Torna su ▲

Rudolf Steiner

Il nuovo libro di Steiner

Rudolf Steiner

tratto da "Rudolf Steiner - Scritti Scelti - Parte Prima" a cura di Axel Burkart

"L’IMPORTANZA DI RUDOLF STEINER - ALLORA E OGGI"


Rudolf Steiner – un gigante dell’età moderna
...

Il 27 febbraio 1861 nasce in Europa un gigante spirituale: Rudolf Steiner. Probabilmente lui non avrebbe mai permesso questa definizione, poiché nel suo atteggiamento di umiltà nei confronti della creazione avrebbe sostenuto di aver semplicemente compiuto il proprio dovere e di essersi messo al servizio del grande piano. Ciononostante desidero continuare a chiamarlo in questo modo a causa di una sensazione personale, sicuramente condivisa da altri, che mi ha colpito nel momento in cui sono entrato in contatto con questo grandissimo profeta dell’era moderna.

Presentare un compendio esaustivo della sua opera è una sfida, dato che le dimensioni del suo contributo profetico e intellettuale, non solo in ambito spirituale, ma anche sociale, hanno un carattere che va al di là di ogni confine. Il suo messaggio, trasmesso mediante il ben noto concetto di antroposofia, può essere sondato a fondo solo attraverso un lavoro personale, come lui stesso continuava a sottolineare. Con questo libro si osa fare un ulteriore tentativo di onorare quest’opera e di farla conoscere a molte persone. Proprio quest’ultimo è un grosso problema. L’opera di Rudolf Steiner è talmente vasta che oggi in proporzione è senz’altro solo una piccola parte dell’umanità ad occuparsene.

Costoro lo fanno perché Rudolf Steiner accenna ai segreti più profondi della nostra vita, quelli che toccano la nostra anima, e perché offre effettivamente le soluzioni a svariati problemi.

 

Rudolf Steiner visse dal 1861 al 1925, morì quindi a 64 anni. Fu uno dei precursori della nuova era, che ebbe inizio al principio del XX secolo. Si è trattato di una svolta epocale, nel vero senso della parola. Albert Einstein e Max Planck sono stati due di quei geni che hanno fondato una nuova fisica, oltre ai numerosi scienziati come i coniugi Curie, Niels Bohr, Erwin Schrödinger e Werner Heisenberg. Un’ulteriore rivoluzione è avvenuta nella matematica, che è tuttora legata ai nomi di Cantor, Weyl, Riemann, Hilbert, Dedekind, Russell, Whitehead e molti altri. Anche la chimica celebrava sconvolgimenti fondamentali, esattamente come la medicina con Pasteur e la psicologia con Sigmund Freud e C.G. Jung. Nell’elettrotecnica, Tesla e altri scoprivano la rivoluzionaria trasmissione senza fili, la corrente alternata e molte altre tecniche avanguardistiche e, parallelamente a tutto ciò, cominciava il rapidissimo sviluppo dell’industria automobilistica e dell’aeronautica, che oggi dominano la nostra vita sulla terra e nel cielo.

Fu un’epoca di rivoluzioni spirituali con impostazioni di pensiero del tutto nuove e in rottura con molti vecchi modelli di conoscenza. Di pari passo a questa fioritura del pensiero scientifico, che comunque anche con la diffusione della teoria dell’evoluzione di Charles Darwin ci avrebbe condotti ad una concezione del mondo materialistica e completamente unilaterale, si manifestò un’altra rivoluzione nell’ambito degli insegnamenti spirituali. Helena Blavatsky, la grande esoterica con doti medianiche, era molto impegnata con la teosofia e rese popolari sia l’occultismo che lo spiritismo, in seguito spesso collegato ad esso e altrettanto unilaterale. In queste correnti, che abbracciavano grandi parti della popolazione fino a cerchie molto elevate e di cui purtroppo fece abuso anche il regime nazista, si manifestava il forte bisogno degli esseri umani di comprendere la propria vita a livello più profondo – soprattutto in considerazione della spaventosa prima guerra mondiale, che aveva causato ai popoli dolore e miseria indicibili.

Questa guerra atroce costringeva le persone a porsi le domande «Che cosa viene dopo?» e «Qual è il senso di questa follia o non c’è alcun senso?». Il fattore scatenante per le persone fu l’elaborazione dei traumi, del lutto e degli eventi bellici che avevano scosso violentemente gli animi umani.

Ed ecco che in questo periodo fece la sua comparsa un uomo in grado di fornire informazioni su tutte queste domande decisive della vita, e non in maniera speculativa, dogmatica, eretica e neppure unilaterale, ma da un punto di vista autenticamente interiore e, nel contempo, da un pensiero estremamente scientifico. A molti “Rudolf Steiner” apparve come un raggio di luce sullo scuro orizzonte della vita, in particolare del destino dell’Europa. Un raggio di luce che diffondeva soprattutto la speranza. Dava consolazione alle molte anime ferite, poiché mostrava la grande connessione cosmica in cui noi uomini siamo inseriti. Indicava la grandiosità, l’unicità, ma anche la responsabilità dell’uomo. Per questo uno degli scopi di questo libro è anche quello di far capire che cos’ha fatto di così importante Rudolf Steiner per gli esseri umani nei tempi del bisogno. Tenteremo di farlo fornendo una panoramica della sua opera.

Ogni anno viene conferito il premio Nobel a persone che hanno realizzato il massimo in determinati settori. Di certo non sono il solo a pensare che Rudolf Steiner si sarebbe meritato un premio Nobel, e precisamente il Nobel per la pace, che sarebbe l’unico adeguato alla sua produzione. Se prendiamo in considerazione l’opera di Rudolf Steiner, dobbiamo chiederci come mai le sue cognizioni non siano ancora state integrate nella nostra società.

A questo proposito va notato anche il fatto che i politici di primo piano mandano i propri figli alla scuola steineriana, ma nel loro ambito di responsabilità politica non mostrano il coraggio di inglobare questa pedagogia anche nel sistema scolastico pubblico. È un fenomeno tipico del nostro tempo che a noi e ai nostri politici risulti difficile mostrare coraggio civile e prendere posizione apertamente in pubblico, soprattutto se ci si deve esporre ad un vento contrario. È vero che l’insegnamento di Rudolf Steiner stimola il nostro coraggio civile, ma nel contempo offre soluzioni reali ai grandi problemi della nostra epoca.

 

In base alla catalogazione degli amministratori del lascito di Dornach (Svizzera), la sua opera omnia è costituita da oltre 350 testi, di cui più di 30 libri sono stati scritti dallo stesso Steiner. Questi libri vengono definiti le sue opere nell’edizione integrale. Nel corso della sua attività, però, Rudolf Steiner ha tenuto instancabilmente anche conferenze, che sono state stenografate e successivamente pubblicate, anche se in origine ciò non era stato programmato. C’è una distinzione fra le conferenze pubbliche, con le quali ha cominciato il suo operare direttamente dopo la svolta del secolo nel 1901, e le conferenze nell’ambito della sua Società Antroposofica, fondata nel 1913 a Dornach, che avevano un contenuto più intimo e più profondamente esoterico, ed erano quindi state pensate, in un primo tempo, per un pubblico selezionato. Rudolf Steiner tuttavia fece presente che era giunto il tempo di comunicare all’umanità intera le conoscenze segrete interiori, generalmente note con i nomi “esoterismo”, “scienze occulte” o “sapere iniziatico”.

 

La teosofia non è sempre stata insegnata come oggi in conferenze e libri accessibili a tutti. Un tempo la teosofia era considerata qualcosa da insegnare solo in piccole cerchie ristrette. La conoscenza si limitava alle cerchie degli iniziati, alle confraternite occulte; la collettività doveva solo ricevere i frutti di questa conoscenza. Non si sapeva molto della loro conoscenza e delle loro azioni,e neppure del luogo in cui operavano. Quelli che il mondo conosce come i grandi uomini della storia non erano in realtà i più grandi. I maggiori iniziati non si mostravano in pubblico… Negli ultimi tempi si è abbandonato questo metodo; ora gli insegnamenti elementari vengono impartiti pubblicamente.(8)

 

Il numero delle conferenze pubbliche ammonta a oltre 320 e gli scritti che le accompagnano comprendono circa 10.000 pagine. Le opere redatte direttamente da lui assommano a più di 6.000 pagine. Le pubblicazioni delle sue circa 3.500 conferenze interne, contenute in 250 libri, sono costituite all’incirca da 100.000 pagine. Da più di 80 anni l’eredità di Rudolf Steiner viene amministrata dalla Società Antroposofica, la cui sede si trova tuttora a Dornach nel Goetheanum costruito dallo stesso Steiner, ed è ad essa che dobbiamo l’esistenza della sua opera omnia in forma scritta, accessibile a tutti.

Ma è proprio l’imponente vastità di quest’opera omnia a intimidire di primo acchito chi sta seriamente cercando.

Scopo di questo libro è quindi prima di tutto offrire al lettore interessato la possibilità di un approccio semplice, ma mediante una rappresentazione completa, dell’essenza dell’insegnamento di Rudolf Steiner. Dopo di che potrà decidere di studiare i suoi libri in base all’argomento e all’interesse. Il secondo obiettivo è quello di rendere accessibile al più vasto numero di persone possibile quest’opera e i suoi contenuti, per noi tutti importanti. Come terza intenzione abbiamo quella di rendere giustizia a Rudolf Steiner e non falsare in nessun modo il suo insegnamento, bensì trasmetterlo attraverso le sue parole. Scopo di questo libro è soprattutto quello di dimostrare l’importanza della sua opera per i problemi della nostra epoca, per i quali, e non stiamo esagerando, Rudolf Steiner ha delle effettive soluzioni da offrire. Ma fintantoché i politici, gli scienziati e l’élite intellettuale del nostro tempo continueranno a opporre i loro pregiudizi ad una seria ricerca della verità, l’umanità dovrà subire questa discrepanza. Questo libro non intende quindi fornirci solo delle conoscenze per noi stessi, ma tratta di argomenti sociopolitici di grande importanza. Rudolf Steiner non è mai stato attuale come oggi.

Su Steiner sono state scritte numerose biografie, nelle quali la sua evoluzione e il suo operare vengono descritti dettagliatamente. Da parte mia sono intenzionato a portare alla luce la grandezza del suo spirito, del suo dono profetico e del suo genio mediante un’antologia dei suoi testi. Come già accennato, il mio obiettivo è quello di creare oggi, a distanza di 80 o 100 anni, una relazione fra il suo vastissimo insegnamento e la nostra situazione attuale, strutturando gli argomenti della sua opera e trasponendoli nel linguaggio del nostro tempo, del nostro pensiero e della nostra vita.

...
Senza dubbio Rudolf Steiner è stato uno dei più grandi, e le sue conoscenze, le sue rivelazioni e la sua antroposofia possono fungere da misuratore per tutte le teorie, sia per le scienze interiori che per quelle esteriori, che si interessano dello spirito e della vita. Per questo è così importante prestare maggiore attenzione a questo insegnamento e far sì che raggiunga un numero maggiore di persone.

Per i grandi problemi della nostra società abbiamo bisogno di un sapere che ci faccia trovare delle soluzioni al di là delle impostazioni materialistiche del nostro tempo. Per fondare un nuovo sistema di istruzione non possiamo più accontentarci dell’educazione superficiale che esercitiamo oggi. Non possiamo continuare ad insegnare cose da tempo superate e ad istruire i nostri figli in una cultura che ignora completamente le dimensioni spirituali. Anche il nostro sistema economico non può andare avanti di questo passo e persino l’agricoltura non può più essere praticata in un modo che distrugge sempre più le nostre materie prime. Non possiamo nemmeno più tollerare una medicina che considera l’uomo solo come una massa materiale di cellule, per dirla in modo propagandistico e provocatorio. È indispensabile un pensiero veramente nuovo, esauriente e completo, che includa anche le dimensioni spirituali della nostra vita. In questo periodo di grande confusione nel mondo, di conflitti sempre più estesi e anche di aumento della ricerca delle verità profonde, è assolutamente necessario comunicare agli esseri umani le conoscenze sulle dimensioni spirituali della vita di cui disponiamo. Non può quindi essere trascurata l’imponente opera di Rudolf Steiner, che fino ad oggi è del tutto unica nel suo genere.

Il contenuto della dottrina antroposofica di Rudolf Steiner è di importanza vitale per la nostra società e per la Terra, e sembra quasi un anacronismo che nella nostra Europa così culturalmente e spiritualmente avanzata un potenziale di tale grandezza spirituale venga così poco apprezzato, e addirittura non solo ignorato ma pure screditato da molte fonti, anche ufficiali. È una cosa che non possiamo più permetterci, se non vogliamo sprofondare in situazioni ancor più catastrofiche.

 

Proprio questo andremo a dimostrare, che sensazione e rappresentazione sono un mondo reale e che il futuro non solo della Terra, ma dell’umanità intera dipende dal modo di pensare dell’uomo
....
Nell’opera di Rudolf Steiner sono presenti tutte le domande sui segreti della vita e sull’enigma della natura: Che cos’è la vita e come nasce? Che cos’è lo spirito, che cos’è l’anima? Che cos’è l’amore? Dio esiste? Qual è il vero significato del Cristo? C’è una vita dopo la morte? E molte altre.

....

libri su Rudolph Steiner

 

 

 

Rudolf SteinerTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Rudolf Steiner

Rudolf Steiner nasce nel 1861 a Kraljevic (allora Impero Austro-Ungarico, oggi Croazia). Figlio di un capostazione austriaco, già all'età di sette anni al comune principio di realtà associa percezioni e visioni di realtà ultra mondane: "distinguevo cioè esseri e cose 'che si vedono' ed esseri e cose 'che non si vedono'.
Nel 1879 Steiner inizia i suoi studi di matematica e scienze all'Università di Vienna frequentando anche corsi di letteratura, filosofia e storia occupandosi a fondo, fra l'altro, di studi su Goethe. A Weimar nel 1890 diviene collaboratore dell'Archivio di Goethe e Schiller (tanto che curerà l'edizione degli scritti scientifici di Goethe promossa da questa istituzione). Sempre nello stesso anno, la sorella di Nietzsche propone a Steiner di curare il riordino dell'archivio e degli scritti inediti del fratello.

Nel 1891 si laurea in filosofia con una tesi su temi di gnoseologia che verrà pubblicata nel suo primo libro "Verità e scienza" nel 1892. Nel 1894, invece, pubblica un altro celebre scritto la "Filosofia della Libertà ".
Nel 1895 pubblica presso l'editore Emil Felber lo scritto: "Friedrich Nietzsche, un lottatore contro il suo tempo", cura un'edizione in dodici volumi dell' opera omnia di Schopenahauer e un'edizione in otto volumi delle opere di Jean Paul.

Dal 1897, senza avvelersi di manoscritti, Steiner inizia la sua attività di insegnante e conferenziere che lo porterà in giro per il mondo effettuando più di 6000 conferenze e pubblicando 28 libri su argomenti che spaziano dalla filosofia, alla medicina, dalla matematica e fisica all'agricoltura, dall'economia alla pedagogica e all'architettura. Le conferenze, poi stenografate, sono raccolte assieme agli scritti in 354 volumi che costituiscono l'opera omnia di Steiner.

Un'altra eccentrica caratteristica delle esposizioni di Rudolf Steiner è che, a partire dal 1914 circa, si avvale di un nuovo mezzo espressivo che si interpone all'atto linguistico: in pratica, disegna con gessi colorati su una o più lavagne. Una sua allieva, Emma Stolle, decide così di stendere sulla superficie delle lavagne del cartoncino nero. Si sono in questo modo conservati qualcosa come 1100 disegni, che vanno ad accompagnarsi alla produzione per così dire più accademica e tradizionale della sua opera. Nel 1958 Assja Turgenieff espone per la prima volta i disegni alla lavagna ad una mostra d'archivio a Dornach.

Nel 1904 appare "Teosofia, introduzione alla conoscenza sovrasensibile all'autodeterminazione umana": il libro stimola Kandinsky (che scriverà, influenzato da Steiner "Lo spirituale nell'arte" e desta sospetto in Paul Klee, come si può ricavare dai giudizi che il pittore dà del nostro autore sulle apgine dei "Diari".

In occasione del congresso internazionale della Società Teosofica che si tiene a Monaco nel 1907 mette in scena il dramma di Eduard Schuré "Il mistero di Eleusi". In quel periodo viene edificato a Dornach (Basilea, Svizzera) il Goetheanum, progettato da Steiner interamente in legno, a doppia cupola.

Nella notte di San Silvestro del 1922, però, l'edificio viene distrutto da un incendio. Rudolf Steiner realizza prontamente un secondo edificio interamente in cemento armato (edificato, dopo la sua morte, tra il '25 e il '28).

Muore a Dornach, vicino Basilea (Svizzera) il 30 marzo 1925.

L'eredità poderosa di conoscenze innovative e di iniziative che Steiner ci ha lasciato hanno prodotto nel mondo una vasta serie di iniziative nei vari campi delle attività umane tra cui emerge l'agricoltura biodinamica, la medicina antroposofica, l'euritmia, l'arte della parola, la pedagogia steineriana (scuole waldorf), l'architettura vivente. Nel Goetheanum si svolgono le attività della Libera Università di Scienza dello Spirito, le attività artistiche e teatrali, convegni, meetings e concerti.

 

Articoli correlatiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Rudolf Steiner - Scritti Scelti - Parte Prima

Raccolta commentata dei concetti fondamentali di Rudolf Steiner

Rudolf Steiner

Remainder
€ 8,25 € 16,50 (-50%)
Avvertimi quando disponibileRichiesto da 61 visitatori
Fuori Catalogo

Libro - Alaya Remainder - Luglio 2004 - Corpo, mente e spirito

Rudolf Steiner è un gigante dell'era moderna e questa antologia commentata è un'opera unica perché propone gli insegnamenti più significativi del fondatore dell'Antroposofia, finora sparsi in centinaia di trascrizioni... scheda dettagliata

 

Macrolibrarsi Assistenza Chat

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI