800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Prefazione del libro "La Scienza del Diventare Ricchi"

  2 anni fa


Prefazione del libro "La Scienza del Diventare Ricchi"

Pioniere della Nuova Era

Per quanto ancora poco conosciuto a livello internazionale, Wallace Delois Wattles è un autore di importanza fondamentale per gli sviluppi di quella che oggi chiamiamo Nuova Era, insieme ad altri personaggi più noti come, per esempio, Charles Fillmore, Emilie Cady e soprattutto Florence Shinn.

Come tutti i nomi citati, infatti, anche Wattles è riconducibile a un gruppo di Chiese non confessionali americane operanti sin dalla fine dell’800, che fanno tutt’ora capo, a livello americano ma anche mondiale, alla International New Thought Alliance, l’Alleanza Internazionale del Nuovo Pensiero.

La loro dottrina – il New Thought (nuovo pensiero), appunto – è stata definita “misticismo pratico”, in quanto basata sul presupposto che il “Regno dei Cieli” non si raggiunge dopo la morte, bensì nel “qui e ora”, perché si trova dentro ognuno di noi.
L'uomo, dunque, ha il compito di creare in Terra il suo paradiso, fatto non solo di cose “spirituali”, ma anche di cose “materiali”, come la salute e la ricchezza, che non sono distinte dalla vera spiritualità, ma anzi ne costituiscono l’espressione tangibile.

In questa visione del Cristianesimo si riconciliano, dunque, termini generalmente considerati opposti come spiritualità e senso pratico, ma anche religione e scienza.
Non a caso, i rami più importanti del New Thought sono rappresentati da Chiese chiamate Christian Science, Science of Mind, Divine Science e Religious Science, ma anche la Unity Church of Christianity, forse la più seguita, che è stata fondata da Charles Fillmore (1854-1948), insieme alla moglie Myrtle, per dimostrare che i veri princìpi del Cristianesimo costituiscono una scienza esatta, in armonia con le scoperte della nuova fisica quantistica.

Phineas P. Quimby (1802-1866), considerato l’ispiratore di tutto il movimento New Thought, applicò tali princìpi alla guarigione dalle malattie (era, in effetti, soprattutto un guaritore), ma i suoi successori hanno allargato il campo ai problemi di rapporti interpersonali e, come nel caso di Wattles, a quelli determinati dalla mancanza di denaro.

Questi ultimi, in particolare, sono considerati illusori, ossia creati, come qualsiasi forma di “male” o di penuria, dalla paura, dalla convinzione che non ci sia abbastanza ricchezza per tutti. In realtà la ricchezza, come ogni altra cosa, ha origine in Dio che, per sua natura, non può che dare in abbondanza.
Come vedrete leggendolo, si tratta proprio dei princìpi su cui si fonda questo libro.

La vita di Wallace D. Wattles

Tornando a Wallace D. Wattles, poco si sa, in effetti, della sua vita.

Nato negli Stati Uniti poco dopo la guerra di secessione, si dice che abbia sperimentato, in gioventù, molti fallimenti, soprattutto a livello economico.
Furono probabilmente anche questi fallimenti che lo spinsero, anni più tardi, a studiare le varie filosofie e religioni del mondo occidentale. Lesse con passione soprattutto i libri di Descartes, Spinosa, Leibniz, Schopenhauer, Hegel ed Emerson (ossia proprio i grandi pensatori a cui lo stesso Wattles attribuisce i fondamenti filosofici del suo libro), nonché i testi dei già citati fondatori dell’allora nascente movimento New Thought.

Agli appassionati studi Wattles, persona assai concreta, fece seguire un periodo d’intensa sperimentazione pratica delle idee studiate, che gli permise di scoprirne in prima persona la veridicità, facendogli raggiungere, tra l’altro, un considerevole livello di benessere economico.

Negli ultimi anni della sua vita, libero appunto da preoccupazioni di carattere finanziario, Wattles si dedicò soprattutto alla scrittura di libri in grado di guidare i lettori all’applicazione pratica dei princìpi da lui messi a punto e verificati.

Come ricorda sua figlia Florence, «Mio padre scriveva quasi costantemente. E quando non scriveva, attraverso una tecnica di visualizzazione creativa, si formava un’immagine di sé come scrittore di successo, immagine che lui riteneva essenziale al raggiungimento effettivo del suo scopo. La cosa bella di mio padre è che viveva realmente ogni pagina che scriveva.
La sua fu davvero una vita di potere».

Tra i libri scritti da Wattles, ricordiamo Health Through New Thought and Fasting (La salute attraverso il New Thought e il digiuno), The Science of Being Well (La Scienza dello star bene) e il  romanzo Hellfire Harrison, anche se la sua opera più importante rimane comunque quella che vi presentiamo qui per la prima volta in lingua italiana, ossia La Scienza del diventare ricchi (The Science of Getting Rich).

Wallace Wattles morì poco dopo la prima pubblicazione di questo libro negli Stati Uniti, avvenuta nel 1910, ma proprio attraverso di esso fondamentale è rimasta l’influenza delle sue idee sulla letteratura New Age e motivazionale degli ultimi cent’anni, come ben sanno autori acclamati come Napoleon Hill, Robert Schuller e il celeberrimo Anthony Robbins.

Paradossalmente, i libri di questi autori hanno avuto più successo di quello di Wattles, al quale tutti si sono ispirati. È anche quindi, in un certo senso, per rendere giustizia a questo autore geniale e rivoluzionario, ispiratore di tanti suoi “successori”, che abbiamo voluto contribuire a diffondere il suo capolavoro.

Con l’augurio, naturalmente, che possiate trarre benefici concreti dalla sua lettura, ottenendo quella vita di prosperità che tutti meritiamo.

Giampiero Cara e Annalisa Antodicola,
giugno 2002

Ti consigliamo...


Non ci sono ancora commenti su Prefazione del libro "La Scienza del Diventare Ricchi"

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste