800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

Oltre l'Euro - Libro

Le ragioni della sovranità monetaria

Paolo Becchi, Alessandro Bianchi


Remainder


Prezzo di listino: € 12,90
Prezzo: € 6,45
Risparmi: € 6,45 (50 %)


Aggiungi ai preferiti
  • Quantità disponibile

    Solo 3 disponibili: affrettati!
  • Disponibilità: Immediata

    Ordina entro 20 ore 59 minuti.
    Consegna stimata: Venerdì 17 Agosto
  • Guadagna punti +7

    Accumula credito per i prossimi acquisti. Leggi di più

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

assistenza clienti
Descrizione

Un libro che raccoglie le voci “scomode” che nessuno ci fa mai sentire!

È possibile uscire dall’Euro?

Come ha scritto sul New York Times il columnist politico Jochen Bittner, “i leader europei dovrebbero ammettere che i cosiddetti euro-scettici hanno avuto spesso ragione, nel passato, e che è stato un errore bollarli come primitivi o reazionari eretici. Del resto, storicamente, gli eretici sono spesso stati coloro che alla fine hanno forzato un sistema di credenze a confrontarsi con le proprie contraddizioni. Lo stesso dovrebbe accadere all’interno dell’Unione Europea”.

Oltre l’Euro raccoglie alcune delle voci “eretiche” più importanti nel panorama europeo, a torto escluse dal racconto della crisi dal mainstream e oggi divenute, di conseguenza, il punto di riferimento per chi vuole trovare gli strumenti per uscire da questo “incubo”.

Per salvare una moneta insostenibile è stata creata una serie di alchimie giuridiche, che hanno indebolito i Parlamenti nazionali e il Parlamento europeo. Per salvare un mostro, una moneta nata male e proseguita peggio, si calpesta ogni volontà popolare e si stanno facendo a pezzi le Costituzioni e perfino – al culmine del paradosso – quei diritti, che l’Unione Europea con la Carta dei diritti di Nizza intendeva tutelare.

Nel frattempo i vari Letta, Monti, Saccomanni e oggi Renzi si susseguono al “potere”. Come semplici valvassori di Bruxelles e Francoforte, continuano a calpestare in nome dell’internazionalismo finanziario - di cui l’euro è il simbolo più forte - la nostra sovranità e la equa redistribuzione del reddito per l’intera popolazione.

Per questo, i veri eversivi sono loro, non chi li contrasta.

Dalla quarta di copertina

Da sempre i media gettano un velo di omertà sulla spinosa questione dell'euro. Vi hanno fornito tante informazioni falsificate, che hanno contribuito soltanto ad aumentare la confusione. E quando regna il caos è molto più facile, per i funzionari della Commissione europea e del Fondo monetario internazionale, continuare a decidere indisturbati del futuro di intere popolazioni. E se fosse proprio questo, il loro scopo?

È ora di fare chiarezza.

Oltre l'Euro, a cura di Paolo Becchi e Alessandro Bianchi, ha il merito di raccogliere in un unico volume alcuni degli autori più prestigiosi nel panorama della riflessione critica sulla moneta unica: Alessandro Memo, Carlo Amirante, Alberto Bagnai, Francesco Borrelli, Alain de Benoist, Paul de Grauwe, Gianni de Michelis, Nino Galloni, Piergiorgio Gawronski, Vladimiro Giacché, Brigitte Granville, Giuseppe Guarino, Amorose Evans-Pritchard, Jacques Sapir, Paolo Savona, Lidia Undiemi. 

Vi viene ripetuto continuamente che la crisi è ormai finita, che i Paesi della zona euro hanno iniziato la ripresa e che le proclamate "riforme strutturali" sono state un trionfo. Ma quale trionfo? E per chi soprattutto? 

Tutti a tirare un sospiro di sollievo perché la Grecia è rimasta nella zona euro. Ma a che prezzo? Ridotta ormai a colonia svenduta alla Germania, la Grecia non fa che prolungare la sua agonia. E, con la sua, anche la nostra. Ne vale la pena?

Oltre l'Euro fornisce risposte a tutte queste domande e vi offre una lettura controcorrente.

Prefazione

INTRODUZIONE di Paolo Becchi

Prima Parte: Uscire dall’euro per salvare Costituzioni, democrazia e diritti in Europa

  • Presentazione
  • “La permanenza nell’euro per l’Italia significa la trasformazione nel Mezzogiorno d’Europa” di Ambrose Evans Pritchard
  • “La Troika e la banalità del male” di Yanis Varoufakis
  • “Dal socialismo all’europeismo reale: come il liberal-stalinismo ha invaso le società europee” di Jacques Sapir
  • “Le unioni monetarie non sono irreversibili. Ce ne sono state tante e hanno tutte creato un’enorme sofferenza. L’euro non è un’eccezione a tutto questo” di Brigitte Granville
  • “In Europa commessi gli stessi errori degli anni Trenta. Nulla è irreversibile in economia, nemmeno l’euro” di Paul De Grauwe
  • “Non è mai esistito nella storia dell’umanità un sistema monetario così assurdo come quello dell’euro” di Alberto Bagnai
  • “Italia: il primo passo per ripartire è recuperare la nostra sovranità psicologica” di Vladimiro Giacché
  • “Il Piano Draghi ideato per salvare l’euro non è politicamente sostenibile” di Pier Giorgio Gawronski
  • “Sulla colonizzazione economica subita e il recupero della sovranità monetaria” di Paolo Savona
  • “L’euro è la fase finale del progetto di deindustrializzazione dell’Italia, iniziato negli anni Ottanta” di Nino Galloni

Seconda Parte: I princìpi neoliberisti della governance dell’Unione Europea e la vittoria del capitale internazionale sullo Stato Sociale

  • Presentazione
  • “Saggio di verità n. 3 sull’Europa e sull’euro: la Grecia” di Giuseppe Guarino
  • “L’Unione Europea, figlia del diritto transnazionale, ha sovvertito il primato del diritto costituzionale” di Carlo Amirante
  • “Nella nuova lotta di classe imposta dalla Troika, i sindacati non hanno ancora capito chi è il padrone” di Lidia Undiemi
  • “Unione Europea: una governance di interessi finanziari che ha superato lo Stato sociale” di Alessandro Arienzo
  • “La governance europea contrasta con i valori democratici dei singoli Stati” di Francesco Borrelli
  • “La fine della sovranità: l’Europa non ha fatto altro che procedere senza i popoli” di Alain De Benoist

Terza Parte: Storia e protagonisti del “vincolo esterno”: il 1992 “giudiziario”, la fine della sovranità e il pericolo di un ordine sovranazionale permanente

    • Presentazione di Cesare Sacchetti
      • “Nel 1992 la magistratura ha attentato alla sovranità nazionale, cancellando un’intera classe dirigente” di Gianni de Michelis

POSTFAZIONE: UN NECESSARIO DISTINGUO di Paolo Savona

EditoreArianna Remainder
Data pubblicazioneSettembre 2015
FormatoLibro - Pag 256 - 15 x 21 cm
ISBN8865880740
EAN9788865880746
Lo trovi in#Economia e Finanza etica
MCR-NR 96845
Paolo Becchi

Paolo Becchi è professore ordinario di Filosofia del diritto presso l’ Università di Genova, dove è nato. È opinionista de «Il Fatto Quotidiano online» e collabora con «Libero» e «Mondoperaio». Autore di molti libri. Leggi di più...

Alessandro Bianchi

Alessandro Bianchi, nato a Roma, dirige il sito di politica internazionale "L'Antidiplomatico" Leggi di più...

Dello stesso autore


Vedi tutte le pubblicazioni

Prodotti correlati


I Rothschild e gli Altri - Libro

(14)

€ 8,33 € 9,80 (15%)

UniSex - Libro

(11)

€ 10,03 € 11,80 (15%)

Il Trattato Transatlantico - Libro

(6)

€ 8,33 € 9,80 (15%)

Scie Chimiche - La Guerra Segreta - Libro

(42)

€ 14,37 € 16,90 (15%)

L'Istituto Tavistock - Libro

(17)

€ 9,78 € 11,50 (15%)


nessuna recensione

Scrivi per primo una recensione
Scrivi una recensione

Articoli più venduti


Il Potere del Cervello Quantico - Libro

(569)

€ 13,35 € 15,70 (15%)

Medical Medium - Libro

(11)

€ 14,88 € 17,50 (15%)

Incrollabile - Libro

€ 14,03 € 16,50 (15%)

Abbondanza Miracolosa - Libro

(2)

€ 16,58 € 19,50 (15%)

Il Cibo del Risveglio - Libro

€ 10,63 € 12,50 (15%)

Vivere Momento per Momento - Libro

(5)

€ 9,00 € 12,00 (25%)

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. — Nimaia e Tecnichemiste