800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

La Legge di Causa Effetto - Estratto da "Le 14 Leggi Universali"

di Lianka Trozzi 3 mesi fa


La Legge di Causa Effetto - Estratto da "Le 14 Leggi Universali"

Leggi in anteprima un capitolo estratto dal libro di Lianka Trozzi e scopri quali sono le leggi che regolano questo Universo

Iniziamo il 3° giorno di viaggio alla scoperta delle Regole della Vita con una norma molto importante, la Legge di Causa Effetto.

Indice dei contenuti:

Giorno 3

Questa Legge è famosa nel Buddismo perché è anche la Legge del Karma. Se però hai già avuto modo di conoscere il mio studio sulle Leggi Universali sai che nella mia catalogazione, separo la Legge del Karma dalla Legge di Causa Effetto. Per quale motivo?

Te lo spiego subito. Quando ho iniziato la mia ricerca ero spinta dall'esigenza di creare un Corpus Iuris, un insieme di leggi, moderno e occidentale che andassero bene per il nostro tempo e la nostra cultura di provenienza.

Per tale motivo mi sono sentita di aderire ad una visione della Legge di Causa Effetto più coincidente con il principio fisico/scientifico, filosofico e giuridico di causalità e lasciare la Legge del Karma quale depositaria degli insegnamenti buddisti.

Anche perché avevo notato che la Legge di Causa Effetto, così intesa, aveva un'applicazione più veloce rispetto alla Legge del Karma, i cui cicli di manifestazioni sono più lenti.

Per la Legge di Causa Effetto la relazione causale indica l'esistenza di una connessione necessaria, come se i fatti fossero collegati tra loro. Poiché spesso sei più concentrato sugli effetti delle situazioni che vivi che sulle cause che li hanno determinati questa connessione ti sfugge.

Ciò accade perché solo gli effetti sono visibili sul piano materiale ma, con un focus consapevole e scegliendo le cause che desideri portare avanti, potrai generare gli effetti desiderati.

Questa legge insegna anche che ogni azione ha una reazione, per agire in conformità con essa è necessario sposare solo le cause che senti davvero vicine al tuo cuore.

Poiché ogni causa ha il suo effetto e ogni effetto ha la sua causa, si genera una ruota di eventi e situazioni, per cui l'effetto diventa il punto di origine, e quindi la causa per altri eventi che ne derivano. Come si può fermare la ruota che finora si è generata inconsapevolmente? Creando un nuovo punto d'origine.

Nello studio e nella sperimentazione di questa Legge torna anche il concetto di responsabilità. Ancora una volta il lavoro con le Leggi ti chiama a diventare consapevole.

Così facendo non potrai più essere vittima passiva degli eventi ma inizierai a diventare protagonista. Scegliendo le tue Cause genererai gli Effetti, così che gli eventi che inizieranno a verificarsi nella tua vita saranno a norma di Legge di Causa Effetto.

Soprattutto nel primo periodo, dopo aver posto il punto d'origine continuerai a vivere effetti di cause scelte precedentemente. Non preoccuparti perché la Legge opera in entrambe le direzioni. Dall'effetto che vivi puoi individuare la causa che lo ha generato e decidere se la condivi ancora, oppure no.

Questa riflessione sugli effetti volta alla ricerca delle cause è importantissima perché ti mostra quante scelte, politiche, religiose, o ideologiche, hai fatto ma in realtà non sono tue.

Per che squadra tifi?

In Italia si sa, che piaccia o meno, si mangia calcio, si respira calcio e si vive calcio. Ti stupirà vedere come in questo amore nazionale vi sia nascosta la Legge di Causa Effetto.

Che tu sia tifoso oppure no, probabilmente a casa tua ci sarà una squadra prediletta. Nel calcio è nascosto un senso di appartenenza ad una certa causa che, nolenti o volenti, viene tramandata di generazione in generazione. E anche la scelta di disinteressarsene spesso è generata dalla Legge di Causa Effetto.

Le famiglie la domenica si riuniscono per vedere la partita e alle nuove generazioni viene detto per quale squadra tenere. Fai anche tu l'esperimento che ho fatto io e chiedi, soprattutto a chi non è molto tifoso, che squadra tifa. Ti sentirai rispondere, il più delle volte, che tiene per la squadra di famiglia.

Ciò avviene perché questa persona non si è mai fermata a riflettere veramente sulla causa che stava sposando. Chissà se coscientemente avrebbe scelto quella squadra o ne avrebbe preferita un'altra?

Hai capito dove voglio arrivare? L'esempio del calcio, per te potrebbe non avere effetti eclatanti, ma questa scelta indotta avviene anche per la fazione politica, per la religione e spesso le conseguenze e quindi gli effetti possono essere molto più incisivi.

Bisogna diventare consapevoli delle cause che si fanno proprie perché queste, presto o tardi, nel bene o nel male, daranno i loro effetti. E la Legge!

Esercizio del Giorno n. 3

Prendi il tuo quaderno delle Leggi Universali, oggi farai un esercizio molto divertente. Immagina di avere una Macchina del Tempo e scrivi tre situazioni del passato che non sono andate come speravi.

Ora, inizia dalla prima, torna con il pensiero a quel momento e prova a scrivere un finale differente.

Per esempio: se in una situazione non sei riuscito a dire la tua, o pensi di non esserti fatto valere e rispettare, prova a mettere nero su bianco come sarebbe dovuta andare o come la vivresti ora che hai imparato la lezione e sei maturato e cresciuto.

Applica lo stesso processo anche alla seconda e terza situazione, riscrivi il passato.

Affermazione della Legge di Causa Effetto

Attraverso la Legge di Causa Effetto io partecipo attivamente al processo di co-creazione della mia realtà. Sono cosciente delle Cause che decido di sposare perché so che comporteranno gli effetti che si manifesteranno nella mia vita. Nulla succede per caso.

Smetto di sentirmi in colpa per ciò che avviene, perché io responsabilmente lo determino con le mie scelte. Sono consapevole di ciò in cui credo e chiedo, e sono grato all'Universo che attraverso le sue Leggi mi permette di ottenerlo.

Meditazione sulla Legge di Causa Effetto

Sei giunto ad un momento molto importante del viaggio alla scoperta della Legge Universale del giorno: la meditazione. Tieni con te il quaderno delle Leggi Universali e una penna. Trova un luogo tranquillo. Distenditi supino oppure scegli una posizione che ti è comoda.

Chiudi lentamente gli occhi e prendi un respiro profondo. Ancora uno, e un terzo. Immagina che dalla sommità del capo una luce di colore giallo chiaro inizia ad entrare in te, rilassandoti all'istante.

Senti la testa leggera, la mente è sgombra da tutti i pensieri, che ti passano davanti agli occhi senza che tu ti soffermi su nessuno di loro. Li lasci volare via ed entri in una condizione di rilassamento sempre più profondo. Il flusso del tuo respiro è lento e regolare. L'energia giallo chiaro circola in te liberamente, senza ostacoli né blocchi, sei in uno stato di quiete e beatitudine.

Ti trovi su un sentiero di ciottoli bianchi. Intorno a te l'erba è di un verde brillante, il cinguettio degli uccelli ti fa compagnia mentre ti incammini verso il bosco. In lontananza vedi due puntini rossi, prosegui come ipnotizzato verso la luce, man mano che ti avvicini ti accorgi che sono delle torce appese ai lati di un cancello in ferro battuto.

A guardia del portone c'è un uomo, alto e imponente, è il custode. Ti pone una domanda: "Perché sei qui?" e tu con il cuore sincero rispondi: "Per sperimentare la Legge di Causa Effetto". La risposta sembra essere esatta, perché il cancello si apre e il guardiano si sposta per lasciarti passare.

Lo oltrepassi e continui a percorrere il vialetto di ghiaia e ciottoli bianchi che ti conduce all'entrata di un grande edificio, che si staglia dinanzi ai tuoi occhi. Sembra un'antica biblioteca o forse un palazzo di giustizia. Il massiccio portone intarsiato di simboli misteriosi è aperto e ti permette di entrare.

Con un misto di curiosità e timore varchi la soglia. Sei in una sontuosa sala, alle cui pareti corrono librerie alte fino al soffitto e colme di volumi, gli scaffali sono pieni di tomi antichi e anche sui tavoli, dislocati qua e là, sono poggiate opere, raccolte e scritti, di ogni genere, epoca e argomento.

Come guidato da un innato istinto ti dirigi in una postazione in fondo ad un corridoio, dove c'è una poltroncina fiorata che sembra essere molto comoda e sulla quale è poggiato un libro chiuso. Lo prendi e sulla copertina leggi: La Legge di Causa Effetto.

Ti accomodi, fai un bel respiro e apri il libro.

Ti accorgi che sulla pagina c'è scritto il racconto di un evento che hai vissuto e di cui hai la possibilità di riscrivere il finale. Continui a leggere e vedi che in effetti la storia ora è diversa, è proprio come sarebbe dovuta essere. Immagini di tornare a quel preciso istante. Intorno a te c'è il luogo in cui eri, davanti a te le persone coinvolte, tutto è come allora, tranne te. Tu sei più forte e risoluto. Più consapevole della grande saggezza della Legge di Causa Effetto.

Sai che il tuo comportamento di questo preciso istante condizionerà il futuro e quindi stai ben attento a dire solo ciò in cui credi profondamente e a fare solo ciò che pensi vada fatto. Le cose questa volta vanno differentemente, perché tu sei diverso.

Senti la tua voce che parla, vedi il tuo interlocutore annuire e comprendere. Senti di esserti fatto valere, di essere stato aderente a te stesso. Onesto. Non hai paura delle conseguenze, ti assumi le responsabilità delle tue parole e delle tue scelte, consapevole che la Legge di Causa Effetto è all'opera e presto o tardi ti renderà l'effetto della tua azione sotto forma di evento.

E l'evento sarà proprio quello che desideravi perché sei stato coraggioso e hai perseguito la tua causa oltre la paura.

Quando senti di aver letto e appreso abbastanza chiudi il libro della Legge di Causa Effetto e posalo sul tavolino.

Resti al sicuro nella Biblioteca tutto il tempo che vuoi e che reputi necessario per trovare le tue risposte.

Ormai sai che è vietato portare via i libri, ma puoi tornare qui tutte le volte che lo desideri o che ne sentirai il bisogno.

Ti alzi e ti avvii verso l'uscita dell'edificio, la grande porta antica intarsiata di simboli misteriosi è socchiusa, proprio come quando sei entrato.

Una volta fuori prosegui lungo il vialetto di ciottoli e ghiaia che ti riconduce dal guardiano. Lo saluti mentre oltrepassi il cancello di ferro battuto, e gli dici che domani tornerai a trovarlo.

Riprendi il sentiero nel bosco da cui tutto è iniziato, percorri la strada a ritroso accompagnata, di nuovo, dall'erba verde brillante e dal cinguettio degli uccellini che ti volano accanto.

Ritorni nel qui e ora. Percepisci te stesso sdraiato e rilassato in un luogo comodo e al sicuro nella tua casa. Connettiti consapevolmente con il tuo corpo fisico e inizia a sentirne la consistenza.

Poco a poco incominci a muovere le dita dei piedi, le gambe, le braccia e se hai voglia di abbracciarti, stringerti o coccolarti, fallo.

Stiracchiati, allungati e quando ti senti pronto, apri gli occhi.

Prendi il tuo quaderno delle Leggi Universali e appuntati tutto ciò che desideri della meditazione appena svolta.

Le 14 Leggi Universali

Manuale teorico-pratico per l’armonizzazione universale attraverso gli insegnamenti delle antiche scuole

Lianka Trozzi

Un viaggio nell’infinito e affascinate mondo delle 14 Leggi Universali che governano il Cosmo e le nostre vite per ottenere tutto ciò che desideri. Le 14 Leggi Universali non sono un qualcosa di astratto anzi, sono reali,...

€ 14,00 € 11,90 -15,00%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Lianka Trozzi

Lianka Trozzi è insegnante di yoga, artista e avvocato. Abbraccia il mondo dello Yoga nel 2000, durante i primi anni di Università. Successivamente i ritmi intensi e stressanti del mondo dell'avvocatura, nel quale lavorava, la spingono ad approfondire sempre più la pratica di questa antica...
Leggi di più...

Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su La Legge di Causa Effetto - Estratto da "Le 14 Leggi Universali"

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste