+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08-19, Sab 08-12

Biodivercity — Libro

Città aperte, creative e sostenibili, che cambiano il mondo

Elena Granata




Prezzo di listino: € 16,00
Prezzo: € 13,60
Risparmi: € 2,40 (15%)
Prezzo: € 13,60
Risparmi: € 2,40 (15%)

Acquistati insieme


Descrizione

La città contemporanea è un luogo della sintesi imperfetta tra opposti: l’alto e il basso, il singolare e il molteplice, il poco e il troppo, il mescolato e il distinto.

È il luogo in cui si moltiplicano esperienze di partecipazione dal basso, di condivisione di tempi e di beni. In cui si radicalizzano comportamenti individuali, chiusure e atteggiamenti difensivi verso lo straniero e il diverso, alla ricerca di comunità tra simili, rassicuranti e protette.

Le città sono le prime responsabili dei cambiamenti climatici, da cui dipendono molti dei comportamenti più distruttivi del pianeta, d’altro canto sono proprio le città a essere oggi il laboratorio possibile di ogni cambiamento ecologico.

Per questo ragionare su di loro è non solo utile, ma ormai indispensabile.

Prefazione

Tutto e il contrario di tutto

  • Cosa ci siamo persi 
  • Biodiversità urbana
  • Quella febbrile eccitazione
  • Momenti di ordinaria felicità
  • Ecosistemi aperti e plurali
  • Forme di vita e modi d’abitare
  • Note

CAPITOLO 1 - La diversità crea 

  • La ferrovia che diventa un parco
  • Il progetto è un atto rivoluzionario
  • Il genio contemporaneo
  • Pensare è un’azione collettiva
  • Il tempo dei rigeneratori urbani
  • L’architettura dei rifiuti
  • Non è più tempo di disgiungere
  • La terra vista da (troppo) lontano
  • Note

CAPITOLO 2 - Azioni divergenti

  • Funivie che sorvolano le città
  • Fare i conti con la dismisura
  • Gli architetti delle decisioni
  • Ottanta tonnellate di ghiaccio
  • Muoversi è un diritto civile
  • Il riscatto di Medellin
  • Reazioni a catena, soluzioni alternative
  • Fare più con meno: ricette indiane
  • Le dighe che fermano il tempo
  • Note

CAPITOLO 3 - Natura contro natura

  • Piazze che si allagano a Rotterdam
  • Città che imparano dalla natura
  • Una foresta sul lungomare
  • In nome di Venezia, contro Venezia
  • La risorsa dei beni comuni
  • Quando il bosco è verticale
  • I giardinieri volanti e i loro colleghi
  • Se le città fossero commestibili
  • Le trappole del bene assoluto
  • Le debolezze del racconto ecologico
  • Note

CAPITOLO 4 - Ambiente ipersignificante

  • Cose da fare prima dei dodici anni
  • Un asilo rumoroso e senza muri a Tokyo
  • Il gioco e lo spazio tra le case
  • Anche il vuoto ha valore
  • La mescolanza nello spazio urbano
  • L’urbanità e i suoi nemici
  • L’economia degli spazi senza volto
  • Le nuove fabbriche degli operai del digitale
  • Prendersi cura di spazi e persone
  • Note

CAPITOLO 5 - Trasgressioni virtuose

  • Un’abbazia del tempo moderno
  • Rischio e territori fragili
  • Ricostruire: né dov’era, né com’era
  • Il paesaggio è l’eros della terra
  • Circoli virtuosi ed efficaci
  • I devianti creativi di Joi Itō
  • Riace: un gioco a somma positiva
  • Enclave e arcipelaghi in Palestina
  • L’Europa dei nuovi confini
  • In Statu Quo: le forme della prossimità
  • Note

CAPITOLO 6 - L’intelligenza connette

  • Manifattura a chilometro zero
  • L’università va nella foresta
  • Ven-To e i fili del paesaggio
  • Pensare le connessioni
  • Città davvero intelligenti?
  • Biodiversità urbane e tecnologie
  • I limiti di una città digitale
  • La connettività è il nostro destino
  • Note

Bibliografia 

Editore Giunti Edizioni
Data pubblicazione Aprile 2019
Formato Libro - Pag 235 - 14 x 21,5 cm
ISBN 8809871251
EAN 9788809871250
Lo trovi in Libri: #Bioedilizia
MCR-NR 166351

Elena Granata, docente di Analisi della città e del territorio e Geografia urbana al Politecnico di Milano, è autrice di numerosi testi. Leggi di più...

Dello stesso autore


Vedi tutte le pubblicazioni

Spesso acquistati insieme



nessuna recensione

Scrivi per primo una recensione
Scrivi una recensione

Articoli più venduti


Macrolibrarsi, di Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente, 1705 47522 Cesena (FC) - P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409 - Reg. Impr. di Forlì-Cesena n.293305 - Capitale Sociale € 12.000 I.V. - Licenza SIAE 4207/I/3993 — SDI NSIIURR