Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Fiori di Bach per la Gravidanza e il Parto

di Margherita Gradassi 2 anni fa


Fiori di Bach per la Gravidanza e il Parto

La serenità di diventare mamma.

Il lavoro con i rimedi di Bach rappresenta un’avventura affascinante per ciascun terapeuta. Un viaggio pieno di scoperte su tutte le sfumature dell’animo umano, in cui riconoscersi e specchiarsi: la conoscenza diventa così una prova, una possibilità di crescita interiore cui non ci si può sottrarre.

Proprio per questo motivo amo avvalermi delle essenze floreali per gestire i cambiamenti di umore, le paure e le aspettative di una donna in gravidanza.

I 38 rimedi floreali studiati da Edward Bach sono terapeutici perché essi vanno ad agire sugli stati d’animo negativi, aumentano la consapevolezza della propria vita e mettendoci in contatto con il proprio io superiore, inducono all’evoluzione di noi stessi attraverso la comprensione.

Alla base ci deve comunque essere la volontà propria di evolvere, infatti vanno semplicemente ad aprire porte che momentaneamente si sono chiuse.

I rimedi non contengono nulla di materiale, ma soltanto messaggi, informazioni provenienti dal mondo delle piante e trasmessi dall’acqua che li contiene. Lavorano sul piano energetico e vibrazionale.

Durante la gravidanza l’obiettivo principale è riuscire a trovare un equilibrio tra i giusti e attenti controlli di routine e la crescente medicalizzazione di una condizione che dovrebbe restare a tutti gli effetti fisiologica. La tendenza a sottoporre la donna a una montagna di esami, le informazione selvagge, le amiche, le mamme e i mass-media... Questo assalto di opinioni in piena regola rischia di aumentare il timore di malattie, interferisce sull’umore già vulnerabile della gestante e inoltre può confondere le idee.

In questo caso può aiutare Mimulus, il fiore per eccellenza della paura del concreto e del possibile. Quando si prende Mimulus, si trova la strada per uscire dalla piena dei timori e delle ansie e comprendere sempre meglio la propria essenza. Si smette di immaginare prospettive paurose di fronte a certi avvenimenti, e diventa possibile attendere con aspettative realistiche.

Poi arrivano le domande, dove partorire? Il parto in clinica o in ospedale? Cosa mangiare? Si può fare l’amore?

Domande numerosissime a cui a volte non si riesce proprio a dar risposta, e che alla lunga allontanano dall’ascolto di se stesse e della propria saggezza. Soprattutto allontanano da questo legame molto speciale con una nuova vita che cresce dentro.

Qui ci vengono in aiuto due fiori bellissimi;

  • Scleranthus, le persone nello stato Scleranthus positivo prendono le loro decisioni al momento giusto sono lucide e calme nei loro pensieri e sanno direzionarsi serenamente verso la scelta migliore per la propria evoluzione inoltre è molto utile anche per alleviare le nausee mattutine.
  • Cerato, ci riconnette con la propria saggezza e l’ascolto di sé. Chi assume il fiore avverte con maggior chiarezza la propria voce interiore il proprio intuito e più si fida di questo più esso diventa chiaro, portando così ad una tranquilla sicurezza che nessun argomento, per quanto convincente in apparenza, riesce a scuotere.

La gravidanza è un momento veramente utile per approfondire le meravigliose vibrazioni dei Fiori di Bach. Le opportunità per il loro utilizzo sono innumerevoli e l’animo umano in uno stato così di beatitudine è in grado percepirle appieno e con estrema rapidità.

Oltre a quelli che ho precedentemente elencato ci sono altri fiori che possono venirci in aiuto.

Un fiore che un Naturopata dovrebbe consigliare per tutto il periodo della gravidanza è Walnut, il fiore del cambiamento. In gravidanza il corpo cambia repentinamente ed anche in maniera strana se si vuol dire la verità, per questo è importante accettarsi e amarsi. Walnut riporta, infatti, amore per se stesse ed è utilissimo in tutte le fasi importanti di trasformazione biologica, che comportano anch’esse importanti cambiamenti interiori e liberano potenziali energetici del tutto nuovi come la gravidanza stessa. Walnut ha un effetto di centratura e di protezione ed è ottimo per le donne che si sentono “delle spugne” rispetto alle tensioni della famiglia e dell’ambiente esterno.

Se poi il cambiamento comporta anche un “non piacersi più” qui interviene Crab Apple, il fiore della purezza, che è uno dei fiori più utilizzati per i disturbi fisici, specie quelli della pelle, dove l’idea della purezza è fondamentale. Ma aggiungerei che diventa anche uno dei fiori più significativi del mondo femminile, dove l’obiettivo della purezza e della bellezza è stato sempre presente nell’immaginario della donna.

Un altro cruccio della donna in gravidanza è la salute del bambino, è la paura che la spinge a far frequenti visite senza realmente ascoltare il proprio corpo che da più informazioni di quante noi pensiamo. Ci si chiede se il bambino starà bene là dentro o si sente stretto, se avrà delle malformazioni o altri problemi.

In questi casi si può associare Mimulus a Red Chestnut che è il fiore che agisce sulle ansie e le paure esagerate per la sorte di qualcun altro, sui legami interiori troppo stretti. Assumendo questo fiore si trova il giusto equilibrio fra partecipazione e rispetto per l’indipendenza dell’altro. In questo caso servirà ad attenuare le ansie nei confronti del bambino, inoltre potrà servire anche nel periodo dello svezzamento per aiutare madre e bambino a vivere meno in simbiosi.

La gravidanza è quindi un periodo di apprendimento, sia di noi stesse, ma anche di tutte le tecniche e filosofie che nascono attorno ad un evento che esiste da sempre. Questo può portare alla iper-documentazione (io stessa mi sono ritrovata accanto al comodino una marea di libri sul parto e la nascita) non è un comportamento sbagliato, ma è importante saper scremare, prendere quello che ci serve e tralasciare il resto, ma in particolar modo non abbracciare una filosofia a 360° solo perché ci piace o perché l’abbiamo letta, infatti non è detto che questa faccia totalmente al caso nostro, qui è di estrema importanza non imporsi delle attività o idee consigliate.

Per le donne di questo tipo può risultare un ottimo alleato Rock Water il fiore della flessibilità, assumendolo ci si affida alla propria guida interiore e si rispettano le proprie esigenze fisiche e spirituali.

Dopo quindi i 9 lunghi e meravigliosi mesi di attesa si avvicina il momento del travaglio. Qui la curiosità e l’impazienza possono essere tali da farci sbattere i piedi per terra per far partire le contrazioni, quindi è consigliato assumere Impatiens per evitare reazioni eccessive ed essere capaci di attendere che la situazione si evolva con il suo ritmo naturale.

Pazienza o no, il travaglio prima poi dovrebbe arrivare, ma se questo stenta a partire può essere utile assumere Chicory un fiore che ben si allinea con la donna in gravidanza. Infatti le donne Chicory passano solitamente una gravidanza stupenda che le fa sentire al massimo. Il decorso il più delle volte è fisiologico e l’allattamento dura per mesi e mesi, solo il travaglio a volte ritarda o può essere lunghissimo per una difficoltà intrinseca di Chicory che tende ad avere difficoltà a lasciar andare.

Al contrario la gestante Heather vivrà la gravidanza con molta paura per sé, sentirà continuamente disturbi, tutto l’entourage familiare girerà attorno a lei accudendola, è la donna bambina che non riesce a sopportare il modificarsi del suo ruolo da figlia a madre. Potrà avere difficoltà di aborti ripetuti, gestosi, parti prematuri, difficoltà ad accudire e a nutrire. L’allattamento potrà essere difficoltoso per una mamma Heather che mamma in realtà non vorrà mai diventare davvero. Delegherà i vari compiti a sua madre e ricomincerà a lavorare senza interrompere il rapporto ombelicale con la famiglia di origine.

Per il parto e il travaglio il rimedio fondamentale resta ovviamente Rescue Remedy, che calma la partoriente la rende più collaborativa e alza molto la soglia del dolore. Rescue Remedy è costituito da questa combinazione di fiori: Star of Bethelehem, Rock rose, Impatiens, Cherry Plum, Clemantis.

L’assunzione di rescue sollecita nell’arco di circa un minuto, l’attivazione dei meccanismi fisici di auto guarigione, ottenendo una stabilizzazione emotiva e insieme una distensione psicofisica, e creando così le migliori premesse per un eventuale trattamento medico, nel caso fosse necessario.

Un altro rimedio che si può inserire nella sinergia insieme a Rescue Remedy è Walnut per la sua capacità di proteggere la donna dall’ambiente circostante in particolare se si tratta di un parto in ospedale. Oppure Cerato per entrare in connessione con se stessi e lasciarsi così guidare dalla propria voce interiore.

Le opportunità per usare i fiori di Bach sono veramente innumerevoli nella gravidanza e nel parto, ma anche nel post parto continuano a sostenerci ed accompagnarci come amici fidati.

Per superare il trauma della nascita, madre e bambino si possono immergere nell’acqua di un bagno caldo dove sono state messe alcune gocce di Star of Bethelhem, fiore per eccellenza del superamento dei traumi.

Se dovesse invece sopraggiungere una depressione post partum Gentian o Mustard non mancheranno di certo nella sinergia a seconda della gravità della situazione.

Gentian è molto efficace negli stati di depressione causati da un evento ben preciso, c’è mancanza di fiducia, manca quell’intuito positivo che può farci vincere qualsiasi difficoltà e che ci suggerisce che tutto andrà bene, Gentian porta tutto ciò in equilibrio.

Mustard invece, come disse Edward Bach "scaccia l’afflizione e riporta la gioia nella vita": infatti è da utilizzare in quei stati d’animo negativi in cui ci si sente oppressi da una cupa malinconia. Questi stati d’animo possono accadere in un post parto perché il riassetto ormonale è assai complicato. Mustard riporta gioia anche nei giorni più cupi, assumendolo si ha la sensazione di risvegliarsi lentamente da un sogno greve e oscuro.

Altri due fiori di sostegno che possono essere utili nel periodo di puerperio sono Elm, e Olive.

Elm è il fiore della responsabilità. Chissà quante neo-mamme arrivate a casa dall’ospedale con il loro meraviglioso bambino tra le braccia si sono domandate “ma ce la farò? sarò all’altezza di questa enorme responsabilità?”. E' proprio questo il sintomo chiave di Elm, portando con sé stanchezza e sfiducia in se stessi. Assumendo questo rimedio si riesce a far fronte alle nuove responsabilità di madre, a sentirsi capaci in questo nuovo compito, si è in grado di valutare quanto lavoro si può sbrigare da soli e quando invece è possibile delegarlo ad altri chiedendo aiuto.

Olive è altrettanto importante per ridare forza ed energia al corpo e allo spirito. Infatti le persone nello stato Olive positivo si rendono conto di poter superare ogni stress con le proprie forze, attingendo ad energie superiori qualora ce ne sia la necessità.

Infine, a costo di andare fuori tema, vorrei spezzare una lancia a favore del neopapà, un po’ estromesso e un po’ spaesato in questi avvenimenti che accadono soprattutto sulla pelle della madre, specie se il parto non avviene in casa o in strutture che lasciano spazio anche alla figura paterna. L’allattamento, il feeling speciale che si crea col bambino e la stanchezza rischiano poi di deteriorare ulteriormente il rapporto di coppia, nonostante la gioia della nascita.

Mi è capitato di parlare con amiche mamme di questo tema, scoprendo così che i rispettivi partner si sentono a volte gelosi, abbandonati e incompresi. Se a questo si aggiunge un calo transitorio della libido della neomamma, può soffrirne ancor di più. E’ una fase delicata e da cui dipende anche molto del futuro della coppia.

Per questo i Fiori di Bach ci vengono in aiuto anche in questo caso: Chicory per il sentimento di abbandono e Heather per l’incomprensione possono sostenere i nostri compagni.

Affrontare tutto con comprensione reciproca, e difendendo comunque lo spazio del “noi due”, risulterà preziosissimo per gli anni futuri.

Margherita Gradassi
Naturopata.

Ti consigliamo...


Margherita Gradassi si laurea in ISF università di Farmacia, Diploma in Naturopatia presso Istituto Rudy Lanza con specializzazione in Iridologia Naturopatica e psicosomatica, Floriterapia di Bach e Australiana e Tecniche di massaggio Orientali. Formazione in bio-feedback “Life-System” col...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Fiori di Bach per la Gravidanza e il Parto

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste