800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Malattie del sangue: l'alimentazione può influire?

di Lo Staff di Macrolibrarsi.it 4 mesi fa


Malattie del sangue: l'alimentazione può influire?

Come prevenire l'insorgere di malattie sanguigne

Partiamo dal semplice presupposto che il sangue trasporta il nutrimento all'interno del nostro corpo e cosa ancora più importante l'ossigeno che permette al nostro corpo di rimanere in vita.

L'alimentazione ovvero ciò che introduciamo all'interno del nostro corpo rappresenta il combustibile che andrà a formare il nutrimento necessario. Può dunque non influire sulla salute del sangue e sulle malattie ad esso correlate?

Indice dei contenuti:

Il sangue: natura yin e yang

Il sangue è composto di una parte liquida, il plasma (per la medicina tradizionale cinese è un elemento yin) e di una parte corpuscolata, formata da cellule specifiche.

Secondo la logica yin e yang, la parte crepuscolare del sangue ha origine in diverse parti dell'organismo, a seconda dell'età della persona. Ogni parte ha un valore yin o yang, all'interno del corpo: possiamo dire che l'andamento va da uno stato yin che coincide con la nascita e via via si sposta verso un andamento yang. Più si cresce, più l'andamento di formazione del sangue all'interno dell'organismo diventa di natura yang.

Questo cosa significa innanzitutto? Che gli alimenti con caratteristiche più yin come zucchero, dolci, gelati, bevande gassose, cereali raffinati ostacolano il normale flusso sanguigno.

Ci sono studi che stanno cercando conferme in tal senso anche per i nuovi nascituri: si ipotizza che un consumo eccessivo di questi alimenti da parte della madre, quando il bambino è in grembo, determina una debolezza costituzionale nella formazione dei corpi crepuscolari del sangue del bimbo.

Malattie del sangue: quanto conta l'alimentazione?

Se consideriamo l'alimentazione nel suo insieme, un eccesso di yin di qualità estrema (prodotti raffinati, latticini, zucchero) indebolisce la struttura sanguigna, più prettamente yang e può determinare in questo modo anemie, abbassamento delle difese immunitarie e difficoltà nella coagulazione del sangue.

L'eccesso di yin tenderà col tempo a disturbare le funzioni immunitarie causando problemi di allergie e incoraggiando lo sviluppo di fenomeni di autoimmunità.

Come prevenire le malattie del sangue con l'alimentazione

Appurato che l'alimentazione incide sulla malattie del sangue, vediamo allora quali cibi risultano più problematici per la salute:

  • zucchero
  • dolci
  • bevande ricche di zuccheri
  • formaggi
  • latte
  • carni grasse e salumi (in forma lievemente minore)

Evitare l'utilizzo di questi alimenti o ridurne fortemente il consumo aiuta il sangue nelle sue funzioni e lo rende più fluido, non appesantito da sostanze tossiche e materiale di scarto che inevitabilmente nel tempo si accumula, se si segue uno stile di vita errato.

Ecco quali alimenti preferire per evitare l'insorgenza di malattie a carico del sangue:

  • verdure a foglia verde consistente come cime di rapa, broccoli, cavoli
  • piccole quantità di proteine animali non OGM (cotribuiscono alla formazione di globuli rossi e linfociti)
  • fermenti ed enzimi presenti in alimenti fermentati (ad esempio il miso)

Ti consigliamo...


Dietro Lo Staff di Macrolibrarsi si nascondono in realtà ben tre nomi: Claudia, Francesca e Valeria. Tre ragazze che hanno in comune la passione per la scrittura e la curiosità e il desiderio di conoscere il più possibile di questo nostro bellissimo mondo.  Avide...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Ultimo commento su Malattie del sangue: l'alimentazione può influire?

icona

vanessa illuminato
Acquisto verificato

La mia è una testimonianza

A fine giugno 2011 ho fatto una scelta etica :sono diventata vegana. Non avrei mai creduto che tale scelta avesse potuto portarmi tanti benefici al corpo oltre che all'anima Prima di fare questo passo ero onnivora, non mangiavo pesce, ne latte e derivati ma comunque mangiavo carne ed uova, qualche volta tonno o mozzarella. Ero comunque recidiva da una trombosi venosa profonda alla zona iliaca sinistra. In pratica un trombo formatosi nel 2003 quando ero incinta. Prima e dopo il parto ero costretta a prendere farmaci e le mie analisi del sangue per la coagulazione non erano proprio buone, alla fine i farmaci non aiutano anzi... Smisi i farmaci mentre ero ancora onnivora e le analisi erano sempre uguali: valori fibrinogeno ecc alti. Continuando i controlli semestrali, feci la scelta Vegan che niente aveva a che fare da parte mia con l'aspetto salutistico. Con grossa ed inaspettata sorpresa , dopo soli sei mesi di veganismo, i valori erano scesi e nel tempo sono andati a migliorare.L'alimentazione aiuta.

(0 )

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste