placebo Effect ti invita a sfruttare questo concetto per creare un nuovo corpo e una nuova vita.

Non si tratta di un'impresa sovrannaturale. Joe chiarisce tutti i nessi della catena di causalità che parte da un pensiero e si conclude con un fatto biologico, come l'aumento del numero di cellule staminali o di molecole proteiche immunizzanti nel flusso sanguigno.

Il libro inizia con il racconto dell'incidente che gli provocò la frattura di sei vertebre. All'improvviso, in extremis, dovette mettere in pratica la sua teoria: il corpo possiede un'intelligenza innata, dotata di un miracoloso potere di guarigione. La sua disciplina nel visualizzare il processo di ricostruzione della colonna vertebrale è di per sé un esempio di determinazione capace di ispirare tutti noi.

Siamo tutti colpiti da storie di remissione spontanea e guarigioni "miracolose", ma quello che Joe ci mostra in questo libro è che ognuno di noi può sperimentare questi miracoli di guarigione. Il rinnovamento è insito nella natura del corpo umano, mentre la degenerazione e la malattia sono l'eccezione, non la norma.

Dopo aver capito come si rinnova il nostro corpo, possiamo iniziare a sfruttare in modo intenzionale questi processi fisiologici, governando gli ormoni che le cellule sintetizzano, le proteine che costruiscono, i neurotrasmettitori che producono e i percorsi neurali attraverso i quali inviano segnali.

Anziché avere un'anatomia statica, il nostro corpo è in perenne fermento e trasformazione, attimo dopo attimo. I nostri cervelli sono molto attivi: creano e distruggono un'infinità di connessioni neurali al secondo. Joe ci insegna che possiamo guidare questo processo attraverso l'intenzione, assumendo il ruolo attivo del conducente del veicolo, anziché quello passivo del passeggero.

La scoperta che il numero di connessioni in un fascio neurale può raddoppiare, se sottoposto a ripetuta stimolazione, ha rivoluzionato la biologia negli anni Novanta, tanto che il suo scopritore, il neuropsichiatra Eric Kandel, ha vinto il premio Nobel. In seguito, Kandel ha scoperto che, se non vengono usate, le connessioni neurali cominciano a ridursi in appena tre settimane. In questo modo, possiamo rimodellare il cervello tramite i segnali che veicoliamo attraverso la rete neurale.

Nello stesso decennio in cui Kandel e altri misuravano la neuroplasticità, altri scienziati scoprirono che tra i nostri geni, solo pochi sono statici. La maggior parte (le stime variano dal 75 all'85 per cento) viene disattivata e attivata da segnali provenienti dall'ambiente, compreso quello costituito dai pensieri, dalle convinzioni e dalle emozioni che coltiviamo nel cervello. Una particolare classe di questi geni, i geni primari rapidi (IEG), impiega solo tre secondi per raggiungere il picco dell'espressione. Gli IEG spesso sono geni regolatori, che controllano l'espressione di centinaia di altri geni e di migliaia di altre proteine in punti remoti del corpo.

Questo tipo di cambiamento rapido e pervasivo offre una spiegazione plausibile ad alcune delle guarigioni radicali riportate in queste pagine.

Joe è uno dei pochi scrittori scientifici a cogliere appieno il ruolo delle emozioni nel processo di trasformazione.

Le emozioni negative possono provocare alti livelli di ormoni dello stress, come il cortisolo e l'adrenalina, causando una vera e propria dipendenza. Sia gli ormoni dello stress sia quelli del benessere, come il DHEA (deidroepiandrosterone) e l'ossitocina, hanno dei valori di riferimento, il che spiega come mai ci sentiamo a disagio quando formuliamo pensieri o convinzioni che spingono il nostro equilibrio ormonale al di fuori della zona di comfort.

Questo concetto è l'ultima frontiera della comprensione scientifica delle dipendenze e delle voglie.

Cambiando stato d'animo, possiamo modificare la realtà esterna.

Joe spiega benissimo la catena di eventi innescata da intenzioni che hanno origine nel lobo frontale del cervello e che poi si trasformano in messaggeri chimici, chiamati neuropeptidi, che inviano segnali in tutto il corpo, attivando e disattivando gli interruttori genetici. Alcune di queste sostanze chimiche, come l'ossitocina, "l'ormone delle coccole" che viene stimolato con il tatto, sono associate a sentimenti di amore e fiducia.

Con la pratica, puoi imparare a modificare rapidamente i valori limite di riferimento degli ormoni dello stress e di quelli della guarigione.

Di primo acchito, l'idea che possiamo guarire noi stessi semplicemente traducendo i pensieri in emozioni può sembrare incredibile. Nemmeno Joe si aspettava i risultati che ha riscontrato nei partecipanti ai suoi seminari, quando queste idee venivano applicate alla perfezione: remissione spontanea di tumori, pazienti costretti su una sedia a rotelle che ricominciavano a camminare ed emicranie che scomparivano.

Con la gioia sincera e l'apertura mentale di un bambino che sperimenta un nuovo gioco, Joe ha cominciato a spingersi oltre, chiedendosi quanto sarebbe stata rapida la guarigione radicale se la gente avesse applicato l'effetto placebo del corpo con assoluta convinzione.

Perciò, il titolo Placebo Effect riflette il fatto che sono i tuoi pensieri, le tue emozioni e le tue convinzioni a generare catene di eventi fisiologici all'interno del tuo corpo.

Alcuni passaggi del libro potrebbero indisporti, ma continua a leggere. Se provi disagio è solo perché il tuo vecchio io si oppone all'inevitabile cambiamento trasformativo e i valori ormonali di riferimento vengono smossi. Joe ci assicura che la sensazione di disagio è spesso l'effetto biologico del dissolvimento del vecchio io.

La maggior parte di noi non ha il tempo o la voglia di studiare questi processi biologici complessi. Ed è proprio in questo caso che il libro diventa indispensabile: Joe scava in profondità nella scienza che sta dietro a questi cambiamenti per presentarli in modo comprensibile e facile da assimilare. Ci illustra i retroscena con spiegazioni semplici ed eleganti. Utilizzando analogie e casistiche, dimostra esattamente come possiamo applicare queste scoperte alla vita quotidiana, e illustra i clamorosi miglioramenti di salute che sperimenta chi li prende sul serio.

Una nuova generazione di ricercatori ha coniato un termine per la pratica delineata da Joe: neuroplasticità autodiretta.

L'idea alla base del termine è che siamo noi a guidare la formazione di nuovi percorsi neurali e la distruzione di quelli vecchi attraverso la qualità delle esperienze che viviamo. Credo che la neuroplasticità autodiretta diventerà uno dei concetti più potenti nella trasformazione personale e nella neurobiologia della prossima generazione, e questo libro è un precursore di tale movimento.

Nella Parte II di questo libro, i principi metafisici si concretizzano negli esercizi di meditazione. Puoi svolgerli da solo, sperimentando personalmente l'ampliamento delle possibilità a tua disposizione quando agisci da placebo per te stesso.

L'obiettivo è cambiare a livello biologico le tue convinzioni e percezioni riguardo alla vita, affinché tu giunga ad amare un nuovo futuro e a renderlo materialmente e concretamente esistente.

Perciò comincia questo viaggio affascinante che amplierà gli orizzonti delle tue possibilità e ti incoraggerà a scegliere un livello di guarigione molto più elevato. Non hai nulla da perdere se ti lanci con entusiasmo nel processo e ti sbarazzi dei pensieri, dei sentimenti e dei valori biologici che finora ti hanno limitato. Se credi nella capacità di realizzare il tuo massimo potenziale e di agire in modo ispirato, diventerai il placebo che crea un futuro felice e sano per te e per il nostro Pianeta.

Dawson Church

Autore di Medicina epigenetica.
Felicità e salute attraverso la trasformazione consapevole del DNA.

Ti consigliamo...


Joe Dispenza

Joe Dispenza è considerato uno dei maggiori esperti sul cervello a livello mondiale. All’età di ventitre anni, durante una gara di triathlon, un’auto investì Dispenza provocandogli fratture vertebrali multiple. Diversi medici dissero che la sua unica speranza di ricominciare a camminare...
Leggi di più...

Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Prefazione di "Placebo Effect" Libro del Dr. Joe Dispenza

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste