800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Pianificare un orto in casa - Estratto da "Orto Facile per Tutti"

di Richard Bird 5 mesi fa


Pianificare un orto in casa - Estratto da "Orto Facile per Tutti"

Leggi in anteprima un estratto dal libro di Richard Bird e scopri come realizzare un angolo verde a casa tua in modo facile e a prova di principiante

Ci sono diversi fattori da tenere in considerazione quando si pianifica l'organizzazione generale di un orto-giardino. Molti di questi fattori sono legati a problemi specifici e verranno trattati più avanti nel dettaglio, ma sono menzionati qui in un contesto generale.

Indice dei contenuti:

Cosa volete?

La priorità principale è stabilire cosa desiderate. Volete un orticello produttivo che fornisca cibo per una famiglia numerosa oppure un buon numero di prodotti da vendere?

In quest'ultimo caso, probabilmente pianterete le diverse varietà di verdura in blocco, riducendo la possibilità di disegni elaborati. Se, invece, pensate anche all'elemento decorativo e mettete il raccolto in secondo piano, dovrete adottare un diverso approccio per la disposizione del vostro orto.

Cosa volete piantare? Volete coltivare anche frutta ed erbe aromatiche? Questo tipo di decisioni influenzerà lo spazio e l'utilizzo che ne farete.

Volete una serra? Se sì, sarà all'interno del giardino o messa in un angolo in disparte, lontano dalla vista? Cosa farete con la rimessa degli attrezzi, i bidoni del compost e le serre a cassetta?

Chi vuole un orto funzionale dovrà posizionare questi elementi dove sono più comodi. Chi vuole un orto ornamentale potrebbe considerare che queste strutture risultano fastidiose alla vista e che sarebbe meglio nasconderle in una zona separata, magari dietro una siepe.

Quanto tempo?

Se realizzato correttamente, un orto, per quanto piccolo, richiede un'enorme quantità di tempo. Potrebbe non comportare alcun problema se avete qualcuno che vi aiuta; se, invece, lavorate da soli, durante il fine settimana per esempio, potreste scoprire che vi rimane poco tempo nei momenti critici, quando si verificano due fine settimana di pioggia seguiti da uno in cui siete lontani da casa.

In altre parole, progettate il giardino in base al tempo che avete a disposizione. Un grande orto lasciato a se stesso per mancanza di tempo è uno spettacolo triste.

Quanto spazio?

Lo spazio da dedicare alle verdure potrebbe non essere in discussione, nel caso in cui dovesse essere limitato dalla superficie effettivamente disponibile. Cercate di non affollare uno spazio piccolo con troppe cose, e ricordate che parte dello spazio va riservato al vostro passaggio tra le piante per poterle accudire.

Lo spazio è adeguato?

E' importante considerare se lo spazio che intendete impiegare è adatto alla crescita dei vegetali o se sia il caso di modificare il progetto dell'orto per sistemare alcune zone problematiche. Per esempio, non e adeguato far crescere le verdure sotto gli alberi o nelle aree paludose.

Ovviamente è possibile eliminare, almeno in parte, gli alberi e l'ombra che proiettano, ma potrebbe risultare costoso o sgradevole. Un terreno umido può essere drenato, ma, anche in questo caso, potrebbe essere un'operazione costosa, mentre sarebbe più idoneo trasformare quella zona del giardino in un vero e proprio stagno.

Organizzare gli ortaggi

Strutture permanenti

La prima considerazione da fare è la posizione degli elementi permanenti come le serre, le serre a cassetta, i depositi degli attrezzi e i bidoni del compost. Le serre richiedono molta luce e dovrebbero trovarsi al riparo dai venti freddi. Dovrebbero anche essere posizionate nei pressi della casa, perché spesso vanno controllate, in inverno e di notte. Stesso discorso vale per le serre a cassetta.

La rimessa degli attrezzi e i bidoni del compost possono trovarsi più o meno ovunque, ma non troppo lontano. Se il bidone del compost è troppo distante, potreste avere la tentazione di lasciare le verdure marce in giro, anziché ripulire.

Tutte le strutture hanno bisogno di percorsi di accesso che ne vincolano la posizione. Un bidone del compost posto nell'angolo più lontano dell'orto può riempire lo spazio, ma è inutile se per raggiungerlo dovete scavalcare Torto. Costruire un sentiero apposito, di contro, vi priverà di spazio utile.

Progettare le aiuole

Il posizionamento delle aiuole ha la priorità sulle altre decisioni da prendere. La pratica varia enormemente in base alla forma e ai metodi impiegati. Quasi tutti preferiscono ampie aiuole rettangolari larghe 3,6 m e lunghe quanto lo spazio disponibile nel giardino, ti consueto trovare due aiuole con un sentiero al centro.

In queste due aiuole gli ortaggi sono distribuiti in file, con stretti sentieri temporanei tra ogni fila.

Recentemente è stato reintrodotto un diverso sistema, che era caduto in disuso: zolle profonde, larghe appena 1,2 m. Si può facilmente sovrapporre queste zolle al vecchio sistema, dividendo il lotto in zolle da 1,2 \ 3,6 m. La larghezza di 1,2 m permette di raggiungere l'intera zolla da entrambi i lati. Queste aiuole ridotte presentano su ogni lato dei sentieri permanenti che possono anche essere lastricati.

Piante perenni

La maggior parte delle piante dell orto viene piantata e sostituita su base annuale, ma molte di queste restano nella stessa posizione per diversi anni, a volte anche molti. Ortaggi come rabarbaro, carciofi e asparagi necessitano di una base permanente.

La maggior parte dei frutti è permanente, o deve essere spostata a intervalli regolari di anni. Gli alberi da frutto, in particolare, rappresentano delle aggiunte a lungo termine nel giardino. Queste piante di solito sono riunite insieme, in parte per comodità e in parte perché, in questo modo, per essere protette dagli uccelli vengono coperte da un unica rete.

Sentieri

I sentieri, in un orto produttivo, vengono pensati più per la funzione di accesso che per l'aspetto decorativo.

Frutta e ortaggi ornamentali

Ortaggi decorativi

Alcuni ortaggi sembrano stati creati per essere inseriti in progetti ornamentali. La bietola a costa rossa ne è un esempio perfetto. Oltre a essere ottima in cucina, le toglie violacee e la costa rossa la rendono ideale per le bordure, soprattutto nei punti in cui serve un tocco di colore. Anche le barbabietole, benché meno cariche di colore, possono essere usate per lo stesso scopo.

Le piante rampicanti, per esempio i fagioli, i piselli, le zucchine e le zucche, possono essere usate per coperture verdi e pergolati. Le colorate zucche e le zucchine che penzolano da una pergola creano uno scenario interessante e un po' insolito.

Frutta ornamentale

La frutta è anche più adattabile degli ortaggi. Meli e prugni possono offrire un'ombra perfetta sotto cui riposarsi o da destinare alle piante che non amano la luce diretta. Possono crescere addossati ai muri in formazione a ventaglio, a cordone e a spalliera, dove realizzano disegni bidimensionali che risultano ancora più belli di quelli ottenuti dai rampicanti. Oltre alla forma, poi, ci sono i fiori e i frutti di cui godere, e le foglie di alcune varietà di pera sono bellissime in autunno.

I muri non rappresentano l'unico modo per esporre un albero da frutto potato a dovere. Con gli alberi da frutto potete decorare archi e pergole. Anche l'uva può essere impiegata in questo modo, anziché essere disposta sui filari tradizionali.

Alcuni arbusti, per esempio il ribes rosso e l'uva spina in particolare, possono essere coltivati in forma di albero vero e proprio (hanno cioè un tronco sottile e senza rami con il "cespuglio" in cima). Sono particolarmente belli nelle bordure, e nelle aiuole soprattutto se posti al centro. Ovviamente rendono al massimo quando sono carichi di frutti.

Anche le fragole possono essere usate come ornamento. Le fragoline di bosco sono ottime piante per le bordure. Una singola fila tra la siepe e il sentiero, per esempio, può risultare molto efficace, soprattutto perché questa pianta presenta un lungo periodo di fioritura. Funzionano bene anche sul bordo degli orti aromatici, ma possono essere sfruttate in qualunque tipo di bordura.

Erbe aromatiche ornamentali

Anche se è possibile tenerle tutte insieme in un giardino separato, le piante aromatiche tendono a diffondersi nelle bordure dell'intero giardino. Gli arbusti, come il rosmarino, il timo e la salvia, hanno un'ovvia funzione ornamentale, così come anche molte altre varietà. Le sottili foglie dell'erba cipollina, per esempio, creano un piacevole contrasto con la forma dell'Hosta, e sono ottime per segnare i bordi dei sentieri. Le foglie sfrangiate del prezzemolo possono essere impiegate allo stesso modo.

Molte erbe aromatiche si coltivano a scopi ornamentali per i loro fiori, anziché per le foglie. Le foglie del bergamotto (Monarda), per esempio, si usano come erba aromatica, ma i fiori, di un ricco color rosso, sono decisamente decorativi e rendono questa pianta ottima per le bordure.

Orto Facile per Tutti

Una guida pratica e completa per creare il vostro orto, dalla progettazione al raccolto

Richard Bird

Le tecniche, la rotazione delle colture, i problemi climatici, insomma tutto ciò che ti serve sapere per creare il tuo orto in giardino. Una guida pratica e completa all'arte dell'orto domestico e delle erbe aromatiche, a...

€ 10,00 € 8,50 -15,00%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Richard Bird

Richard Bird, giardiniere fin da giovanissimo, ha diretto numerore riviste specializzate in giardinaggio, tra cui la sezione Piante di Focus. Su argomenti inerenti piante e giardini ha scritto circa trenta libri.
Leggi di più...

Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Pianificare un orto in casa - Estratto da "Orto Facile per Tutti"

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste