Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

La Teoria delle Signature - Parte 4

di Barbara Pozzi 1 anno fa



Le relazioni tra piante, pianeta e corpo umano

Quello che avviene in Natura è un perenne interscambio, un continuo rinnovamento, come una corrente che circola.

La Natura è concepita da Paracelso come un unico organismo vivente e ogni sua parte, ogni entità svolge una funzione ben precisa, integrandosi con le altre. E' lì che si compenetrano la vita e la saggezza divina.

Si pensi, ad esempio, alla sapienza con cui le piante assumono le loro conformazioni per adattarsi alla situazione circostante, al terreno, all'acqua, al sole, per trarne linfa vitale. Inoltre le piante sono molto più complesse di quello che noi immaginiamo, sono intelligenti e cercano di comunicare in tanti modi. Le piante hanno un'anima. Avvertono l'indifferenza, soffrono se sono odiate, gioiscono se sono amate.

I loro oli essenziali, i profumi, sono uno dei modi che hanno per relazionarsi con l'uomo e bisogna avvicinarsi alle piante in una posizione di grande rispetto, perché sono qualcosa di alto, un'espressione del divino.

La sacralità della Natura

Paracelso sostiene che indagando la Natura si possono trovare le virtù invisibili che sono emanazioni dirette di Dio, così come lo è la sapienza umana. Provengono insomma dalla stessa fonte. Per Paracelso tutto è un'espressione di Dio, di una volontà superiore. Lui concepisce l'esperienza di Dio come conoscenza della Natura.

Queste teorie, riprese da Angelini e da altri studiosi, hanno cambiato il mio approccio, il mio modo di guardare la Natura. Quello che fino a quel momento mi era apparso in tutta la sua bellezza, tale a volte da togliermi il fiato, poi ho iniziato a guardarlo in una luce differente, ancora superiore. Ho preso cioè a considerarlo come un qualcosa di sacro. E questa sacralità si è trasferita nel lavoro di tutti i giorni.

Il laboratorio che è dentro di noi

Il laboratorio è così diventato un piccolo altare.
Lì è come se ti rivolgessi al divino perché ti guidi, perché ti aiuti a realizzare il tuo scopo, perché ti prenda per mano nella tua crescita personale.

 
Tutto assume un significato diverso, tutto quello che fai, ogni piccolo gesto non è mai casuale ma c'è una profonda, strettissima relazione con quello che senti, con ciò che accade dentro di te.

Non basta osservare le azioni che si compiono, occorre soprattutto capirle, è necessario sentirle.

E proprio come un prodotto può essere definito spagirico solo se viene utilizzata la pianta viva e percorsa ancora dalle sue cariche elettromagnetiche, lo stesso vale per il luogo in cui si interviene sulla materia.

Anche quel luogo deve essere una cosa viva, perché anche lì si produce vita. Ma al di là del laboratorio inteso come luogo fisico di lavoro, un alchimista deve applicare le sue ricerche prima di tutto su se stesso, per poi trasmetterle all'esterno.

Insomma: il primo vero laboratorio, il più importante, è quello che si trova dentro di noi.

Caratteristiche energetiche delle piante

Ecco alcune caratteristiche energetiche planetarie legate alle piante e dunque agli oli essenziali da esse derivati.

  • Qualità Marziane: azione, virilità, aggressività, impulsività, calore, sensualità.
  • Oli essenziali Marziani: afrodisiaci, corroboranti, riscaldanti, antisettici. Stimoleranno il sistema immunitario e agiranno sul sistema nervoso.
  • Esempi: Timo, Rosmarino, Pino Silvestre, Pino Mugo, Cannella, Chiodi di Garofano, Salvia.

Da "Il serto di Iside" Quaderni di Erboristeria Alchemica di Angelo Angelini.


Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste