800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Differenze tra praticare lo sciamanismo e diventare sciamani - I Segreti degli Sciamani - Libro

di Sandra Ingerman 4 anni fa


Differenze tra praticare lo sciamanismo e diventare sciamani - I Segreti degli Sciamani - Libro

Leggi in anteprima un frammento della nuova guida su come diventare Sciamani

Tutti gli autentici visionari concordano sul fatto che la chiamata a diventare sciamani è opera del destino. Non è una professione che si decide di svolgere volontariamente.

Sono molte le esperienze iniziatiche che possono trasformare una persona in uno sciamano o in un visionario. Normalmente, in una comunità nativa un individuo attraversa una crisi psicologica o un’esperienza di pre-morte, oppure sente una voce che lo chiama. Altre volte può ricevere in sogno la visita visionaria di uno spirito o di un antenato, oppure ammalarsi di una malattia mortale o soffrire di un crollo psicotico. Attraverso queste esperienze l’iniziando accede a un momentaneo stato di trascendenza e sperimenta l’unità con il Tutto. Tra i mistici, sia occidentali che orientali,  queste esperienze sono segni di un autentico “misticismo non duale”.

Esperienze così profonde cambiano chi le fa e tutta la sua vita successiva. L’esperienza diretta della vera sorgente da cui tutto ha origine cambia profondamente e apre a una percezione della vita completamente diversa. Spesso questi iniziati ritornano dalle loro avventure visionarie con capacità di guarigione e chiaroveggenza, fatto diffuso soprattutto tra le persone che guariscono da una malattia mortale.

Per questo motivo in molte culture lo sciamano è considerato il guaritore ferito. Dopo aver attraversato una grave malattia o subito una grave ferita, ed essere guarito quasi in punto di morte, il futuro sciamano guaritore sperimenta normalmente una profonda compassione per le sofferenze altrui. È grazie a questo cuore compassionevole che può diventare un grande guaritore o persino un redentore del mondo.

Come abbiamo già detto, nel mondo occidentale si assiste a una rinascita dell’interesse per lo sciamanismo e sempre più persone riscoprono la facilità con cui imparano e praticano le tecniche sciamaniche, riportandole nella vita quotidiana per la guarigione personale e la soluzione dei problemi.

Qui occorre notare un punto importante: riportare nella vita quotidiana le pratiche sciamaniche non va confuso con la chiamata a diventare sciamani. Tutti possiamo integrare lo sciamanismo nella nostra vita a fini di guarigione e di crescita personale, ma ciò non significa necessariamente essere chiamati a diventare sciamani. Diventare sciamano è un lento processo che richiede solitamente mesi e anni, un periodo in cui molte e difficili iniziazioni possono trasformare letteralmente una persona in un grande guaritore e visionario a beneficio della comunità.

Praticamente in tutte le culture native nessuno si auto-definisce uno sciamano, perché sarebbe visto come un vantarsi del proprio potere. Nel mondo degli sciamani non esistono diplomi o attestati, e se ostentate il vostro potere, rischiate di perderlo. Il termine “sciamano” è una qualifica che viene assegnata dalla comunità e si fonda sulle capacità di un individuo di offrire cose buone, come guaritore o scopritore di informazioni, a beneficio degli altri.

José Stevens scrive che, sebbene sia difficile dare una definizione concreta del vero sciamano rispetto ad altri tipi di guaritori, queste distinzioni non sono sempre importanti:

Il dibattito sulle caratteristiche precise di uno sciamano, su chi sia un vero sciamano e su come si diventa sciamani tradizionali è infinito, sia tra gli accademici sia per chi ama spaccare il capello in quattro. Noi possiamo lasciare ad altri questo dibattito e concentrarci su qualcosa di molto più importante: come usare l’antica arte dello sciamanismo a scopi visionari pratici nella vita quotidiana senza essere sciamani tradizionali.

In tutta la storia conosciuta e in tutti i continenti si entra sempre in contatto con gli sciamani. Anche se non tutte le persone che sono state guarite o guidate da uno sciamano diventano a loro volta sciamani, imparano comunque abbastanza cose per applicare le conoscenze sciamaniche che hanno appreso alla loro società e alla loro cultura.

Si pensi agli effetti sulla società di opere letterarie come Alice nel paese delle meraviglie, di Lewis Carroll, Peter Pan, di J. M. Barrie, e più recentemente Il signore degli anelli, di J.R.R. Tolkien, A scuola dallo stregone, di Carlos Castaneda, e la serie di Harry Potter, di J.K. Rowling. Tutti questi autori sono visionari che hanno conosciuto le dimensioni e le frequenze del mondo sciamanico per esperienza diretta.

Persone con conoscenze sciamaniche sono diventate guaritori, cacciatori, architetti, costruttori, artisti, attori, politici, scrittori o grandi leader. Non sono propriamente sciamani, ma conoscono certamente i principi, le attitudini, le prospettive e i modi di vedere dello sciamanismo, che non fornisce solo gli strumenti per vivere, ma anche per prosperare e trasmettere conoscenze agli altri.

Per questo motivo innumerevoli generazioni sono state fortemente influenzate dalla via sciamanica dell’esperienza diretta, cosa che si riflette in tutte le tradizioni religiose, in tutte le filosofie e in tutte le pratiche, dal Taoismo allo Yoga, dagli sport alla religione, dalla politica agli affari, dalla saggezza intuitiva alla guarigione. Non è esagerato affermare che, senza l’influsso visionario degli sciamani e della pratica sciamanica, probabilmente l’umanità non sarebbe sopravvissuta.

La verità è che in qualunque luogo geografico gli uomini condividono tratti e capacità caratteristiche degli sciamani: visionari che sviluppano semplicemente queste capacità fino a un livello di maestria attraverso le iniziazioni e le successive pratiche.

Benché in molte persone le abilità sciamaniche rimangano allo stato latente, chiunque può adottare un approccio sciamanico alla vita, perché è un elemento che appartiene per natura a tutti gli esseri umani in tutto il pianeta. Tutti abbiamo un certo livello di capacità intuitive. Tutti possiamo accedere a stati di trance, aiutare gli altri, influenzarli, celebrare semplici rituali e cerimonie, sognare e modellare il nostro ambiente in base alla nostra immaginazione e alle nostre visioni.

Ti consigliamo...


Sandra Ingerman, psicologa americana, è ampiamente riconosciuta per le sue ricerche volte a riscoprire e reinterpretare antichi metodi di guarigione spirituale per adattarli ai problemi e alle necessità del tempo presente. Gran parte del suo lavoro si è svolto nel campo dello sciamanismo...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Differenze tra praticare lo sciamanismo e diventare sciamani - I Segreti degli Sciamani - Libro

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste