800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Inverno: la vitamina C nella verdura - Estratto da "Verdure Squisite" di Silvia Strozzi

di Silvia Strozzi 4 anni fa


Inverno: la vitamina C nella verdura - Estratto da "Verdure Squisite" di Silvia Strozzi

I benefici della vitamina C possono includere la protezione contro carenze nel sistema immunitario, problemi cardiovascolari, problemi di salute prenatale, problemi oculari e anche legati alla pelle.

Uno studio recente pubblicato in “Seminari in Medicina Preventiva e Alternativa“ che considerava più di 100 studi su 10 anni rivelava una lista di benefici in crescita della vitamina C.

«Alti livelli di vitamina C nel sangue possono essere gli indicatori di una salute di ferro», dice il ricercatore Mark Moyad dell’Università del Michigan. «Più studiamo la vitamina C, più aumentiamo la nostra consapevolezza di come si differenzia nel proteggere la nostra salute, dall’ambito cardiovascolare, al cancro e salute oculare». «Non è una consuetudine per la maggior parte della gente mangiare le quantità di frutta e verdura richieste».

Un bicchiere di succo d’arancia o una mezza tazza di peperone rosso sarebbero sufficienti per la dose giornaliera di vitamina C, oppure broccoli, cavolo viola, peperone verde, peperone rosso, kiwi, succo di pomodoro. Secondo una ricerca recente, la vitamina C può offrire benefici in salute nelle seguenti aree:

  • Stress: una recente analisi ha mostrato che la vitamina C era d’aiuto agli individui il cui sistema immunitario era indebolito a causa dello stress, una condizione molto comune nella nostra società. La vitamina C è uno dei nutrimenti più indicati e consigliati ad alcolisti, fumatori e persone obese.
  • Raffreddori: «Un buon apporto di vitamina C quando si ha raffreddore e tosse può ridurre il rischio di sviluppare complicazioni maggiori, come bronchiti e infezioni alla gola», dice sempre il Dott. Moyad.
  • Ictus: anche se la ricerca ha posizioni contrastanti, uno studio dell’American Journal of Clinical Nutrition ha scoperto che coloro che hanno le più alte concentrazioni di vitamina C nel sangue hanno un rischio d’incidenza inferiore del 42% per quanto riguarda gli ictus. «Persone che consumano più frutta e verdura non avranno solo livelli più alti nel sangue di vitamina C, ma anche un incremento nell’assunzione di altri nutrimenti potenzialmente benefici per la salute, come fibra e altre vitamine e minerali».
  • Invecchiamento della pelle: la vitamina C ha effetto sulle cellule all’interno e all’esterno del nostro corpo. Uno studio pubblicato sul American Journal of Clinical Nutrion ha esaminato i collegamenti tra il nutrimento assunto e l’invecchiamento della pelle su 4.025 donne di età tra i 40 e i 74 anni. Più alte assunzioni di vitamina C sono state associate con una più bassa presenza di macchie sulla pelle, secchezza e un aspetto più sano a livello di età della pelle.

Altri studi hanno suggerito che la vitamina C può:

  • migliorare la degenerazione maculare
  • ridurre le infiammazioni
  • ridurre il rischio di cancro o malattie cardiovascolari

La vitamina C, anche conosciuta come acido ascorbico,
è necessaria per la crescita, lo sviluppo e la riparazione di tutti i tessuti del corpo.

È coinvolta in tantissime funzioni dell’organismo, includendo la formazione del collagene, l’assorbimento del ferro, il sistema immunitario, la guarigione delle ferite, il mantenimento della cartilagine, delle ossa e dei denti.

La vitamina C è uno dei tanti antiossidanti che possono proteggere contro i danni causati dalle molecole dannose chiamate radicali liberi, come ad esempio le sostanze chimiche e inquinanti come il fumo di sigaretta e lo smog delle nostre città.
I radicali liberi possono assemblarsi e contribuire allo sviluppo di malattie della salute come un cancro, problemi cardiaci e artrosi.

Vitamine idrosolubili devono essere continuamente inserite nella dieta
per mantenere livelli salutari.

Questo antiossidante super-nutriente (la vitamina C appunto) è stato scoperto in una grande varietà di frutta e verdure.

Ciò nonostante, secondo i dati di alimentazione dietetica, la maggior parte degli adulti non assume abbastanza vitamina C nelle proprie diete. Questo è vero soprattutto per i fumatori e i maschi, secondo la ricerca svolta da Jeff Hampl e i colleghi dell’Università dell’Arizona.

I cibi più ricchi di vitamina C sono gli agrumi, i peperoni verdi, le fragole, i pomodori, i broccoli, le patate bianche, e le patate dolci. Altre buone fonti includendo i vegetali con foglie scure, il cantalupo, la papaya, il mango, il melone, il cavolfiore, il cavolo, i peperoni rossi, i mirtilli, i lamponi, le zucche e gli ananas.

Come aggiungere più vitamine C nella tua dieta: è tutta una questione di nutrimento in generale. E avere una dieta variegata e ricca di tutti i nutrimenti è la strategia migliore per una buona salute.

Fagottino ai funghi

per 4 persone

Per la pasta

Per il ripieno

Preparate la pasta mescolando la farina con il burro ghee e il sale e aggiungete l’acqua in modo da ottenere un impasto elastico. Lasciate riposare per 20 minuti avvolto nella pellicola.

Fate rosolare in una padella con un fi lo d’olio lo spicchio d’aglio privato dell’anima interna. Mondate i funghi, tagliateli a fettine e fateli cuocere per 15 minuti, salate e pepate. Quindi aggiungete la panna e fate restringere per 5 minuti.

Stendete la pasta, ricavatene dei dischi e ricopritevi 4 stampi monoporzione. Bucherellate il fondo. In una ciotola sbattete le uova, aggiungete i funghi e versate tutto nel guscio di pasta.

Ricoprite con un altro disco e fate un buco al centro, completando con un cucchiaino di ripieno. Fate cuocere in forno, già caldo, a 180° C per 30 minuti circa.

Ti consigliamo...


Non ci sono ancora commenti su Inverno: la vitamina C nella verdura - Estratto da "Verdure Squisite" di Silvia Strozzi

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste