Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Panchakarma: puri per essere felici

di Swami Joythimayananda 2 anni fa



Swami Joythimayananda ci spiega il Panchakarma: cos'è e dove può essere praticato in Italia

Il Panchakarma è il trattamento principe praticato in Ayurveda, plurimillenaria disciplina che mira a mantenere e favorire il complesso equilibrio tra corpo, mente e spirito.

Lo scopo principale di questa pratica è una purificazione globale della persona, secondo l'Ayurveda la purificazione del corpo dalle tossine è infatti il primo passo da compiere per un completo raggiungimento del benessere psico-fisico, a garanzia della longevità e dell'armonia tra corpo e spirito: non semplicemente il corpo, ma anche mente, emozioni e anima vivono l'esperienza di un profondo rinnovamento attraverso il Panchakarma.

La persona ha così l'opportunità di ritrovare gioia, purezza e amore, per se stessa e per gli altri.

I trattamenti specifici eseguiti durante il Panchakarma consentono infatti di rallentare l'invecchiamento delle cellule, di rendere i sensi più acuti e penetranti, di aumentare energia e vitalità e di potenziare la memoria.

In sanscrito panchakarma significa "cinque azioni", questo trattamento disintossicante è infatti basato su cinque principali trattamenti purificanti, che hanno il compito di eliminare le tossine, cioè i Dosha in eccesso o viziati:

  • Vamana (vomito terapeutico, che elimina l'eccesso di Kapa e riequilibra il sistema digestivo),
  • Virechana (eliminazione dell'eccesso di Pita attraverso il canale inferiore grazie alla purga, che ha l'effetto di purificare gli organi addominali),
  • Basti (clistere a base di olio – oppure di decotti – in grado di equilibrare Vata, correggendo e fortificando la zona del colon),
  • Nasya (pulizia delle vie nasali, che equilibra Vata, Pita o Kapa a seconda del medicamento usato),
  • Rakta Moksha (originaria pratica del salasso, attualmente non più praticata, che aveva la funzione di eliminare le tossine presenti nel sangue).

L'insieme di queste cinque azioni è denominata pradanakarma.

Un'altra parte importante del trattamento è purvakarma, una pratica che permette di incanalare le tossine nel tubo digerente e comprende tre azioni:

  • Pachana (assunzione di cibi particolari per aumentare il potere degli enzimi e per aggravare e accumulare i Dosha, in modo che questi possano essere successivamente eliminati),
  • Snehana (lubrificazione del corpo attraverso l‛assunzione di cibi oleosi e attraverso il massaggio ayurvedico Abyangam, eseguito con olii medicati caldi),
  • Swedana (utilizzo della sauna per permettere al corpo di sudare grazie al caldo secco, successiva applicazione di impacchi di erbe o di riso medicati e bagno caldo finale).

L'ultima parte del Panchakarma viene chiamata samsarjana karma, e consiste in una serie di trattamenti di supporto che prevede l'assunzione di preparati ayurvedici che hanno un'azione ringiovanente.

Al termine del Panchakarma vengono poi effettuate terapie personalizzate, in base a problematiche specifiche e alla propria individualità. Tra queste:

  • Mardana (massaggi secondo la propria costituzione),
  • Sirodhara (colata prolungata di olio caldo medicato sulla fronte, equilibra il sistema nervoso e la mente),
  • Siro basti (impacco di olio medicato sulla testa, equilibra il sistema nervoso e la mente),
  • Hirdu basti (impacco di olio medicato nella zona del petto, migliora il funzionamento del cuore),
  • Kati basti (impacco di olio medicato nella zona lombare, cura problemi articolari, lombosciatalgia, ernia del disco),
  • Pinda swedana (applicazione di un cataplasma caldo-umido su tutto il corpo, migliora i tessuti, in particolare quello muscolare),
  • Othadam (tamponamento con erbe calde e secche su tutto il corpo, allevia dolori muscolari e articolari).

L'Ayurveda consiglia di sottoporsi al Panchakarma ogni anno, poiché questa terapia costituisce il primo passo per prevenire e curare ogni tipo di malattia.

Il trattamento non presenta controindicazioni e vi si può sottoporre chiunque, senza distinzione: persone sane o malate, giovani, adulti o anziani, uomini o donne. In base alla costituzione di ognuno esiste poi un momento maggiormente adatto per suddetta pratica: per Vata è particolarmente indicato l'autunno, per Pita l'estate e per Kapa la primavera.

Sotto la mia guida personale, il Panchakarma viene praticato presso l'Ashram Joytinat di Corinaldo (An) per la durata di sette giorni. Ogni mattina si inizia con la lezione di Yoga e meditazione, poi si procede con le varie pratiche di purificazione previste e con i trattamenti con olii ed erbe medicati.

Il primo giorno mi incontro con ogni singolo paziente per una consulenza individuale, in modo da personalizzare la pratica dei giorni successivi, accompagnata da una dieta specifica, adeguata alla pratica di Panchakarma. Quotidianamente durante il trattamento il paziente partecipa a lezioni collettive nelle quali trasmetto consigli sul giusto regime di vita e una corretta alimentazione, nel rispetto della propria struttura individuale.

Per mettersi in contatto con Swami Joythimayananda e ricevere informazioni sulle consulenze ayurvediche e sul Panchakarma è possibile

  • consultare il sito www.ayurveda-ashram.it
  • telefonare al numero 071 679032

Il maestro Vaidya Swami Joythimayananda, originario del Tamil (India del sud), è considerato un’autorità a livello mondiale nei campi dello Yoga e dell’Ayurveda. Ha appreso l’Ayurveda e la filosofia dello Yoga negli anni del suo lungo apprendistato in India. Ha fondato nel 1972 lo “Yoga...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Prodotti consigliati

Non ci sono ancora commenti su Panchakarma: puri per essere felici

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste