Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Le Erbe Officinali

Antica medicina dei celti

Giorgio Maria Miramonti, Plinio, Diancecht



Prezzo: € 13,00


Aggiornato il 05 Dicembre 2016 - Il volume, denominato Le Erbe Officinali, elaborato da Giorgio Maria Miramonti, Plinio, Diancecht, appare nella categoria Paganesimo e sciamanesimo e più precisamente nella sottocategoria Tradizioni Celtiche. Prodotto da Keltia Editrice in data Dicembre 1999 , in questo momento è in "Fuori Catalogo". Il costo è Euro 13,00.

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

SPEDIZIONE GRATUITA

per ordini superiori ai 29 € in tutta l'Italia

CONTRASSEGNO GRATUITO

Puoi pagare comodamente in contanti

RESO GRATUITO

Hai 15 giorni di tempo per rendere l'articolo

Gli autori classici hanno mostrato grande interesse per le tradizioni e gli usi legati al mondo vegetale presso i Celti. Plinio scrisse molto sulle conoscenze naturalistiche dei popoli del suo tempo mentre Diancecht è il primo Druido, di ascendenze divine, da cui proviene tradizionalmente la conoscenza dei segreti curativi della natura, nella tradizione celtica.

Le antiche popolazioni celtiche vivevano in un'Europa coperta da boschi e foreste, completamente immerse nella Natura e a stretto contatto con il mondo vegetale e con quello animale. In questi boschi e in queste foreste si aggiravano spesso i custodi della sapienza e della tradizione di quelle genti, i Druidi, alla ricerca di piante e di erbe da cui carpire tutte le proprietà magiche e fitoterapeutiche.

In un mondo, come quello celtico, in cui è impossibile, oltre che inconcepibile, una separazione netta tra realtà sensibile e realtà sovrannaturale la fondamentale funzione di guaritori ricoperta dai Druidi è strettamente collegata alle energie profonde e misteriose che sono alla radice della vita; perciò l'attività medica si inscrive in un contesto in cui il sacrificio offerto alla generosità della terra, il rispetto di precisi rituali e financo alcune procedure vicine allo sciamanesimo, sono altrettanto importanti quanto le proprietà chimiche della pianta: è anzi grazie a queste operazioni che essa può con efficacia svolgere la propria funzione curativa.

Questo libro scritto da Giorgio Maria Miramonti con testi raccolti dalle oprere di Plinio il Vecchio e l'antica tradizione irlandese attribuita a Dianchecht, ci accompagna lungo un percorso affascinante che ripercorre il filo di tante tracce di sapere oggi dispersenella cosiddetta tradizione popolare.

"Erbe Officinali" ricostruisce il sapere profondo dei Druidi, rispondendo alle più frequenti domande del lettore che si interroga su quali fossero i metodi di cura e l'uso dei medicamenti naturali presso i popoli antichi.

Alcuni brani tratti da "Le Erbe Officinali"

FRASSINO - NION - FRAXINUS EXCELSIOR

"... Albero dal legno duro come il ferro, il frassino è una pianta particolarmente significativa nella mitologia europea. Yggdrasill, il frassino gigante, è l'Albero del Mondo della tradizione nordica, e tre dei cinque alberi magici che Fintan McBochra piantò per segnare i confini delle province d'Irlanda erano frassini.

I guerrieri Celti avevano armi fabbricate col legno di quest'albero; quando Re Iubdan spiega all'attizzafuoco di Fergus Mc Leda quale tipo di legna sia meglio ardere, sottolinea di <<... Non bruciare il frassino dalle nere gemme: il suo legno fa veloce la ruota, e dà al cavaliere il suo scudiscio, la lancia di frassino pesa le sorti della battaglia>>.

Il frassino era molto considerato anche in virtù dei suoi poteri magici: i bambini affetti da rachitismo venivano fatti passare prima dell'alba per tre volte, nudi, attraverso una fenditura prodotta su un frassino; questa veniva poi rinchiusa con argilla: se la pianta fosse guarita, avrebbe causato anche la guarigione del fanciullo, ma se così non fosse stato la sua sorte avrebbe potuto essere funesta.

Le foglie sono utilizzate in infusione o decozione come diuretico o lassativo, mentre un letto di foglie di frassino mescolate con felci è molto efficace contro i reumatismi; i suoi semi in polvere sono utilizzati per l'artrosi e il decotto degli stessi è diuretico, lassativo ed antireumatico; l'infuso o il decotto di corteccia è antiemorragico ed un bagno con acqua in cui sia stata sbriciolata della corteccia è indicato per le dissenterie; le virtù febbrifughe della corteccia, che va staccata in primavera, quando la linfa sale dai rami di tre o quattro anni, la raccomandano in tutti i casi di infezione per la forte azione antipiretica. ..."

EditoreKeltia Editrice
Data pubblicazioneDicembre 1999
FormatoLibro - Pag 143 - 15x20,5
Ultima ristampaDicembre 2009
Lo trovi in#Erbe che curano #Medicina naturale #Tradizioni Celtiche


nessuna recensione

Scrivi per primo una recensione
Scrivi una recensione

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste