Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

La Politica del Ribelle

Trattato di resistenza e insubordinazione

Michel Onfray


(1 recensioni1 recensioni)


Prezzo: € 17,50


Aggiornato il 10 Novembre 2016 - Il prodotto, denominato La Politica del Ribelle, il cui autore è Michel Onfray, fa parte della categoria Letture, approfondisce il tema Saggi e racconti. Redatto da Fazi Editore e pubblicato nel mese di Aprile 2008 , è attualmente in "Non disponibile". Il costo è € 17,50.

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

SPEDIZIONE GRATUITA

per ordini superiori ai 29 € in tutta l'Italia

CONTRASSEGNO GRATUITO

Puoi pagare comodamente in contanti

RESO GRATUITO

Hai 15 giorni di tempo per rendere l'articolo

Nel Trattato di ateologia ha demolito i dogmi delle religioni monoteiste. Nella Teoria del corpo amoroso ha affermato la necessità di un edonismo gioioso e vitale. Nella Scultura di sé ha rivendicato l’importanza di una morale laica. Nella Politica del ribelle Onfray riparte all’attacco, con la consueta vis polemica, dei valori della società occidentale con una nuova arma: l’opposizione al potere costituito.

L’elogio della sovversione potrebbe apparire quasi scontato in un pensatore come lui, sempre controcorrente, ma qui si tratta di una sincera apologia della disubbidienza, che per Onfray è una forza insita nell’uomo, un insopprimibile desiderio di rivolta che si fa più impellente in un’era dominata dalla violenza come quella in cui viviamo.

 

Guardando all’ultima grande esperienza di lotta collettiva che l’Europa ricordi, il ’68, ci invita a recuperare lo spirito del Maggio francese per abbattere «i bastioni del giornalismo, della televisione, delle gallerie d’arte, dell’editoria». Ma si ripropone anche di perfezionare gli ideali e gli obiettivi della protesta d’allora alla luce di una revisione del concetto di anarchia, finalmente realizzabile ora che i diktat dalle grandi ideologie sono venuti a cadere.

 

In questa fase storica c’è dunque spazio per l’elaborazione di «una teoria mistica di sinistra», che si oppone al dominio dilagante del mercato per restituire un po’ di felicità a un mondo sottomesso all’economia.

 

«È la nuova star della filosofia francese. Perché Michel Onfray non propone teoremi di idee, ma parla soprattutto di felicità».

Manuela Grassi, «Panorama»

 

«Chi non sopporta il politichese deve assolutamente leggere questo attuale pamphlet».

«Le Nouvel Observateur»
EditoreFazi Editore
Data pubblicazioneAprile 2008
FormatoLibro - Pag 249 - 13,5x20
Lo trovi in#Saggi e racconti #Saggistica e religione
Michel Onfray

Michel Onfray nasce nel 1959 ad Argentan da una famiglia contadina. Laureato in filosofia, tra il 1983 e il 2002 ha insegnato in una scuola tecnica di Caen, per poi fondarvi un'Università... Leggi di più...

Dello stesso autore


Vedi tutte le pubblicazioni


voto medio su 1 recensioni

0
0
1
0
0

Recensione in evidenza


Silvana

Un libro che ha quattro punto...

Un libro che ha quattro punto principali all'ordine delle cose: l'analisi della realtà, dei mezzi, delle forze, e per finrie dell'ideale. Ma non è dell'idalismo che lo scrittore vuole fare il messaggio principale del testo: il suo anticonformismo più estremo trova massima espressione nella denuncia al capitalismo. Lo stato ci manipola, e le forze, l'istituzione scolastica e la televisione solo soltanto che rendono gli uomini altri molluschi, innocui davanti alle responsabilità e davanti alle opportunità che attendono di essere coltivate. Ciò che emerge, secondo il mio modesto punto di vista, è proprio la rabbia dello scrittore, una rabbia che si carica di tante responsabilità dimentica, o troppo spesso ignorate, dal sistema a cui siamo fortemente legati. E' una scrittura che spesso scivola nell'ironia, ma lo fa con l'uncio intento di voler sdrammatizzare, senza troppo stupore, la realtà, di renderla accessibile ma soprattutto comprensibile, attraverso il miglioramento e la presa di posizione.

Le 1 recensioni più recenti


icona

Silvana

Un libro che ha quattro punto...

Un libro che ha quattro punto principali all'ordine delle cose: l'analisi della realtà, dei mezzi, delle forze, e per finrie dell'ideale. Ma non è dell'idalismo che lo scrittore vuole fare il messaggio principale del testo: il suo anticonformismo più estremo trova massima espressione nella denuncia al capitalismo. Lo stato ci manipola, e le forze, l'istituzione scolastica e la televisione solo soltanto che rendono gli uomini altri molluschi, innocui davanti alle responsabilità e davanti alle opportunità che attendono di essere coltivate. Ciò che emerge, secondo il mio modesto punto di vista, è proprio la rabbia dello scrittore, una rabbia che si carica di tante responsabilità dimentica, o troppo spesso ignorate, dal sistema a cui siamo fortemente legati. E' una scrittura che spesso scivola nell'ironia, ma lo fa con l'uncio intento di voler sdrammatizzare, senza troppo stupore, la realtà, di renderla accessibile ma soprattutto comprensibile, attraverso il miglioramento e la presa di posizione.

(0 )


Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste