800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Molto più di un mito - Estratto da "Amazzoni"

di Adrienne Mayor 2 mesi fa


Molto più di un mito - Estratto da "Amazzoni"

Leggi in anteprima un estratto dal prologo del libro di Adrienne Mayor e scopri le leggende e la realtà dietro al mito delle donne guerriere

Nel mito greco le Amazzoni erano guerriere spietate provenienti da esotiche terre orientali, coraggiose e abili in battaglia come i più possenti eroi greci.

Indice dei contenuti:

Mito o realtà?

Le Amazzoni erano personaggi di rilievo non solo nella leggendaria guerra di Troia, ma anche nelle cronache della più grande città-stato greca, Atene. I grandi campioni del mito (Ercole, Teseo, Achille) provarono il loro valore vincendo famose regine guerriere con i loro eserciti di donne.

Gloriose battaglie contro le assassine di uomini erano narrate nei racconti orali, scritte nei poemi epici e illustrate all'interno di innumerevoli opere d'arte nel mondo greco-romano. Famosi personaggi storici, fra cui il re Ciro di Persia, Alessandro Magno e il generale romano Pompeo, ebbero a che fare con le Amazzoni.

Gli autori greci e latini non dubitarono mai che nel passato remoto le Amazzoni fossero esistite, e molti raccontavano che nelle terre intorno al mar Nero e più in là abitassero ancora delle donne che vivevano come le Amazzoni. Gli studiosi moderni, d'altro canto, spesso vedono le Amazzoni come figure dell'immaginario greco.

Le Amazzoni esistevano davvero? Anche se è stato a lungo creduto che fossero pura immaginazione, oggi vi sono prove schiaccianti in grado di dimostrare che le tradizioni dei Greci e di altre società antiche sulle Amazzoni derivavano in gran parte da fatti storici.

Fra i popoli di cavalieri nomadi che vivevano nelle steppe, conosciuti ai Greci come "Sciti", le donne vivevano la stessa vita all'aria aperta degli uomini. "Queste tribù guerresche non hanno città né fisse dimore", scriveva uno storico dell'antichità. "Vivono liberi e indomiti, così selvaggi che persino le donne prendono parte alla guerra."

L'archeologia rivela che circa una su tre o quattro donne nomadi delle steppe erano guerriere attive, e venivano sepolte con le loro armi. Il loro stile di vita, così diverso dalla segregazione domestica delle donne greche, conquistò l'immaginazione dei Greci. In Grecia, i soli paralleli nella vita reale erano i rari casi in cui le mogli erano costrette, in assenza dei loro mariti, a difendere le loro famiglie e le città dagli invasori.

Il mito di Atalanta sembra suggerire che una ragazza cresciuta in modo naturale sarebbe diventata un'amazzone. In realtà, "diventare un'amazzone" era possibile solo per quelle ragazze che erano state abituate sin dall'infanzia a cavalcare e scoccare frecce attraverso le steppe.

La combinazione di equitazione e tiro con l'arco unificava i generi e faceva sì che le donne potessero essere veloci e pericolose quanto gli uomini. Che lo scegliessero o fossero costrette dalle circostanze, le donne della Scizia potevano essere cacciatrici e guerriere senza rinunciare alla femminilità, alla compagnia maschile, al sesso e alla maternità.

Nel cuore dei racconti sulle Amazzoni risiede la ricerca universale di equilibrio e armonia tra uomini e donne, esseri al tempo stesso tanto simili quanto diversi. Questa tensione senza tempo aiuta a spiegare perché ci fossero tante storie d'amore sulle donne guerriere quante ve ne fossero di guerra.

Si è pensato a lungo che le Amazzoni, le donne guerriere del mito greco che combatterono Ercole e altri eroi, fossero il frutto dell'immaginazione dei Greci. Al contrario, donne simili alle Amazzoni esistettero realmente, anche se, di certo, i miti erano inventati. La scoperta archeologica di numerosi scheletri di donne che riportano ferite di guerra e sono sepolti accanto a delle armi prova che fra i nomadi delle steppe scite dell'Eurasia le donne guerriere esistettero per davvero.

Un punto di vista non greco

Dunque le Amazzoni erano donne scite, e i Greci lo compresero molto prima della moderna archeologia. I Greci però non furono i soli a raccontare storie di Amazzoni. Le entusiasmanti avventure delle eroine delle steppe non venivano raccontate solo in Grecia, ma presso molte altre culture antiche.

La nostra missione è di separare il mito dai fatti. Scavando a fondo e muovendosi a largo raggio, questo studio, che si propone come la prima antologia completa sulle vite e sulle leggende delle Amazzoni nel mondo antico, esplora la realtà che si cela dietro i racconti, portando alla luce conoscenze nascoste così come le più recenti, sorprendenti scoperte sulle donne guerriere, un tempo mitizzate come Amazzoni.

Come sappiamo per certo che in antichità siano esistite donne simili ad Amazzoni? E vero che le Amazzoni si mutilavano un seno? Le Amazzoni si tatuavano? E com'era la loro vita sessuale? Perché le Amazzoni preferivano i pantaloni alle gonne? Quali erano le armi più letali delle Amazzoni, e che tipo di ferite infliggevano?

In queste pagine si trovano le risposte a queste e ad altre domande, grazie alle fonti antiche e agli ultimi progressi dell'archeologia, della storia, dell'etnologia, della linguistica e della scienza.

Una volta che sapremo come fosse la vita di queste vere donne guerriere, le famose Amazzoni del mito e della leggenda del mondo classico prenderanno vita con nuova, sorprendente chiarezza.

Perché Ercole uccise Ippolita, regina delle Amazzoni, invece di diventare suo amante? Quale fu il fato di Antiope, la sola amazzone che sposò un eroe greco? Perché le Amazzoni invasero Atene e chi vinse quella guerra? In un mondo alternativo, avrebbero potuto Achille e l'amazzone Pentesilea diventare amici? Come fu che un gruppo di Amazzoni salpò alla volta di Roma? Chi era la bellissima regina amazzone che inseguì Alessandro Magno attraverso l'Asia?

La sezione finale presenta le Amazzoni come non si sono mai viste prima, ovvero da un punto di vista non-greco. Invece di sbirciare con occhi greci verso l'Est barbarico, viaggeremo oltre il mondo mediterraneo, intorno ai mari Caspio e Nero, e attraversando steppe, foreste, montagne e deserti conosceremo le storie così come venivano raccontate dagli stessi antichi Sciti e dai loro vicini della Persia, dell'Egitto, del Caucaso, dell'Asia centrale e dell'India.

Alla fine, ci troveremo in Cina e guarderemo verso ovest, verso "i grandi deserti" e le grandi lande selvagge degli Xiongnu, nome cinese dato al popolo nomade le cui donne erano feroci quanto gli uomini.

Una Encyclopedia amazonica completa, che va dal Mediterraneo alla Muraglia cinese, contiene necessariamente un gran numero di nomi propri di persone e di luoghi dall'aspetto insolito, a dimostrazione che la popolarità degli antichi racconti sulle donne guerriere era ampia e raggiungeva le regioni più remote.

Anticipando quei lettori che potrebbero desiderare di saltare direttamente ai capitoli di maggior curiosità e interesse personale, ho incluso abbondanti riferimenti incrociati ai diversi argomenti.

Amazzoni

Vita e leggende delle donne guerriere nel mondo antico

Adrienne Mayor

Chi erano le amazzoni, che lingua parlavano e quando vissero? Questo testo è il primo resoconto sulle Amazzoni che analizza il mito delle donne guerriere attraverso la storia antica in un percorso che parte dal Mediterraneo...

€ 35,00 € 29,75 -15,00%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Adrienne Mayor (1946) è ricercatrice di cultura classica, paleontologia, storia e folklore antico presso la Stanford University in California. Ha pubblicato svariati libri di fama internazionale, tradotti in dieci lingue e ripresi in documentari sui canali History e Discovery Channel,...
Leggi di più...

Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Molto più di un mito - Estratto da "Amazzoni"

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste