800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Digiuno e semi-digiuno

di Lo Staff di Macrolibrarsi.it 1 anno fa


Digiuno e semi-digiuno

Una pratica salutare da svolgere in estate

Indice dei contenuti:

Cosa significa nutrirsi

Perché nutrirsi, nel senso profondo del termine, è davvero un’arte.
L’arte che ogni uomo intelligente e consapevole impara nel corso della sua vita, attraverso un’unica strada: l’ascolto. Non può esserci reale salute, interiore e fisica, senza l’ascolto di se stessi.

Diventa davvero importante per ognuno di noi riesca col tempo e con l’esperienza a trovare lo stile alimentare che più lo caratterizza e lo fa sentire bene. Sentirsi in forma non è solo una questione estetica ma prima di tutto una percezione del corpo e un sentirsi veramente bene con se stessi, dotati di una buona energia e vitalità.

Imparare a nutrirsi significa prima di tutto imparare ad ascoltarsi, ascoltare quei segnali che il corpo ci invia ogni giorno, prima fra tutti il senso di vitalità ed energia.

Se ci sentiamo spesso affaticati, stanchi e spossati allora significa che qualcosa dentro di noi non funziona correttamente.

Una volta trovato un proprio equilibrio alimentare, è interessante scoprire (o meglio riscoprire) la pratica del digiuno e del semi-digiuno.

La differenza tra digiuno e semidigiuno

Il digiuno è una pratica terapeutica da svolgere sotto osservazione di uno specialista in materia, soprattutto per i digiuni prolungati oltre i 3 giorni.
Per digiuno si intende la mancata introduzione di cibi solidi all’interno del corpo, utilizzando quindi solo alimenti in forma liquida ovvero succhi di frutta o meglio ancora di verdura e l’introduzione di acqua (meglio se tiepida o temperatura ambiente nei mesi più caldi).

Il semi-digiuno è una pratica già conosciuta dai nostri bisnonni che vivevano più a contatto con la natura e i suoi ritmi: era già abituati a praticarli spontaneamente, soprattutto nella stagione più fredda.

Sono due pratiche differenti che portano a risultati differenti.

Quando è consigliato il digiuno?

  • prima di una depurazione epatica, attraverso specifico trattamento, è consigliato un digiuno di 3 giorni;
  • per disintossicare il corpo dalla moltitudine di alimenti che ogni giorno introduciamo e che alla lunga lasciano all’interno tossine, soprattutto se si tratta di cibi raffinati, non biologici, ricchi di conservanti;
  • in un momento di ritiro e riposo, accompagnato da una ginnastica dolce e raccoglimento del pensiero;
  • in presenza di una grave patologia.

Quando è consigliato il semi-digiuno?

  • è utile praticarlo quando si desidera diminuire il carico di lavoro sull’organismo, in momenti di particolare stress, stanchezza o impegni, per lasciare che le energie impiegate nella digestione, vengano impiegate per altre attività;
  • è consigliato eliminare un pasto all’interno della giornata, preferibilmente quello serale per un periodo di circa un mese;
  • per “asciugare” il corpo e aiutarlo a ritornare al suo stato ottimale dopo un periodo di festa o vacanza in cui si è esagerato a tavola.

 

Ti consigliamo...


Dietro Lo Staff di Macrolibrarsi si nascondono in realtà ben tre nomi: Claudia, Francesca e Valeria. Tre ragazze che hanno in comune la passione per la scrittura e la curiosità e il desiderio di conoscere il più possibile di questo nostro bellissimo mondo.  Avide...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Digiuno e semi-digiuno

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste