800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Introduzione - Prenditi cura della Vista del tuo bambino - Libro di Vittorio Roncagli

di Vittorio Roncagli 4 mesi fa


Introduzione - Prenditi cura della Vista del tuo bambino - Libro di Vittorio Roncagli

Leggi un estratto dal libro di Vittorio Roncagli "Prenditi cura della Vista del tuo bambino"

In questo manuale sul legame tra visione, postura e apprendimento nei bambini forniremo alcune indicazioni, suggerimenti pratici ed esercizi per migliorarne il comportamento posturale durante le attività sedentarie, in un modo piacevole e in collaborazione con il bambino stesso.

Indice dei contenuti:

Perché è necessario questo manuale?

Negli ultimi 20-30 anni si è assistito a un rapido aumento dei problemi visivi e dei problemi posturali nei bambini e negli adolescenti.

Oltre il 25% dei bambini e degli adolescenti utilizza occhiali ed è stato stimato che oltre il 40% dei minori abbia comportamenti posturali anomali.

Le motivazioni sono molteplici e sono numerose anche le figure professionali coinvolte nella valutazione e nel trattamento di tali problemi.

I costi economici sono rilevanti e perlopiù a carico delle famiglie, con conseguenti ripercussioni sociali e culturali.

Che cosa c’entra la postura con la vista?

I problemi visivi e i comportamenti posturali sono fortemente correlati. Molti comportamenti posturali scorretti (postura asimmetrica e/o eccessivamente ravvicinata durante lettura e scrittura, impugnatura della penna, postura davanti al computer ecc.) sono causa di disturbi visivi e sintomi di vario tipo.

Al tempo stesso, la presenza di alcuni problemi visivi predispone e induce a comportamenti posturali indesiderabili.

Entrambi interferiscono con la predisposizione e la motivazione a mantenere un livello di attenzione adeguato all’apprendimento scolastico.

L’ABC di una buona postura seduti

Tutto quello che serve per la migliore postura da seduti lo sappiamo già da decenni, o molto di più, ma si è perso nei continui cambiamenti di metodo d’insegnamento scolastico, che hanno avuto priorità politiche, più che scientifiche.

L’inclinazione del piano di lavoro per lettura e scrittura

La condizione ergonomicamente corretta per la lettura e la scrittura prevede che il piano sia inclinato di 20-25° rispetto al pavimento. Questo sfavorisce sia la tendenza a ripiegarsi sul banco di lavoro sia l’affaticamento visivo durante la lettura: con un piano inclinato, infatti, le parti superiore e inferiore del libro (o del foglio) rimangono a una distanza più simile tra loro in rapporto agli occhi rispetto a un piano orizzontale al pavimento.

Questo aspetto ergonomico è talmente palese da essere ben noto da secoli e sono state utilizzate diverse inclinazioni in base alle specifiche attività che venivano svolte.

Già nel Medioevo i frati scrivevano con i banchi inclinati, abitudine che fu poi coltivata dagli amanuensi. Nelle chiese, ancora oggi i preti celebrano le messe tenendo la Bibbia inclinata.

Per tutto l’Ottocento i banchi di scuola erano inclinati e tali sono rimasti fino a tempi recenti, infatti gli adulti di oggi che frequentavano le scuole elementari negli anni Sessanta ricorderanno che nelle aule c’erano solo banchi inclinati.

Gli architetti e i geometri, prima che subentrassero i computer, hanno sempre utilizzato piani di lavoro inclinati per il disegno tecnico.

In altri settori è facile constatare la stessa coerenza: i piani di lavoro non sono mai o quasi mai, orizzontali bensì inclinati di 20- 25° rispetto al piano orizzontale.

Nella quasi totalità delle situazioni i musicisti seguono la partitura tenendo lo spartito inclinato, nelle sale di registrazione i mixer non sono orizzontali ma inclinati di una ventina di gradi, nelle sale di editing cinematografico il piano della moviola e quello dei comandi sono inclinati rispetto al pavimento, nelle sale di controllo di fabbriche, stazioni ferroviarie, cabine di controllo navali, il piano di lavoro è tipicamente inclinato di 20-30° rispetto al pavimento.

Nelle scuole è avvenuto il contrario. I banchi di scuola, che sono sempre stati inclinati, nella seconda metà degli anni Sessanta sono stati progressivamente sostituiti da banchi orizzontali e palesemente scorretti dal punto di vista ergonomico.

Nel corso degli ultimi 40 anni il problema è stato sollevato da più parti, ma il Ministero ha continuato a sostituire i banchi vecchi o danneggiati con banchi dove l’inclinazione del piano è rigidamente orizzontale, non regolabili in altezza e abbinati a sedie altrettanto in conflitto con le più banali regole ergonomiche.

Tratto dal libro

Prenditi cura della Vista del tuo bambino

Posizioni corrette e benessere visivo, per favorire un migliore apprendimento

Vittorio Roncagli

In questo manuale troverai piccole, ma fondamentali, azioni quotidiane da mettere in pratica:

  • le giuste abitudini per evitare disturbi e affaticamenti visivi
  • le tecniche per adottare una postura adeguata
  • gli esercizi per imparare a impugnare penne e matite correttamente e mantenere una buona posizione durante la scrittura
  • i suggerimenti per superare disturbi specifici di apprendimento
  • … e molto altro!
Vai alla scheda

Dott.Vittorio Roncagli. Ottico, Optometrista, Psicologo, Specialista in Terapia del Comportamento, Master in Posturologia. E' uno dei nomi più celebri del Visual Training italiano, nonché un punto di riferimento internazionale per la visione legata allo sport, che l'ha portato a far parte dello...
Leggi di più...

Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Introduzione - Prenditi cura della Vista del tuo bambino - Libro di Vittorio Roncagli

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste