+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

Cos’è il linguaggio paraverbale?

di La Redazione di Macrolibrarsi 5 mesi fa


Cos’è il linguaggio paraverbale?

Scopri in che modo il tono il tono di voce e l’enfasi del discorso influiscono nella comunicazione

Ciò che ci distingue dal regno animale e vegetale è proprio il dono del linguaggio. Parlando con gli altri, riusciamo a spiegare le nostre motivazioni, a comunicare, a condividere e a trasmettere. 

In questo articolo ti consigliamo:

Il Codice Segreto del Linguaggio

Come affinare l’intelligenza linguistica e costruire la comunicazione perfetta in 10 passi

Paolo Borzacchiello

(2)

Questo libro ti rivelerà il codice universale della comunicazione, la chiave di volta per realizzare sistematicamente il tipo di comunicazione che hai sempre sognato di ottenere. Oggi non è più sufficiente avere una buona...

€ 22,00 € 18,70 -15%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

Indice dei contenuti:

Cos’è la comunicazione paraverbale?

Nella comunicazione non esistono solo le parole che vengono pronunciate ma è il contorno spesso a fare la differenza.

Potremmo attribuire al linguaggio verbale, ovvero le parole pronunciate, un 7% di importanza, al paraverbale un 38% e un buon 55% alla gestualità del corpo.

Per renderla in termini più semplici, facciamo un esempio. Possiamo tranquillamente dire a qualcuno che gli vogliamo bene guardandoci in giro e utilizzando un tono annoiato che, senza dubbio, quella persona non si sentirà affatto apprezzata, nonostante le parole dicano il contrario.

Il paraverbale racchiude il tono di voce, l’enfasi della voce, il modo in cui pronunciamo le parole ma anche il ritmo che usiamo, le pause che facciamo e il silenzio.

Il nostro cervello è programmato per codificare tutti questi messaggi e quindi attenzione quando parliamo con qualcuno, perché a livello profondo arriverà sempre il reale messaggio che intendiamo inviare, anche se non ne siamo del tutto consapevoli.

Perché è importante la comunicazione paraverbale?

I primi passi si muovono attraverso l’osservazione. Riconoscere di comunicare anche in modo diverso oltre alle parole spese, è il primo passo per migliorarsi e per comprendere chi abbiamo di fronte.

La comunicazione paraverbale diventa importante perché a seconda del tono di voce che usiamo, dell’enfasi utilizzata in una affermazione o in una domanda, del silenzio che decidiamo di utilizzare quando non è necessario parlare, inviamo messaggi a chi ci sta vicino.

Spesso sottovalutiamo il potere delle emozioni, provate in prima persona e suscitate agli altri. Quello che diciamo influisce e suscita emozioni sul nostro interlocutore: è importante utilizzare il giusto tono di voce, più alto se necessario o più grave e basso quando serve, o tenere un ritmo che sia dinamico o al contrario molto rilassato e pacato.

Iniziamo con l’osservarci mentre comunichiamo con gli altri: quale tono, quante pause, quanti silenzi inseriamo nei nostri discorsi?

Ecco come incide la comunicazione paraverbale nel confronto con l’altro

Facciamo un po’ di esempi pratici che sarà utile sperimentare nella vita di tutti i giorni.

  • Tono e volume di voce: esso si alzerà nel momento in cui esprimiamo una rabbia o non accettiamo la persona che abbiamo di fronte quindi vogliamo prevaricarla. Un tono basso invece richiama attenzione, soprattutto se determinato e grave, non acuto. Un tono acuto tende a infastidire e indisporre chi abbiamo di fronte e denota insicurezza in chi lo pronuncia.
  • Ritmo: il ritmo diventa più sostenuto se vogliamo enfatizzare un concetto ma rallenta quando invece vogliamo entrare in profondità della persona, catturando la sua attenzione, soprattutto se intervalliamo con brevi pause di silenzio.
  • Timbro: il timbro utilizzato racconta di noi e della nostra sicurezza, della capacità di credere per primi a ciò che stiamo pronunciando.
  • Silenzio: il silenzio è uno degli aspetti del paraverbale che più ci mette alla prova, sia quando lo subiamo che quando lo mettiamo in pratica. Il silenzio quando siamo soli con noi stessi può essere assordante o rilassante. Quando siamo in interazione con gli altri, una pausa di silenzio denota raccoglimento, calma, concentrazione e maggiore determinazione per i concetti espressi.

Per approfondire ti consigliamo

Il Codice Segreto del Linguaggio — Libro

(2)

€ 18,70 € 22,00 (15%)

Il Potere della Voce — Libro

(9)

€ 17,85 € 21,00 (15%)

PNL - 10 Tecniche Essenziali — Libro

€ 10,97 € 12,90 (15%)

La Voce Naturale — Libro

€ 32,30 € 38,00 (15%)


La Redazione di Macrolibrarsi

Tanti sono gli autori che scrivono per Macrolibrarsi e tutti sono uniti dalla curiosità e il desiderio di conoscere il più possibile di questo nostro bellissimo mondo. Avidi lettori, attraverso gli articoli che scrivono per Macrolibrarsi, condividono ciò che scoprono nelle...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Cos’è il linguaggio paraverbale?

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.