800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Il Nome di Dio e la Teoria Cabbalistica del Linguaggio

Gershom Scholem




Prezzo: € 10,00


Aggiungi ai preferiti
  • Quantità disponibile

    Solo 1 disponibile: affrettati!
  • Disponibilità: Immediata

    Ordina entro 15 ore 4 minuti.
    Consegna stimata: Mercoledì 23 Agosto
  • Guadagna punti +20

    Accumula credito per i prossimi acquisti. Leggi di più

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

Descrizione


Per tutte le concezioni mistiche del linguaggio, dalle metafisiche orientali a Jacob Böhme fino al giovane Benjamin, l'essenza del linguaggio coincide con l'essenza stessa del mondo. Ma il primato della parola come luogo sacro prende un rilievo speciale nella tradizione ebraica: e la meditazione sul Nome, anzi sui Nomi di Dio, sul loro fondo impronunciabile e le loro infinite possibilità combinatorie, assume qui i caratteri di una passione assoluta, di cui si è alimentato per secoli il pensiero della Qabbalah.

Illuminando via via magistralmente alcuni dei suoi snodi e delle sue figure maggiori – dalle pagine oscure e pregnanti del Sefer Yesirah a Isacco il Cieco, a Giqatilla e ad Abulafia –, Gershom Scholem mostra come la mistica ebraica sia tornata instancabilmente sul tema del Nome e del suo rapporto con la rivelazione.

Per la Qabbalah, l'essenza divina si manifesta attraverso dieci emanazioni, congiunte nell'albero delle sefirot. E le ventidue lettere dell'alfabeto sono uno sviluppo delle stesse sefirot. Perciò il lavoro sul linguaggio diventa il compito principale del mistico e del teosofo.

L'albero dei nomi fa tutt'uno con l'albero delle cose, dove i nomi e le cose sono simili a «fiamme tremolanti» divampate da una sola radice. All'origine di ogni forma linguistica vi è però, appunto, il Nome di Dio, le cui infinite varianti formano l'oggetto, secondo Abulafia, della vera scienza profetica: una vertiginosa ars combinatoria capace di ricondurre le lingue profane all'unica lingua santa originaria.

Insieme a Il Nome di Dio e la teoria cabbalistica del linguaggio, che risale al 1970, presentiamo qui il breve scritto teorico Dieci tesi astoriche sulla «Qabbalah», apparso per la prima volta nel 1938.

EditoreAdelphi
Data pubblicazioneGennaio 1998
FormatoLibro - Pag 102
Lo trovi in#Cabala/Kabbalah #Saggistica e religione
Gershom Scholem

Gershom Scholem (Berlino, 1897 – Gerusalemme, 1982) è stato un filosofo, teologo e semitista israeliano, proveniente da una famiglia ebraica di origine tedesca. Il precoce interesse del giovane Gershom per la tradizione fu fortemente avversato dal padre Arthur. Grazie all'intermediazione della... Leggi di più...

Dello stesso autore


Vedi tutte le pubblicazioni

Prodotti correlati


Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste