800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Iridologia: cosa dicono le nostre iridi?

di Lo Staff di Macrolibrarsi.it 1 anno fa


Iridologia: cosa dicono le nostre iridi?

L’iridologia ci racconta chi siamo

Indice dei contenuti:

Cos'è l'iridologia?

L’iridologia è lo studio dell’iride e di tutte le strutture che compongono internamente l’occhio, quindi anche la pupilla e la sclera. Ovviamente facciamo riferimento a quelle strutture che possono essere osservate esternamente, con l’aiuto di una lente o ancora meglio di un iridoscopio.

Analizzando la forma e i segni che la pupilla, l’iride e la sclera presentano, possiamo aiutare la persona a conoscersi meglio e a scoprire aspetti importanti per la salute.

Sapere in anticipo qual è la nostra costituzione fisica e qual è il nostro approccio emotivo alla vita, è solo uno dei molto vantaggi che l’iridologia presenta.

A cosa serve l’iridologia?

L’iridologia è una scienza che aiuta le persone a capire come mantenersi in salute, prevenire l’insorgere di malattie future o conoscere quali debolezze strutturali sono presenti. Una sorta di analisi a 360 gradi che fornisce molte informazioni utili per migliorarsi.

Certamente è importante sapere cosa ci fa bene e cosa ci fa male. Siamo tutti diversi e ognuno di noi ha una costituzione specifica. Un’analisi personalizzata dell’iride aiuta a conoscersi e capire cosa ci fa bene e cosa ci fa meno bene.

Qual è il colore della tua iride?

Studiare l’iride significa osservare tutte le sue caratteristiche. Prima fra tutti il colore di base dell’occhio. La costituzione di base viene individuata attraverso il colore di base dell’occhio.

Esistono tre tipologie di costituzione e ognuna di queste presenta delle caratteristiche fisiche ed emotive. Le tre principali costituzioni in iridologia sono:

  • ematogena
  • linfatica
  • mista

Ematogena: iride di colore scuro, dal marrone al nero. Costituzione dominata dall'organo fegato. La persona incorre facilmente in un sovraccarico tossinico che compromette il buon funzionamento dell’organismo. Per queste persone, l’ideale è effettuare un drenaggio sull'organo epatico almeno una volta all'anno, preferibilmente in primavera, a base di estratti di piante utili per il tropismo del fegato.

Linfatica: Iride di colore chiaro, prevalentemente tutte le sfumature dell’azzurro. Costituzione che tende facilmente alle infiammazioni, siano esse a carico di tessuti o di organi. Il sistema linfatico è quello da salvaguardare maggiormente, evitando alimenti che possano creare infiammazioni come latticini, alcolici, dolci.

Mista: iride che presenta colori variabili, dal verde intenso al marrone molto chiaro. Questa iride dovrà salvaguardare sia l’aspetto tossinico che linfatico. La stasi (ovvero lo stare eccessivamente fermo) diventa dannoso: pena il sovraccarico tossinico. Al contrario, il movimento è l’unica cosa che lo aiuta a preservare i tessuti del corpo, accompagnato da un’alimentazione che non preveda l’uso eccessivo di cereali e dolci (soprattutto raffinati).

Dopo aver osservato il colore di base dell’iride e aver effettuato una prima analisi, si osservano tutti gli altri segni presenti nell'occhio, come vene arrossate, macchie di colore all'interno dell’occhio, segni scuri o aloni attorno all'iride. Questi sono solo alcuni degli aspetti.

Come per la riflessologia plantare, anche nell'iride troviamo una mappa con tutti gli organi e gli apparati del corpo.

Ti consigliamo...


Non ci sono ancora commenti su Iridologia: cosa dicono le nostre iridi?

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste