800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Prefazione di "Kriya Yoga" Libro di Jayadev Jaerschky

di Jayadev Jaerschky 2 anni fa


Prefazione di "Kriya Yoga" Libro di Jayadev Jaerschky

Jyotish Novak e Antonio Nuzzo presenta "Kriya Yoga", il libro che ti permetterà di controllare l'energia della tua mente!

Prefazione di Nayaswami Jyotish

Ci sono eventi storici che, pur essendo destinati a cambiare il mondo, inizialmente potrebbero passare quasi inosservati o essere considerati di scarsa importanza.

La ruota, ad esempio, svolge da millenni un ruolo fondamentale nella vita dell’uomo ed è universalmente riconosciuta come una delle più importanti invenzioni di tutti i tempi, eppure nell’America centrale era usata soltanto come giocattolo!

Dove possiamo trovare, nella nostra epoca, scoperte capaci di trasformare il mondo?

Alcune giungeranno dalla scienza e dalla tecnologia.

La nostra vita è già più sana, più efficiente e più connessa che mai.

Tuttavia, siamo più felici?

La vera frontiera, oggi, non è rappresentata dalla scienza o dalla tecnologia, ma dalla scienza della coscienza. Fortunatamente, non dobbiamo “reinventare la ruota” nell’ambito della coscienza: essa è già stata esplorata da migliaia di anni, anche se molte delle scoperte più profonde sono rimaste celate alle masse.

Poco più di un secolo fa, il Kriya Yoga era noto soltanto a un piccolo gruppo di maestri dello yoga. Poi il grande santo Lahiri Mahasaya ebbe un memorabile incontro con il grande maestro Babaji, sulle pendici dell’Himalaya, e in quell’occasione la scienza segreta del Kriya fu rivelata al mondo. Dapprincipio si diffuse lentamente, in India, nell’ambito di una piccola cerchia di yogi profondamente votati alla ricerca spirituale. Poi, a partire dagli anni Venti, grazie a Paramhansa Yogananda il Kriya fu introdotto in Occidente. Oggi milioni di persone, in ogni angolo del pianeta, praticano questa sacra tecnica nelle loro meditazioni quotidiane.

Davanti ai nostri occhi, sta avvenendo una vera e propria rivoluzione della coscienza.

Paramhansa Yogananda ha concluso il suo classico spirituale, Autobiografia di uno yogi, con queste parole: «Signore, hai dato a questo monaco una grande famiglia!».

La grande famiglia dei kriya yogi si è ormai diffusa letteralmente in ogni nazione della Terra e continuerà ad espandersi. Perché?

Perché il Kriya funziona!

È una tecnica spirituale straordinariamente adatta all’epoca moderna.

Nella Bibbia leggiamo: «Fermatevi e riconoscete che Io sono Dio» (Salmi 46,10, edizione Nuova Diodati). Per oltre duemila anni, queste parole hanno rappresentato una sfida e un enigma per i sinceri ricercatori spirituali. Che cosa significa «Fermatevi»? Supponiamo che significhi non soltanto fermare il corpo, ma anche la mente: come si possono acquietare i pensieri, perennemente irrequieti? Solo controllando quelle forze che, in primo luogo, attivano la mente.

Il Kriya Yoga ha un ruolo centrale nella scienza del controllo dell’energia, che consente alla mente di divenire sempre più concentrata e tranquilla. La conseguente immobilità è la porta verso una coscienza espansa e, quindi, verso la più alta felicità.

Coloro che desiderano sperimentare gli stati di coscienza più elevati hanno finalmente a disposizione una tecnica chiara e facile da praticare, che può aiutarli nei loro sforzi.

Anche se esistono diverse linee spirituali che insegnano il Kriya Yoga, la pratica è sostanzialmente simile, con varianti minime. Fondamentalmente, il Kriya utilizza il respiro per controllare il flusso dell’energia sottile, o prana. Ritirando il prana dal corpo e dai sensi, è possibile sperimentare stati di coscienza più espansi.

In questo libro, Jayadev Jaerschky ci presenta una panoramica di molti aspetti del Kriya Yoga: dalla sua storia e dal suo scopo a come prepararsi all’iniziazione. Jayadev è più che qualificato per farlo, poiché ha praticato e insegnato la meditazione per tutta la sua vita adulta e fa parte di un piccolo gruppo di persone, in tutto il mondo, autorizzate a trasmettere l’iniziazione al Kriya.

Per tutti coloro che desiderano esplorare il Kriya Yoga, questo libro rappresenterà una perfetta introduzione. A coloro che già praticano il Kriya, offrirà una miniera di informazioni e ispirazione. Un libro per tutti, con uno spirito universale. Nel futuro, tra qualche centinaia di anni, gli storici studieranno la nostra epoca e diranno: «Ah, sì, è in quegli anni che si è diffuso il Kriya Yoga e l’umanità ha fatto un enorme passo avanti nell’evoluzione della coscienza!».

Nayaswami Jyotish
Direttore spirituale di Ananda Sangha Worldwide

Prefazione di Antonio Nuzzo

Oggi, all’inizio del terzo millennio, si dà grande valore all’azione e al risultato come unici elementi degni di rilievo che assicurano successo, ricchezza e benessere.

Spesso anche nello yoga moderno si assiste a una trasposizione di questi valori, non di rado attraverso l’accorpamento di azioni fisiche di diverse tradizioni, per ottenere un prodotto nuovo, di ultima generazione, che sia garanzia di successo e di popolarità. Spesso le proposte sembrano innovative, cariche di aspettative, esplodono sul mercato e possono riuscire in breve tempo a raccogliere innumerevoli seguaci.

È un fenomeno simile a una bolla di sapone che cresce rapidamente, ma rischia di esplodere e disintegrarsi in un solo attimo.

Tanti metodi in passato hanno registrato questi exploit, ma purtroppo, a distanza di pochi anni, in genere subiscono un’implosione che ne annuncia immancabilmente il declino insieme al lancio di una nuova proposta, per l’appunto, “di ultima generazione”: è un processo ciclico. Sicuramente oggi si pensa che il nuovo, come nella tecnologia, sia molto meglio del vecchio.

Ma c’è un’eccezione a questa legge e questa è rappresentata dallo yoga tradizionale, che sancisce un valore assoluto, quello legato a un lignaggio che affonda le sue radici nel passato e che si perpetua nel tempo superando addirittura secoli di storia, ma con la caratteristica di rimanere sempre attuale e di non lasciarsi mai influenzare dalle mode, dalle civiltà, dalle epoche e dalle culture e che soprattutto porta con sé un bagaglio di sperimentazione formatosi non in pochi decenni ma nel corso di migliaia di anni, che offre una vera garanzia di successo e di efficacia.

Quest’opera descrive con grande cura uno degli insegnamenti più antichi e più segreti della storia dello yoga: il Kriya Yoga.

Pur appartenendo a una tradizione antichissima, che affonda le sue radici nella notte dei tempi, esso è ancora fonte di nutrimento per l’uomo moderno che ha a cuore lo sviluppo della propria coscienza. La tradizione del Kriya Yoga è così remota da ricondurci addirittura agli insegnamenti dei Grandi maestri dell’Antichità, come il Mahavatar Babaji, Lahiri Mahasaya, Sri Yukteswar, Paramhansa Yogananda e il suo diretto discepolo, Swami Kriyananda.

Oggi Kriyacharya Jayadev Jaerschky, ultimo erede spirituale di un’illuminata tradizione, tenuta un tempo assolutamente segreta e diffusa solo in cerchie molto ristrette di discepoli devoti, ce la trasmette con grande cura e precisione, facendone l’argomento principale del presente libro.

Antonio Nuzzo
Fondatore della Federazione Italiana Yoga e di Advaita Yoga Sangha, insegnante di yoga

Ti consigliamo...


Discepolo di Paramhansa Yogananda attraverso Swami Kriyananda, è uno dei principali insegnanti di yoga, meditazione e filosofia di Ananda. Pratica lo Yoga e la meditazione dall'età di 15 anni e risiede nel centro Ananda nei pressi di Assisi dal 1989. Ha insegnato in molti paesi europei e anche...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Prefazione di "Kriya Yoga" Libro di Jayadev Jaerschky

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste