+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

Teglia in Terracotta - Le Teglie di Montetiffi

Teglia originale Romagnola lavorata a mano!



Teglia + saggina + bustina con crusca di grano

Prezzo: € 39,50
Tutti i prezzi includono IVA


Aggiungi ai preferiti
  • Quantità disponibile

    Solo 3 disponibili: affrettati!
  • Disponibilità: Immediata

    Ordina entro 20 ore 21 minuti.
    Consegna stimata: Lunedì 18 Novembre
  • Guadagna punti +40

    Accumula credito per i prossimi acquisti. Leggi di più

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

assistenza clienti
Descrizione

La teglia in argilla è un attrezzo di cucina tipico romagnolo per preparare il pane.

II marchio registrato, impresso sulla teglia, garantisce che si tratta della tradizionale "Teglia di Montetiffi", interamente lavorata a mano e cotta in forno a legna, con materiali e tecniche che sono le stesse da sempre.

E' una teglia (testo) di argilla nata per la cottura della piadina romagnola nel caminetto, su stufa a legna e fornello a gas.

Ottimi risultati si ottengono usandola per barbecue o nel forno per cuocere pane e pizza.

ISTRUZIONI PER L'USO

Si può utilizzare la teglia nel caminetto appoggiandola su un treppiedi o sugli alari.

Come prima fase usare un po' di carboni rossi fino a che la teglia non si sia ben scaldata, quindi aggiungere gradatamente legna piccola (tipo sermenti o potature) affinché arrivi alla giusta temperatura. Se si vuole usarcela stufa economica a legna, fare attenzione a portare la teglia al centro del piano cottura solo dopo averla fatta scaldare su un lato della stufa. Sul fornello a gas la teglia dovrà avere un diametro più piccolo di 30 cm. e dovrà appoggiare su uno spandi-fiamma.

Occorre prestare particolare attenzione a che la teglia non subisca bruschi sbalzi di temperatura.

A questo punto si può adagiare la piada.

AVVERTENZE

La teglia nuova va fatta scaldare ponendovi sopra una manciata di crusca che verrà spazzolata via quando diventerà di Un bel colore bruno. Questa operazione non andrà più ripetuta. A fine cottura la téglia va.lasciata raffreddare senza spostarla. La teglia d'argilla non va mai lavata xon acqua o detersivi di alcun tipo. Per pulirla raschiare i residui e spazzolare con una scopetta di saggina.

Va riposta in posizione verticale leggermente inclinata.

COSA CUOCERE

Sulla teglia oltre alla piada e simili, si possono cuocere: torelli alla lastra; torta al testo; cantarelle; caldarroste; verdure (melanzane - zucchine - radicchio trevigiano - cipollotti...); abbrustolire fette di pane, fette di polenta; tostare semi di zucca, sesamo, ceci, e frutta secca (mandorle, noci, nocciole, pinoli...); anche il pesce rientra nelle tradizionali cotture sulla teglia: piccoli pesci bianchi (sogliole, moletti, morsioni, zanchetti...) solo infarinati e passati veloci sulla teglia ben calda e poi conditi; pesci di dimensioni maggiori su di un letto di sale grosso e poi in forno; frutti di mare (vongole, cannelli,...) a scottadito; ma si può aggiungere anche qualche crostaceo (gamberetti, scampi, granchi...).

Ovviamente in questi casi la teglia è bene usarla solo per il pesce.

CURIOSITÀ

Le teglie crepate (può succedere quando la teglia passa troppo velocemente dal freddo al caldo), venivano riparate con una operazione di "ricucitura".

Si praticavano dei piccoli fori paralleli a 1 cm. dalla crepa e quindi con un filo di ferro cotto si facevano urto o più punti di sutura distanti 3-4 cm. tra di loro. Possiamo farlo anche noi!

Con uh po' di pratica e di attenzione la teglia (tégia) di Montetiffi offrirà una piada dal sapore fragrante e insuperabile, .

Come ha sempre fatto da oltre 500 anni per la gente di Romagna.

Buon Appetitò !

ProduttoreLe Teglie di Montetiffi
TipoProdotto
ConfezioneTeglia + saggina + bustina con crusca di grano
Diametro28 cm circa
Lo trovi inProdotti: #Pentole e tegami
MCR-NR 164933

Approfondimenti Speciali

RICETTA BASE DELLA PIADINA ROMAGNOLA

Ingredienti: farina gr. 500 - strutto di maiale gr. 50 - un pizzico di bicarbonato - acqua tiepida rsale. -

Esecuzione: Mescolare velocemente sulla spianatoia tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto morbido ma consistente.

Dividere l'impasto in porzioni della dimensione all'incirca di una grossa arancia.

Quindi spianare le "pallotte" così ottenute fino ad arrivare ad una piada tonda spessa 4-5 mm. Adagiare la piada sulla teglia ben calda e foracchiarla con la forchetta.

La piada comincia presto ad assumere'Un colore dorato con bollicine marroni; girarla 3-4 volte fon un largo coltello fino a completa cottura.

Naturalmente esistono molte varianti nella ricetta della piada, a seconda delle tradizioni locali e della fantasia personale.

Si può sostituire l'acqua con il latte per ottenere una piada più soffice; usando il lievito al posto del bicarbonato si otterrà una piada più digeribile, in alternativa allo strutto si può usare olio d'oliva.

La piada cruda, ripiegata a metà e farcita conlngrédienti a piacere (erbe miste, formaggio, verdure...) diventerà il famoso "cassone" o "crescione" o "cascione".

RICETTA BASE DEL PANE

Ingredienti: farina tipo 1 gr. 800 - pasta madre gr. 100 - acqua gr. 400 - 1 pizzico di sale.

Esecuzione: Fare la fontana con 200 gr. di farina, aggiungere 100 gr di acqua e fare sciogliere la pasta madre. Impastare fino ad ottenere un impasto uniforme. Togliere 100 gr. e riporre in frigo in un vaso di vetro a chiusura ermetica (sarà la pasta madre per il prossimo pane, da rinfrescare almeno una volta a settimana).

Mettere il panetto a lievitare per 4 ore in una ciotola, coperto da pellicola e avvolto il tutto in una tovaglia. Trascorso il tempo indicato, fare la fontana con 600 gr. di farina, 300 gr. di acqua, 300 gr. di impasto lievitato e 10 gr. di sale. Formare un panetto e riporlo a lievitare nella ciotola adagiato su carta-forno che faciliterà poi l'introduzione nel forno.

Coprire con la pellicola e avvolgere nuovamente la ciotola nella tovaglia. Fare lievitare altre 4 ore (l'impasto dovrà aver raggiunto una consistenza doppia).

Mettere un tegamino di acqua sulla base del forno e introdurre la teglia di Montetiffi sulla griglia nel ripiano più basso e accendere il forno a 200/230°C. Quando il forno ha raggiuntò la temperatura impostata, adagiar il pane sulla'teglia aiutandosi con la carta-forno.

Lasciare cuocere 1/2 ora, quindi togliere la carta-forno, abbassare a 200°C e continuare la cottura ancora per 1/2 ora (il pane dovrà avere una doratura carica). 

Togliere il pane e avvolgerlo nella tovaglia.

Spegnere il forno e lasciare raffreddare, al suo interno, la teglia.


nessuna recensione

Scrivi per primo una recensione
Scrivi una recensione

Articoli più venduti


Supporto di Shungite Lucida per Sfera

(24)

€ 7,08 € 7,87 (10%)

Sfera di Shungite lucida - Diametri vari

(48)

€ 25,44 € 28,27 (10%)

Lampada di Sale Himalaya con Base in Cedro

(321)

€ 31,41 € 34,90 (10%)

Canis 2000 Plus - Pollame e Riso

(13)

€ 64,44 € 71,60 (10%)

Bracciale Sfera - 6 mm

(17)

€ 7,02 € 7,80 (10%)

Ikinesy - Tester Kinesiologico

(1)

€ 44,00 € 49,00 (10%)

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.