Torna su ▲
Avvento 2016
Idee Regalo

Il doping della carne da mangiare

Anabolizzanti, ormoni e antibiotici

Il doping della carne da mangiare

Boicottare per Credere

Come si legge ottimamente sul sito di Peacelink gli ultimi eventi, di cui i mass media hanno dato notizia, legati alla qualità della carne in commercio, confermano che il trend della globalizzazione sta sfasciando qualsiasi ambito produttivo e sta deprivando i cittadini del mondo anche delle più comuni norme di sicurezza in campo nutrizionale e salutistico. È chiaro, cioè, che le grandi industrie agroalimentari hanno delocalizzato la produzione nei paesi del sud del mondo, e in Europa hanno ristrutturato i processi produttivi in modo tale che la carne pregiata sia venduta a costi molto bassi. La risposta locale è allora una produzione scriteriata, al di fuori delle leggi, con il fine frenetico di produrre sempre più carne nel minor tempo e al minor costo possibile per essere competitivi sul mercato.

Polli, tacchini, conigli, maiali, vitelli ecc. vengono sempre più allevati intenzionalmente con l'uso di sostanze nocive per la salute umana, ma che hanno effetti sulla incentivazione della produzione di carne negli animali.

Alcune di queste sostanze sono veramente tossiche per l'uomo: cloramfenicolo, boldenone, steroidi anabolizzanti ecc. hanno effetti sulla salute che vanno da quelli addirittura ancora sconosciuti agli scompensi al sistema linfatico e sino alla cancerogenicità. Senza contare poi altri effetti che derivano dalla presenza nelle stesse carni di ormoni, antibiotici e altri prodotti chimico-farmaceutici che vengono di prassi somministrati agli animali da allevamento.

Cosa fare allora di fronte a una situazione che negli anni sembra non avere più soluzioni? Le reazioni che vediamo sono solitamente di due tipi. Ci si batte il petto per il senso di colpa nell'aver contribuito a edificare questa società dissennata e però necessaria, cercando di mediare e trovare dei compromessi, oppure ci si scaglia con indignazione contro gli avvelenatori accusandoli di ogni ignominia, addossando loro ogni responsabilità e invocando maggiore repressione.

A nostro parere, tuttavia, questi due atteggiamenti non ottengono risultati benefici e non portano ad una soluzione del problema. L'unica via di scampo è infatti secondo noi cambiare le regole su cui è oggi imperniata la società. Certo, queste possono sembrare parole fuori luogo o esagerate, ma solo reimpostando i valori su cui si fonda la comunità (benessere collettivo e non benessere dei più scaltri, solidarietà e non sfruttamento, soddisfazione dei bisogni e non dei desideri inconvulsi o indotti, evoluzione interiore e non rincorsa idolatrica di denaro/potere) sarà possibile troncare alla radice tutte le future complicazioni che derivano dalla globalizzazione e che impoveriranno altrimenti l'esistenza su questa terra, sino a renderla molto invivibile per la maggior parte dei suoi abitanti, umani e non.

Come si inizia? Boicottando per quello che si può le multinazionali, la grande distribuzione e i supermercati e cercando di tessere delle reti senza intermediari "dal produttore al consumatore" che si fondino sulla conoscenza diretta o sull'amicizia, fiducia e simpatia tra persone che condividono nuovi schemi di pensiero per questo mondo: il biologico, l'agricoltura e il commercio locale, le relazioni non competitive, la cooperazione, il boicottaggio delle banche ecc.).

Piano piano, certo. Ma costantemente, da qui all'infinito...

Valerio Pignatta

 

Zootecnia dopata: sostanze illegali provenienti da 9 paesi esteri di cui 5 dell'UE
Dichiarazione di Marco Moruzzi responsabile nazionale agricoltura Commissione Europea

"L'indagine dei carabinieri del NAS di Bologna, che operano sotto il coordinamento della Procura di Rimini, è la più estesa azione effettuata in questi anni in Europa contro la produzione, il commercio e l'uso clandestino di farmaci e sostanze chimiche proibite destinate alla zootecnia per accelerare la crescita degli animali negli allevamenti intensivi.
Dalle fonti ufficiali emerge che ci troviamo di fronte a ben 40 sostanze diverse, alcune sono cancerogene, in particolare una il (17beta boldenone) è stata individuata per la prima volta in Europa, mentre molte altre contengono addirittura percentuali di sostanze sconosciute e sospette a detta dello stesso Comando dei Carabinieri per la Sanità. Non si tratta di farmaci scaduti o trafugati, ma di prodotti appositamente fabbricati per il mercato clandestino.
Non ci troviamo di fronte ad una organizzazione criminale italiana ramificata in 31 province, specializzata nel reperimento di antibiotici, chemioterapici, farmaci ed ormoni provenienti dal circuito commerciale, ma di una vera rete clandestina che parte dall'estero, dove si produce su commissione per alimentare un traffico che evidentemente non si limita al nostro territorio.

L'organizzazione coinvolge ben 24 società con tanto di laboratori e centri di produzione che hanno lavorato per alimentare questo traffico illegale proveniente da: Svizzera, Cina, San Marino, Spagna, Olanda e Germania, Belgio , Est Europeo e Tailandia.
Questi prodotti circolano come fossero sostanze stupefacenti e già negli anni scorsi alcuni organi di stampa avevano addirittura collocato questo business tra le principali fonti di entrata della criminalità organizzata.
Ritengo che non si debba criminalizzare in modo generalizzato la zootecnia italiana, poiché all'estero le condizioni di allevamento spesso sono più esasperate di quelle nazionali, agli addetti ai lavori sono noti i "famigerati" mega allevamenti dei Paesi Bassi. Negli Stati Uniti l'uso degli ormoni è addirittura consentito per legge e praticato correntemente.
Si deve dare atto che in Italia la rete dei veterinari pubblici è la più estesa d'Europa. Ciò non toglie che dopo questa vicenda si devono ridiscutere anche a livello europeo nuove regole comuni per la gestione degli allevamenti.

E' un dato di fatto che la rincorsa al ribasso del prezzo della carne sta creando grandi difficoltà proprio agli allevatori più responsabili, che non considerano gli animali una macchina da carne e che non vogliono produrre "cibi spazzatura".
Per tutelare gli allevatori seri ed i consumatori occorre rivedere anche il sistema di controllo, dato che la ricerca di antibiotici e ormoni nelle carni, come quelli individuati in questo traffico illecito, sono ridotti al lumicino a causa dell'elevato numero di principi attivi da ricercare.
Il Decreto Legislativo 336 del 1999 prevede ad esempio che nel settore avicolo, anabolizzanti ormoni ed antibiotici vengano ricercati, dopo la macellazione, su 12 polli su 1.000.000.
Penso che sia evidente che queste quantità di controlli hanno scarso effetto dissuasivo.
I Verdi chiederanno l'istituzione dell'inchiesta parlamentare, e nei prossimi giorni si attiveranno affinché la Commissione Europea riferisca al Parlamento Europeo sull'efficacia del sistema europeo di controllo sull'uso degli antibiotici e ormoni negli allevamenti.

 

Lo Staff di Macrolibrarsi.itTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!

Articoli correlatiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Le Fabbriche degli Animali

Alle origini dell'insicurezza alimentare

Enrico Moriconi

€ 18,00
Non disponibile

Libro - Edizioni Cosmopolis - Gennaio 2001 - Critica e denuncia al sistema sanitario

A sei anni dalla prima edizione Enrico Moriconi ripropone un viaggio nella realtà degli allevamenti industriali. Dopo gli scandali BSE e polli alla diossina, si sono affacciati alle pagine della cronaca nuovi e ancor più... scheda dettagliata

Malati di cibo

Storia della mucca pazza

Pierre-Marie Lledo

€ 15,00
Disponibilità: 5 giorni

Libro - Raffaello Cortina Editore - Gennaio 2001 - Critica e denuncia al sistema sanitario

Ricostruendo l'intera vicenda "mucca pazza" alla luce delle più recenti acquisizioni scientifiche, Pierre-Marie Lledo ci offre un quadro esaustivo degli aspetti biologici e medici della patologia, senza trascurarne le... scheda dettagliata

Generazione Mucca Pazza

Un'inchiesta sul nostro futuro

F. Perucca

Remainder
€ 4,65 € 7,75 (-40%)
Avvertimi quando disponibileRichiesto da 1 visitatore
Fuori Catalogo

Libro - Fanucci Editore - Gennaio 2001 - Critica e denuncia al sistema sanitario

Cos’è il morbo della mucca pazza? Cos’è un prione? Cos’è la nuova variante della malattia di CreutzfeldtJakob? Rischiamo davvero di essere tutti contagiati, come per una nuova epidemia? Bisogna rinunciare... scheda dettagliata

Homo Sapiens e Mucca Pazza

Antropologia del rapporto con il mondo animale

Annamaria Rivera

€ 13,43
Avvertimi quando disponibileRichiesto da 2 visitatori
Fuori Catalogo

Libro - Dedalo - Gennaio 2000 - Attualità

Indagare criticamente il rapporto umani-animali può contribuire a mettere in discussione le arroganti certezze che istituiscono frontiere invalicabili fra cultura e natura, mondo umano e mondo animale, e in tal modo, a... scheda dettagliata

Vacche sacre e mucche pazze

Il furto delle riserve alimentari globali

Vandana Shiva

€ 12,00 Solo 2 disponibili: affrettati!
Disponibilità: Immediata

Libro - DeriveApprodi - Novembre 2007 - Globalizzazione

Il diritto all’autoproduzione, a consumare in base alle priorità culturali e a criteri di sicurezza, é stato reso illegale dalle nuove regole del commercio globale. Al contrario, il diritto delle multinazionali a imporre... scheda dettagliata

Sugar Blues 2

Nuovi veleni senza calorie aggiunte. Aspartame saccarina e altri dolcificanti artificiali

Lorenzo Acerra

Remainder
€ 4,45 € 8,90 (-50%)
Avvertimi quando disponibileRichiesto da 111 visitatori
Fuori Catalogo

Libro - Macro Remainders - Gennaio 2000 - Alimentazione e Salute

Riflettori puntati su alcune mostruosità compiute nell’industria alimentare e che inconsapevolmente ci ritroviamo nella borsa della spesa. In particolare è proposta una documentatissima relazione sui dolcificanti... scheda dettagliata

Alluminio

Usi e abusi

Giuseppe Chia

Remainder
€ 5,50 € 11,00 (-50%)
Avvertimi quando disponibileRichiesto da 23 visitatori
Fuori Catalogo

Libro - Macro Remainders - Gennaio 2003 - Critica e denuncia al sistema sanitario

Già molti dei nostri nonni erano a conoscenza della pericolosità dell’alluminio quando viene a contatto con gli alimenti. Questa sapienza, molto diffusa nella prima parte del secolo scorso, si è poi via via affievolita... scheda dettagliata

Nel piatto

Salute, sicurezza e futuro del cibo

Brian J. Ford

€ 14,50
Fuori Catalogo

Libro - Edizioni Ambiente - Gennaio 2002 - Alimentazione e Salute

Il nostro futuro dipende dal cibo, che condiziona la nostra salute, sostiene le nostre strutture sociali e, spesso, determina le priorità della politica mondiale. Un'analisi approfondita e puntuale delle tecniche di... scheda dettagliata

L'Imbroglio nella Zuppa

Cosa bolle in pentola nel "nuovo mondo" del cibo

Hans-Hulrich Grimm

(1)
€ 24,00 Solo 1 disponibile: affrettati!
Disponibilità: Immediata

Libro - Andromeda Edizioni - Gennaio 2001 - Alimentazione e Salute

La lettura di questo libro suscita alternativamente stupore per i trucchi della chimica alimentare e indignazione perché veniamo tutti presi in giro. L’industria dell’alimentazione offre complessivamente 7.000... scheda dettagliata

La Droga Nascosta: i Fosfati Alimentari

Traduzione di A. Massarotti

Hertha Hafer

€ 30,00 Solo 1 disponibile: affrettati!
Disponibilità: Immediata

Libro - Andromeda Edizioni - Gennaio 1990 - Critica e denuncia al sistema sanitario

Un testo prezioso e illuminante, finalmente in italiano, che individua nei fosfati le cause di disturbo del comportamento dei bambini, dei fallimenti scolastici e della criminalità minorile. Un libro che in Germania è da... scheda dettagliata

Gli additivi - La cucina del diavolo 2

Come riconoscere le sostenze nocive aggiunte in ciò che mangiamo

Marina Mariani, Stefania Testa

(3)
Remainder
€ 4,50 € 9,00 (-50%)
Fuori Catalogo

Libro - Macro Remainders - Settembre 2003 - Attualità

Conservanti, gelificanti, addensanti, emulsionanti, aromatizzanti ecc. E420... sorbato di potassio... colorato con xantofille... Alcune tra queste sostanze, nonostante ne sia consentito l'uso entro limiti ben precisi, sono... scheda dettagliata

Il piacere del mangiar sano

La scienza dell'alimentazione viva

Christian Tal Schaller

(1)
€ 4,90 € 9,80 (-50%)
Avvertimi quando disponibileRichiesto da 8 visitatori
Fuori Catalogo

Libro - Macro Edizioni - Settembre 2003 - Alimentazione e Salute

Per la maggioranza degli abitanti dei paesi occidentali, l'alimentazione è una fonte di problemi senza fine... La causa di questi problemi è semplicemente la disinformazione che ci lascia abbandonati ai capricci della... scheda dettagliata

Possiamo aiutarti?

assistenza clienti

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI