800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Argento colloidale per le infezioni dentali

di Lo Staff di Macrolibrarsi.it 1 anno fa


Argento colloidale per le infezioni dentali

Come usare l’argento colloidale

Indice dei contenuti:

Che cos’è l’argento colloidale?

L’argento colloidale che troviamo in forma liquida è un sistema colloidale in cui le particelle sono presenti in forme diverse e si trovano in fasi diverse (liquido-solido,liquido-gassoso). Le particelle colloidali sono insolubili. I colloidi sono la particella più piccola in cui può essere scissa la materia di provenienza senza andare ad intaccare le sue proprietà prime.

Attraverso il processo colloidale, i benefici di quella materia rimangono inalterati ed è possibile usufruirne.

Se si procedesse con un’ulteriore scissione si arriverebbe all’atomo.

Le particelle colloidi di argento colloidale si uniscono all’acqua distillata e possiedono in essa una carica elettrica. La carica è la stessa ed essendo la stessa, si respinge: in questo modo le particelle rimangono reciprocamente in equilibrio.

La divisione in piccole particelle dell’argento dà luogo ad un aumento della superficie totale e soprattutto dell’efficacia del rimedio stesso. Allo stesso modo, acquisisce capacità di penetrare più a fondo.

Argento colloidale: un potente antibiotico

L’argento colloidale è oramai riconosciuto per essere un forte antibiotico, anticamente usato prima della scoperta della penicillina.

Non si sono riscontrati effetti collaterali nell’utilizzo dell’argento colloidale e gli effetti che si ricavano sono superiori rispetto ad un antibiotico di sintesi.

Certamente i tempi di reazione sono più lunghi e per questo può sembrare meno efficace: la difficoltà sta nel saper aspettare il tempo giusto in cui farà effetto.

È un antibiotico ma non indebolisce il sistema immunitario perché mira ad eliminare solo i virus “cattivi”, preservano i batteri benefici della flora intestinale.

La ricerca biomedica ha dimostrato che nessun batteri, virus o fungo può vivere qualche minuto in presenza di argento colloidale. Elimina circa 650 specie di patogeni differenti.

L’argento colloidale per la salute del cavo orale

L’argento colloidale è insapore, inodore e non ha colore: si presenta come un liquido trasparente che deve rimanere sempre al buio e mai al contatto con la luce. Le bottiglie che lo contengono sono di norma oscurate.

Per migliorare l’igiene orale può essere utilizzato:

  • sullo spazzolino: qualche goccia prima di lavarsi i denti, permette una maggiore pulizia dello strumento e uccide i batteri presenti sui denti
  • come collutorio: puro o diluito (meglio se utilizzato puro, visto che non ha sapore) è necessario un cucchiaio. Si mantiene in bocca per circa un minuto e poi si sputa. L’importante è non sciacquare la bocca subito dopo.

L’argento colloidale può anche essere ingerito.

L’ideale sarebbe utilizzarlo al mattino e alla sera, per distruggere i batteri che si formano durante la notte e quelli che si accumulano durante il giorno.

 

 

Ti consigliamo...


Dietro Lo Staff di Macrolibrarsi si nascondono in realtà ben tre nomi: Claudia, Francesca e Valeria. Tre ragazze che hanno in comune la passione per la scrittura e la curiosità e il desiderio di conoscere il più possibile di questo nostro bellissimo mondo.  Avide...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Argento colloidale per le infezioni dentali

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste