800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Chi era il padre di Gesù? - Estratto da "Il Volto Occulto di Gesù"

di Robert Ambelain - Aurifer 2 settimane fa


Chi era il padre di Gesù? - Estratto da "Il Volto Occulto di Gesù"

leggi in anteprima la premessa del libro di Robert Ambelain e scopri la verità sulla figura più controversa e dibattuta della storia dell'umanità

L'ipotesi di Gesù, figlio di Giuda di Galilea (Atti: V,37), alias Giuda di Gamala o Giuda il Gaulonita, l'eroe giudeo della rivolta del Censimento, non è affatto nuova.

Già nei primi secoli del Cristianesimo creò delle difficoltà, e Luca, redigendo gli Atti, lo colloca dopo Theudas, altro rivoltoso che insorse fra il 44 e il 47 della nostra era, mentre Giuda di Gamala insorse nell'anno sesto.

E genera imbarazzo ancora ai nostri giorni, poiché gli storici razionalisti che vogliono fare di Gesù un mito solare, si guardano bene dal citarlo.

Ernest Renan, nella sua "Vie de Jesus", pubblicata nel 1863, vi fa una vaga allusione; egli però vuole un Gesù idilliaco, alla maniera di Jean-Jacques Rousseau.

Alla fine fu Daniel Masse che, dal 1920, e per un quarto di secolo, nel corso di quattro opere consacrate all'argomento, la difese coraggiosamente.

Purtroppo egli non seppe porsi dei limiti definiti e le sue esagerate divagazioni fecero la fortuna degli avversari.

Gli storici cattolici e protestanti ignorarono di proposito il suo lavoro; e Daniel Rops si guarda bene dal citarlo tra coloro che hanno l'onore delle sue risposte.

Ma vi è di più: sulle carte geografiche che ornano talvolta le opere degli storiografi cattolici o protestanti, le varie località situate sulle rive del Lago di Genezareth sono tutte citate: Cafarnao, Tiberiade, Magdala, Tarichea, Hippos, Kursi, Bethsaida.

Ne manca una sola: Gamala! La città degli zeloti, la "città dei Puri", il nido d'aquila da cui giunse un giorno Giuda il Gaulonita, la vera Nazareth ove nacque Jesu-ona-bar-Iehonda (Gesù figlio di Giuda), Gamala, è scomparsa dalle carte geografiche... Per trovarla occorre far affidamento a documenti anteriori.

L'autore del presente libro non ha la pretesa quindi di avanzare delle ipotesi originali o innovative, in quanto gli esegeti tedeschi e austriaci della metà del XIX secolo ne erano a conoscenza. Egli ha solo il merito di aver trovato le prove di questa identità di Gesù, detto "di Nazareth", e in realtà figlio di Giuda di Galilea. Questa prova è semplicissima e non consiste che di un banale sillogismo.

Non rimaneva altro da fare che raccogliere e riordinarne gli elementi. Ecco la ragione di quest'opera.

Rimane un'ultima precisazione da fare.

Nello studio del cristianesimo e delle sue origini dobbiamo considerare tre distinte correnti:

  1. la corrente sovrannaturalista, che comprende i seguaci delle varie Chiese, che credono in un Gesù "figlio di Dio", morto, risorto e asceso al cielo;
  2. la corrente naturalista, che raccoglie i seguaci di un Gesù in gran parte umano, sia come capo di un movimento politico anti-romano (gli Zèloti), sia come mistico di derivazione più o meno essena;
  3. la corrente mitista, della quale fanno parte coloro che credono in un Gesù totalmente immaginario, protagonista di una leggenda formatasi dalla mescolanza di diverse tradizioni gnostiche e la fusione di elementi storici concernenti personaggi distinti che si chiamavano Gesù.

Evidentemente questo nostro studio appartiene alla seconda corrente. Ed eccone esposta la ragione principale.

Nel "Dictionnaire rabbinique" di Sander (Parigi, 1859), alla fine, si trova uno studio biografico dedicato a coloro che la tradizione ebraica considera come i "principi della Thora". Riguardo il grande Gamaliel, menzionato negli Atti, leggiamo:

"Rabban Gamaliel I, detto il Vecchio, nipote del grande Hil-lel, succedette al padre Simeone, in qualità di Naci.

"Egli fu il primo ad assumere il titolo di rabban, che da quel momento porteranno tutti i suoi discendenti e successori sino a Gamaliel III, figlio del rabban Jehuda-il-Na-ci. Ebbe sovente rapporti con i generali e i membri del Governo romano.

"Fu sotto la sua presidenza che Samuele, detto il Piccolo o il Giovane, compose la formula di preghiera contro gli Apostati e i traditori, formula che fu accolta e conservata nella liturgia. Secondo numerosi storici, Rabbi Gamaliel morì 18 anni prima la distruzione di Gerusalemme da parte di romani. "Con lui, ci dice la Mischna, si sono estinte la gloria della Thora, la purezza e l'austerità della vita religiosa"

(Sofà: IX.15).

Tuttavia, il medesimo studio ci rivela che Samuele il Piccolo, o il Giovane (così chiamato per distinguerlo dal profeta che porta questo nome), morì prima di Gamaliel.

Ricapitoliamo:

  • Gerusalemme fu distrutta dai Romani nel 70.
  • Gamaliel I morì 18 anni prima, ossia nel 52.
  • Samuele il Giovane morì prima di Gamaliel, ossia al più tardi nel 51.
  • Fu lui l'autore della formula della preghiera contro gli apostati e i traditori, ossia al più tardi nel 50.

Chi erano dunque questi Apostati? Coloro che, evidentemente, rinnegarono la legge di Mosè e abbandonarono le pratiche religiose ebraiche, in una parola coloro che, già nel 40 ad Antiochia, si chiamavano cristiani.

Ci sembra piuttosto strano che il Sinedrio abbia atteso dieci anni (nel 59) per applicare delle sanzioni liturgiche contro questi Apostati. Dovremmo dunque collocare tale misura tra il 40 e il 50.

Ora, se fra il 40 e il 50 l'Ebraismo sanziona i discepoli di un certo Gesù, che sarebbe stato crocifisso nel 34, ovvero qualche anno prima, diventa difficile sostenere che il summenzionato Gesù non sia mai esistito.

Infine, sarà superfluo sottolineare che il rigore della sua vita religiosa esclude a priori la fondatezza dello pseudo-vangelo detto "di Gamaliel", e la possibilità che il nipote del grande Hillel si sia alla fine convertito al cristianesimo.

Il Volto Occulto di Gesù

Il segreto mortale dei Templari

Robert Ambelain - Aurifer, Tau Valentino III

Quello che ci è stato raccontato dai Vangeli e dalla Chiesa è davvero la verità su Gesù e sul Cristianesimo? Questo libro ci racconterà un'altra storia, molto diversa da quella che conosciamo. Sapevate perché l'Ordine...

€ 32,00 € 27,20 -15,00%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Robert Ambelain - alias Aurifer (1907-1997) fu una delle figure più prominenti dell'occultismo e della spiritualità francese del dopoguerra. Autore prolifico, massone, martinista, Ambelain ha trattato nei suoi scritti tutti i principali temi dell'esoterismo occidentale: cristianesimo esoterico,...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Chi era il padre di Gesù? - Estratto da "Il Volto Occulto di Gesù"

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste