800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

L’arte di preparare tisane

di Sebastian Pole 4 mesi fa


L’arte di preparare tisane

Leggi un estratto dal libro di Sebastian Pole "L'Equilibrio Naturale"

Selezionare erbe biologiche di qualità eccellente è fondamentale per ottenere un’ottima tisana, ma lo è anche curarne la preparazione in ogni dettaglio, dalla quantità di erbe necessaria per ogni tazza al tempo di infusione, dalla temperatura dell’acqua alla teiera e alla... compagnia.

Indice dei contenuti:

Ingredienti

A meno che non sia indicato diversamente, tutte le erbe citate nelle ricette a seguire sono essiccate, mentre le radici (zenzero, curcuma, liquirizia) vanno utilizzate macinate. A volte le erbe fresche andrebbero meglio: quando vedrete precisato “fresche”, se riuscite a procurarvele approfittatene; altrimenti quelle essiccate andranno bene ugualmente.

Anche se gli ingredienti non bastano da soli a dar vita a una tisana deliziosa e salutare, restano la parte più importante.

La vostra tisana sarà sempre tanto buona quanto gli ingredienti che utilizzerete per prepararla. Le erbe biologiche, le uniche da usare, sono più potenti di quelle cresciute con fertilizzanti artificiali e pesticidi.

E se volete che le vostre erbe trabocchino di sapore scegliete solo quelle dall'aspetto rigoglioso e dal profumo intenso, secondo natura.

Acqua e bollitura

L'acqua dovrebbe essere fresca, pura, limpida, inodore e oligominerale, perciò meglio filtrarla prima di preparare il vostro infuso. Un buon modo per essere certi di non sprecare energia mentre la scaldate è munirvi di bollitore a temperatura controllata.

L'acqua troppo calda estrae dalle erbe le componenti più amare e aspre, rendendo l'infuso molto forte, mentre l'acqua troppo fredda non riesce a catturare gli aromi, rendendo l'infuso molto leggero. Far bollire l'acqua troppo a lungo porta i minerali a separarsi dalla soluzione, creando una pellicola sulla superficie; inoltre surriscaldarla può turbare l'equilibrio tra i tannini, più forti, e alcune delle sostanze volatili presenti nelle erbe, come oli e aminoacidi. Ancor più importante, prolungare la bollitura abbassa il contenuto di ossigeno dell'acqua, riducendone la capacità di convertire i delicati composti aromatici in un'esperienza appagante per il palato.

In generale, le tisane vanno preparate con acqua appena bollita, a una temperatura di 90-95 °C.

Le erbe più delicate, come la melissa e la cedrina, richiedono temperature leggermente inferiori; mentre le cortecce legnose più resistenti, come la liquirizia e la cannella, leggermente superiori. Per gli infusi più delicati sarà meglio lasciare raffreddare l'acqua per qualche minuto.

  • Tè verde 80-85 °C
  • Tè oolong circa 85-90 °C
  • Tè neri circa 95 °C

Tempi di infusione

  • Fiori aromatici delicati, foglie e semi richiedono tempi di infusione minori, tra i 5 e i 10 minuti.
  • Frutti duri, radici e cortecce richiedono tempi di infusione più lunghi, tra i 10 e i 20 minuti.

Forma e dimensione

  • Le erbe tritate finemente rilasciano le loro proprietà più in fretta di quelle tritate grossolanamente.
  • Le erbe più dure, come radici e cortecce, vanno tritate finemente per essere messe in infusione. In alternativa si può preparare un decotto (facendole bollire a lungo e a fuoco lento). Tenete un coperchio sulla pentola per non disperdere acqua ed essenze.
  • Le erbe più delicate andrebbero usate per infusi. Se preferite comunque un decotto, fatele bollire per poco tempo o gli aromi si disperderanno.

Peso

Dal momento che le quantità di erbe nelle ricette sono molto piccole, per essere precisi avrete bisogno di una bilancia digitale. Le dosi sono state indicate usando unità di misura metriche (grammi), ma potete anche utilizzare il cucchiaino (se avete più familiarità con le unità di misura anglosassoni).

Quando avrete un po' più di esperienza potrete utilizzare il metodo del “pizzico”, ricorrendo a una stima molto generica del peso e poi verificando con la bilancia. Ricordate che il cucchiaino e il pizzico sono quantità che dipendono dalla consistenza della pianta, da quanto finemente è stata tagliata, e dalla dimensione della vostra mano o del vostro cucchiaio.

Dosi e quantità

Quanti grammi di un certa erba usare e quante volte bere un infuso sono questioni chiave se vi apprestate a prepararne uno.

Da una parte ci sono quantità minime necessarie per ottenere il sapore e l'effetto desiderato, dall'altra esistono limiti da non superare per evitare effetti sgraditi. Abbiate quindi cura di controllare le dosi consigliate di ogni erba, prestando particolare attenzione alla senna, alla liquirizia e alla cannella.

Ma non sbaglierete troppo attenendovi a questa regola:

  • tisane quotidiane: 1-5 g di erba, tre volte al giorno
  • per benefici terapeutici più rilevanti: 5-10 g di erba, tre volte al giorno

Dosi per bambini

Per calcolare le dosi per i bambini esistono regole precise che tengono in considerazione l'età, il peso e la costituzione fisica. I bambini vata, più esili e delicati, avranno bisogno di dosaggi inferiori, mentre i bambini kapha, più forti e robusti, potranno consumare quantità maggiori. Per una descrizione più approfondita delle caratteristiche vata e kapha si veda il capitolo dedicata all'Ayurveda (pag. 211).

Basatevi sempre sul vostro intuito e sul loro peso corporeo. Può tornarvi utile la regola di Clark, in questo caso: 

Per determinare approssimativamente la dose adatta a un bambino, dividete il suo peso (in kg) per 75. Per esempio, nel caso di un bambino di 25 kg, dovete calcolare 25 ÷ 75 = 0,33 che sta a indicare che la sua dose dovrà essere circa 1/3 di quella di un adulto.

Anche questi parametri, basati sull'età, hanno validità generale:

  • 12 anni: dose da adulti
  • 6 anni: 1/2dose da adulti
  • 3 anni: 1/4 della dose da adulti
  • < 3 anni: non più di qualche sorso

Dove bere le tisane?

Non esistono un pentolino o una tazza “giusta” per preparare e bere una tisana. Se decidete di usare una teiera, sceglietene una che conservi bene il calore dell'acqua durante l'infusione. Per la tazza, invece, dipende solo da voi… ma che sia bella!

Un buon trucco, quando bevete un infuso di erbe aromatiche, è quello di mettere un coperchio sulla tazza per non far evaporare i suoi preziosi oli volatili.

Conservare le vostre erbe

I quattro nemici giurati di tutte le erbe essiccate sono la luce, l'umidità, il calore e l'aglio. Tenetele quindi in un luogo buio, asciutto, fresco e al riparo dagli odori forti.

Radici e cortecce, più dure, resistono più a lungo di fiori e foglie, più delicati. Tutti gli ingredienti si conservano meglio in contenitori ermetici.

L'Equilibrio Naturale

Come purificarsi e rigenerarsi con tè, tisane e infusi

Sebastian Pole

Un libro coinvolgente dedicato alle infinite proprietà benefiche della natura e alle preziose risorse che il regno vegetale mette a nostra disposizione. Dalle miscele classiche alle combinazioni più creative, Sebastian Pole...

€ 24,90 € 21,17 -15,00%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


  Sebastian Pole è un esperto praticante di Ayurveda, di Medicina Tradizionale Cinese e di fitoterapia occidentale, e svolge la propria attività clinica a Bath, nel Regno Unito.  Sebastian Pole, l’etico erborista ayurvedico co-fondatore di Pukka Herbs, parteciperà al 26° SANA, il salone...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su L’arte di preparare tisane

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste