Avvisami quando l'articolo sarà disponibile ×
Photoreading (Lettura Fotografica)
Photoreading (Lettura Fotografica)

Come possiamo contattarti?




Ti contatteremo via email solo quando il prodotto sarà disponibile.
N.B. Il servizio è gratuito e senza impegno di acquisto. Non è equivalente alla prenotazione di un prodotto.

Informativa privacy

Torna su ▲
Photoreading (Lettura Fotografica)

Paul R. Scheele

Photoreading (Lettura Fotografica)

Come leggere, comprendere e memorizzare i contenuti di un libro in un ora!

(17)
11 visitatori hanno richiesto di essere avvisati
Prezzo € 19,00

Promo Macrolibrarsi

SAPEVI CHE?

- Il reso è gratuito entro 15gg
- Puoi Pagare in contanti alla consegna senza supplemento
- In regalo il numero 37 di ViviConsapevole per ogni ordine

Promo Macrolibrarsi

Libro + Corso

Acquista un libro Alessio Roberti Editore e frequenta il corso Gratuito!

Scopri tutti i dettagli

Ti piace questo libro?
    Photoreading (Lettura Fotografica) - Come leggere, comprendere e memorizzare i contenuti di un libro in un ora! - Paul R. Scheele - ★★★
Oppure scrivi una recensione

Informazioni aggiuntive

Descrizione di Photoreading (Lettura Fotografica)

Photoreading, il metodo più innovativo per la lettura veloce.

Ti sei mai chiesto come puoi aumentare la tua velocità di lettura?
Come puoi accrescere la memorizzazione di ciò che leggi?
Come sviluppare la tua capacità di concentrazione?
Ti sei mai chiesto come funziona realmente il tuo cervello?

Trova le risposte nel libro PhotoReading™. Sarai sorpreso da quello che scoprirai…

PhotoReading™ (Lettura Fotografica) è parte del rivoluzionario Progetto Strategie dei Geni e ti fornisce informazioni per usare veramente i talenti innati che possiedi. Esplora i vantaggi che puoi ottenere usando il contenuto di questo libro. Il tuo cervello è già equipaggiato per la genialità. Riscoprila e falla diventare parte della tua vita quotidiana.

Le vostre recensioni su "Photoreading (Lettura Fotografica)"

Condividi la tua opinione! Scrivi una recensione.


Premessa: ho fatto il corso di photoreading ed ho successivamente letto il libro. La mia esperienza con il photoreading è stata molto deludente in quanto mi sono accorto, attraverso varie prove, che il photoreading non è possibile nonostante io abbia seguito minuziosamente la procedura che indicava il libro. QUINDI SEGUITE IL MIO CONSIGLIO ED EVITATE DI PERDERE TEMPO E SOLDI NON FATE IL CORSO E NON COMPRATE IL LIBRO. Se qualcuno è realmente in grado di fotoleggere un libro con la velocità di una pagina al secondo e capirne il contenuto bene se vuole si faccia avanti e mi faccia vedere che ne è in grado cosicchè io possa ricredermi. GLI SAREI INFINITAMENTE GRATO. Aspettando un vostro commento vi saluto. Mirko

Rispondi al commento


Ho letto e riletto il libro 2 anni fa e non ne ho tratto alcun beneficio. Poi, recentemente, ho imparato alcune tecniche di meditazione per rilassarmi e ho recuperato il libro. Questa volta senza sforzo e senza fatica sono entrata nello stato ottimale per leggere ad una velocità incredibile. Non so se sia fotolettura o solo alta concentrazione ma ora riesco a leggere e memorizzare una quantità di informazioni prima impensate. Sono molto soddisfatta.

Rispondi al commento

Ciao Giovanna, vorrei sapere di più sulla tua esperienza con il photoreading, sulle tecniche che hai adoperato per riuscire bene con il photoreading. Io ho acquistato poco più di un anno fa il libro del photoreading. Ho tentato più volte di studiarne la tecnica riuscendo a vedere la pagina blip, sono riuscito ad avere la sensazione che tutto il libro rientra in un campo visivo più ristretto e più facile da controllare, però poi non traggo nulla. Inoltre questo sistema mi ha reso un po' superficiale nella lettura tanto che, pur di leggere, mi capitava di non capire nulla. Quindi poi per noia o per non perdere la certezza delle vecchie abitudini ho mollato momentanemente. Spero in una tua risposta. Grazie. Davide.

Rispondi al commento

Ciao Davide, hai mai provato le tecniche di training autogeno? Te lo chiedo perchè, pur non essendo un'esperta, ho motivo di affermare che hanno successo solo se ci credi e se ti applichi con convinzione. 10 anni fa ho smesso di fumare, per sempre, in meno di 10 giorni con queste tecniche. Le ho consigliate a molte mie conoscenti che le hanno tentate poi abbandonate senza alcun successo. Il manuale di Photoreading necessita di impegno ed esercizio non tanto nell'individuare a tutti costi la pagina blip quanto nell'ampliare i propri orizzonti mentali e di conseguenza visivi. Ascoltare musica rilassante in sottofondo, esercitarsi con costanza ma non con ossessione per trovare la concentrazione (per esempio: riesci a mantenerti concentrato su un solo oggetto per 60 secondi senza farti distrarre da pensieri o idee?), convincersi che puoi farlo senza farti scoraggiare dai fallimenti...a me non è accaduto istantaneamente ma progressivamente. Ti sono stata utile? Spero di sì. Buona meditazione. Giovanna

Rispondi al commento

Ciao Giovanna...fino ad oggi non sapevo neanche cosa fosse il training autogeno. Per me pensare di fissare un oggetto per 60 secondi senza distogliere lo sguardo nè pensare ad altro è attualmente impossibile. Non ho la minima idea di come si possa migliorare la propria concentrazione, cercando su google ho notato che ci sono svariate risorse in merito al training autogeno, cercherò risposte in questo senso, grazie mille. Se hai suggerimenti in merito al materiale da utilizzare o tecniche da applicare per trarre il meglio dal photoreading e dal training autogeno, rendimene noto. Grazie. Davide.

Rispondi al commento

Ciao Giovanna...fino ad oggi non sapevo neanche cosa fosse il training autogeno. Per me pensare di fissare un oggetto per 60 secondi senza distogliere lo sguardo nè pensare ad altro è attualmente impossibile. Non ho la minima idea di come si possa migliorare la propria concentrazione, cercando su google ho notato che ci sono svariate risorse in merito al training autogeno, cercherò risposte in questo senso, grazie mille. Se hai suggerimenti in merito al materiale da utilizzare o tecniche da applicare per trarre il meglio dal photoreading e dal training autogeno, rendimene noto. Grazie. Davide.

Rispondi al commento

Training autogeno, autoipnosi, meditazione...sono tutte tecniche che in Occidente hanno mosso i primi passi nel XIX sec. mentre in Oriente erano pratiche consolidate da secoli (per quel che ne so). Ultimamente stanno rivivendo un forte interesse da parte di un utenza stremata dalla modernità e diffidente nei confronti del farmaco trattato come soluzione ovvia. Non avrai difficoltà a trovare fonti interessanti al proposito anche audio e video. Ciao. Giovanna

Rispondi al commento


Il photoreading è un sistema di apprendimento completamente diverso rispetto a quello al quale siamo abituati fin dai tempi della scuola primaria. E' un paradigma di apprendimento che sfrutta al meglio la struttura dell'encefalo, in particolare la componente preconscia/subliminale (che è poi la più potente). Il volume altro non è che un manuale descrittivo, la cui semplice lettura passiva non porta a nulla. Sta al lettore applicarsi con costanza per il conseguimento dei risultati. Cosa pensereste di un tale che, dopo aver letto un manuale di tennis e chiuso il libro, prova a giocare, ovviamente senza riuscirci, ne resta quindi deluso affermando che il manuale non funziona ed il tennis non esiste? Non si tratta di incrociare gli occhi, recitare tantra magici, o altro: si tratta semplicemente di fotografare le pagine, dopo aver predisposto il nostro cervello (la parte preconscia) a lavorare nella direzione di interesse. E' tutto scritto, ma in modo molto sintetico. Da leggere e applicare più e più volte

Rispondi al commento


Il photoreading è un sistema di apprendimento completamente diverso rispetto a quello al quale siamo abituati fin dai tempi della scuola primaria. E' un paradigma di apprendimento che sfrutta al meglio la struttura dell'encefalo, in particolare la componente preconscia/subliminale (che è poi la più potente). Il volume altro non è che un manuale descrittivo, la cui semplice lettura passiva non porta a nulla. Sta al lettore applicarsi con costanza per il conseguimento dei risultati. Cosa pensereste di un tale che, dopo aver letto un manuale di tennis e chiuso il libro, prova a giocare, ovviamente senza riuscirci, ne resta quindi deluso affermando che il manuale non funziona ed il tennis non esiste? Non si tratta di incrociare gli occhi, recitare tantra magici, o altro: si tratta semplicemente di fotografare le pagine, dopo aver predisposto il nostro cervello (la parte preconscia) a lavorare nella direzione di interesse. E' tutto scritto, ma in modo molto sintetico. Da leggere e applicare più e più volte

Rispondi al commento


ho letto da poco il libro, e anch'io come altri commentatori non ne ho tratto benefici, soprattutto per quanto riguarda l'applicazione della regola della divergenza degli occhi.... ne ho rimediato solo un gran bruciore e lacrimazione. Inoltre ho trovato che alcuni argometni fossero trattai in modo superficiale e soprattutto non ci sono strumenti per verificare il grado di apprendimetno della tecnica o esercizi ....Forse ci sono dei tempi fisiologici di apprendimento per ogni persona, ed io non ho rispettato i miei , o forse ho mollato troppo presto tuttavia i risultati immediati e tardivi non ho potuto apprezzarli, e si che la motivazione che mi muoveva era piuttosto forte dal momento che ogni giorno per lavoro devo leggere testi tecnici su argomenti anche diversi tra loro a volte a me poco o per nulla conosciuti da me e ciò comporta da parte mia ore di lavoro dedicate alla ricerca e apprendimento di informazioni. In conclusione: mi ha deluso

Rispondi al commento


Mette in discussione il tradizionale paradigma dell'apprendimento, ovvero il fatto che siamo stati sempre abituati a leggere (e apprendere) secondo determinati schemi precostruiti. Come mai un bimbo che non sa né leggere né scrivere, impara a camminare e a parlare senza che nessuno gli abbia mai insegnato come "apprendere" tali doti? Va da sé che ci sono determinati condizioni mentali per le quali l'informazione viene impressa e catalogata quasi immediatamente, come se fossimo soggetti ad uno stream ininterrotto di dati. In questo libro si può riflettere e imparare alcune tecniche di base, che inizialmente aiutano ad avere una super lettura (due facciate ogni 3/4 secondi), ma usate in ulteriori ambiti stimolano quel tipo di apprendimento che da anni tendiamo a dimenticare. Provato personalmente da un paio di mesi, i risultati sono notevoli.

Rispondi al commento


MI aspettavo di meglio. A volte si rimane abbagliati dalle promesse poi ci si accorge che le cose non stanno così. Sicuramente con impegno e magari seguito da chi opera con questo sistema si riesce ad apprendere la tecnica. Personalmente mi sono impegnato ma i risultati sono stati scadenti. Rendo noto che di base ho una prodigiosa memoria che volevo ancora di più allenare velocizzando i tempi di apprendimento. Ho voluto dare il mio contributo anche se non positivo perchè credo che ogni opinione è importante anche quelle diverse. Colgo l'occasione di inviare i miei cordiali saluti A.G.

Rispondi al commento

Acquistato su Macrolibrarsi

Ottimo libro, ma senza un corso vero e proprio, non credo che si possano applicare le tecniche descritte nel libro.

Rispondi al commento

Acquistato su Macrolibrarsi

libro straordinario sono riuscito da subito ad aumentare notevolmente la mia velocità di lettura

Rispondi al commento


giuseppe... riprova per un'altra settimana, ma stavolta gli occhi falli DIVERGERE (come indicato nel libro), non CONVERGERE (come hai scritto nel tuo secondo intervento)... Che metodo di lettura hai usato per leggere fischi per fiaschi...?

Rispondi al commento


la tecnica é descritta in modo vago e superficiale, non per questo ritengo che il photoreading non esista, anzi in una parte del testo si spiega un fattore importante nella velocità di lettura: eliminare la subvocalizzazione o la vocina mentale che ripete ciò che leggiamo; conosco persone che hanno questa capacità e leggono velocemente.

Rispondi al commento

Acquistato su Macrolibrarsi

La pratica è difficile ma il libro è buono.

Rispondi al commento


Risposta a Francesco Piccio:1)il mio commento non aveva bisogno di una risposta,in quanto commento e non domanda;2)Gli scienziati(gira un file su internet intitolato "truth on photoreading it does not work!") che si sono degnati di dedicare tempo a tale metodo hanno affermato che non funziona;3)Grazie per i preziosi insegnamenti sulla vita e sul resto ma faceva meglio a tenerseli per se(data la loro banalità);4)E'inconcepibile pensare che "queste sono cose che funzionano se ci credi",a parte la matrice tipica da imbonitore ottocentesco,un metodo o funziona o non funziona e lo ripeto:sono pronto a cambiare idea se qualcuno fosse così gentile da darmi una dimostrazione che il metodo funzona o a fornirmi qualsiasi altra informazione o notizia(provata)di qualcuno che è riuscito a fotoleggere anche solo una volta nella sua vita;5)a questo punto non mi rimane che dirle che se lei crede fermamente in quanto ha scritto può acquistare il libro e dimostrarmi che il metodo funziona,sarebbe una bella soddisfazione per lei e io avrei la prova che di essere stato precipitoso e superficiale;6)un'ultima cosa:come mai tutti i commenti positivi,ovvero quelli con cinque stelle sembrano più dei messaggi pubblicitari che riproducono in sintesi quanto scritto sulla copertina del libro di Scheele che piuttosto dei commenti di gente entusiasta perchè il metodo funziona?;7)eviti di rispondermi,questo non è un forum,a meno che non decida di provare personalmente il metodo Scheele...

Rispondi al commento


RISPOSTA A GIUSEPPE SUSCA: Non ho ne letto il libro ne provoto la tecnica ma questo sono cose che funzionano se ci credi. Se parti che non ci credi non funzionerà mai ma non solo questo metodo, qualsiasi cosa nella tua vita. Ricorda che non funziona per te ma ciò non vuol dire che sia uguale per gli altri. Comunque pensare di apprendere una cosa del genere in 7 giorni credo che sia come pretendere di prepararsi per una maratona in 7 giorni. Possibile ma molto ambizioso e quindi impossibile per chi parte con la mente contraria.

Rispondi al commento


Il metodo di Scheele non funziona. Ho comprato il libro, l'ho letto attentamente mi sono sentito truffato. Ho provato per una settimana a seguire le istruzioni ma, come il mio intuito mi aveva suggerito fin dall'inizio,non ho avuto nessun risultato degno di nota e ho sprecato soldi e tempo(il fine del libro di Scheele è proprio far risparmiare tempo,ironia della sorte..). Mi si può obiettare che una settimana è un lasso di tempo troppo breve per verificare la bontà del metodo Scheele, ma onestamente non me la sono sentita di perdere altro tempo.D'altronde basta dare un 'occhiata al programma e alle sue fasi per capire che il signor Scheele specula sulla fiducia e ingenuità delle persone.Sarei curiosio di sapere come il signor Scheele sia riuscito a inventare un metodo tanto fantasioso.Per dirne una bisogna sfogliare le pagine con lo sguardo sfocato e gli occhi convergenti(come quelli di uno strabico...). Ovviamente sono pronto a cambiare idea,se qulacuno me ne desse l'opportunità.Anzi ne sari davvero grato. Ma non credo che ciò potrà mai accadere. Come dice un vecchio adagio, se è troppo bello per essere vero probabilmente non è vero. E come dice Woody Allen(a proposito della lettura veloce):"ieri un mio amico ha utilizzato il suo metodo e ha letto in mezzora guerra e pace. Ha detto che parla della russia"...

Rispondi al commento


E' un metodo rivoluzionario che ti apre una nuova prospettiva di apprendimento e di approccio ai libri. Non si impara immediatamente, non ci vuol fretta di risultati e, soprattutto, bisogna fidarsi delle potenzialità della nostra mente (irrazionale), che è troppo limitata dalla società odierna. Anche se non si apprende in pieno la fotolettura, comunque la memoria migliora assieme alla velocità di lettura che risulterà più fluida. Da quando ho imparato a fotoleggere la media degli esami universitari si è alzata e quello che conta di più è che faccio meno fatica a studiare. il mio consiglio è di provare...

Rispondi al commento


Avendo letto il libro ritengo che sia estremamente infantile e alquanto dannoso adottare determinate tecniche per l'apprendimento veloce. Come è già noto il nostro cervello ha bisogno di un certo lasso di tempo per immagazzinare, rielaborare e sintetizzare qualsiasi tipo di conoscenza; testando personalmente le tecniche riportate su questo libro posso affermare con sicurezza che quello che rimane dopo il "photoreading" non è altro che un'ombra distorta e per niente chiara di ciò che si è letto. Per non parlare poi dei disturbi fisici che crea una lettura non focalizzata su un campo ben preciso ma su un quadro generale e disordinato.

Rispondi al commento

Tutte le recensioni...
Scrivi una recensione!
 
 

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



Elenco ULTIME NOVITÀ

Elenco NOVITÀ PER CATEGORIA

Elenco NUOVE PROPOSTE

PROSSIME PUBBLICAZIONI

IDEE REGALO

BEST SELLER

COMMENTATI DA VOI

Elenco MULTIMEDIA

Elenco ALTRO

Elenco CASE EDITRICI

Elenco AUTORI

 
 
 
 
 
 
 
Transfert [-25%]

Fino al 31 Luglio 2014