Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

L' Economia Secondo i Pirati

Il fascino segreto del capitalismo

Peter T.Lesson


(1 recensioni1 recensioni)


Prezzo: € 21,60

2 visitatori hanno richiesto di essere avvisati

Prodotti simili

Modificato il 07 Novembre 2016 - Questo prodotto, che si intitola L' Economia Secondo i Pirati, fatto da Peter T.Lesson puoi trovarlo in Letture e più dettagliatamente nella sottocategoria Saggi e racconti. Realizzato da Garzanti e edito nel mese di Ottobre 2010 , attualmente è in "Fuori Catalogo". Il valore del libro è pari a Euro 21,60.

2 visitatori hanno richiesto di essere avvisati

Prodotti simili

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

SPEDIZIONE GRATUITA

per ordini superiori ai 29 € in tutta l'Italia

CONTRASSEGNO GRATUITO

Puoi pagare comodamente in contanti

RESO GRATUITO

Hai 15 giorni di tempo per rendere l'articolo

Mostri anarchici, diavoli incarnati, profanatori di tutte le leggi umane e divine, nemici del genere umano: difficile trovare le parole adatte per definire i pirati e il terrore che ispiravano.

Tuttavia, argomenta Peter Leeson, professore di economia, da sempre grande appassionato di corsari e bucanieri, a governare le imprese dei più famigerati criminali della storia non furono soltanto l'avidità e la ferocia.

Quelle ciurme mal assortite, che raccoglievano sbandati ed emarginati delle più varie provenienze, seguivano in realtà un comportamento assai razionale.

Il loro sistema di autogoverno era molto più tollerante delle altre istituzioni a loro contemporanee, tanto che si meritarono loro l'ammirazione e il rispetto di molte menti illuminate.

L'economia secondo i pirati applica la «logica economica» ai pirati e ci dimostra che le leggi del capitalismo, così come le aveva identificate Adam Smith, spiegano alla perfezione persino un comportamento tanto insolito come quello dei pirati. Le procedure seguite per eleggere il capitano e per la spartizione del bottino rappresentano un esempio di democrazia e di equità, e dunque di efficacia sul lungo termine. I pirati avevano fama di tener fede alla parola data.

La loro politica, basata sull'intimidazione contro il nemico esterno e sul buon governo al proprio interno, portava sostanziosi vantaggi. Se ne rallegrava l'audace capitano Bartolomew Roberts, elogiando la vita breve ma felice dei suoi compagni d'avventure: «In un lavoro onesto ci sono pasti magri, bassi salari e dura fatica. Nel nostro lavoro ricchezza a sazietà, piacere e agio, libertà e potere».

«Voi derubate il povero con la copertura della legge, mentre noi saccheggiamo il ricco con la sola protezione del nostro coraggio.»

Samuel Bellamy, ovvero Sam Black, capitano pirata

«Fa capire come la mano invisibile del mercato produca coesione sociale perfino tra i pirati.»

«Scientific American»

«I pirati erano capaci di beffarsi delle potenze del mondo e di elaborare insieme strumenti semiotici piuttosto sofisticati – e tutto allo scopo di minimizzare i costi e massimizzare i profitti delle loro... imprese. Qui valeva – ci dice Leeson – la legge dell'Uncino Invisibile di Adam Smith. La ricerca dell'utile personale di ciascun cittadino finiva per produrre la ricchezza della nazione; allo stesso modo, l'egoismo di ciascun pirata era funzionale all'economia di quello “stato in miniatura” rappresentato dalla nave di questi predatori del mare.»

Dall'Introduzione di Giulio Giorello

EditoreGarzanti
Data pubblicazioneOttobre 2010
FormatoLibro - Pag 300 - 14,5x21,5 - cartonato
Lo trovi in#Critica sociale #Saggi e racconti

Peter T. Leeson è professore BB&T per gli studi sul capitalismo presso il dipartimento di economia della George Mason University di Fairfax, Virginia. Leggi di più...


voto medio su 1 recensioni

0
0
1
0
0

Recensione in evidenza


Silvana

Personalmente non mi reputo amante di...

Personalmente non mi reputo amante di letture a sfondo politico o sociale. Eppure questo libro l'ho particolarmente apprezzato, soprattutto per i concetti che sono alla base del pensiero dello scrittore. Nel libro infatti si riflette sull'argomento pirateria, in realtà rimando al confronto tra quella dei ruggenti anni 20 e quella invece odierna. In realtà, spiega lo scrittore, i pirati di un tempo erano più guidati da logiche razionali di mercato che da una mano che tutto decideva e disfaceva. Lettura molto interessante che apre la mente, o per meglio dire arricchisce il lettore di tante piccole cose che magari ha trascurato nel tempo, oppure semplicemente non ha avuto l'occasione di approfondire. Unica nota dolente è il ritmo di lettura. Personalmente io sono arrivata a leggerlo in qualche mese.

Le 1 recensioni più recenti


icona

Silvana

Personalmente non mi reputo amante di...

Personalmente non mi reputo amante di letture a sfondo politico o sociale. Eppure questo libro l'ho particolarmente apprezzato, soprattutto per i concetti che sono alla base del pensiero dello scrittore. Nel libro infatti si riflette sull'argomento pirateria, in realtà rimando al confronto tra quella dei ruggenti anni 20 e quella invece odierna. In realtà, spiega lo scrittore, i pirati di un tempo erano più guidati da logiche razionali di mercato che da una mano che tutto decideva e disfaceva. Lettura molto interessante che apre la mente, o per meglio dire arricchisce il lettore di tante piccole cose che magari ha trascurato nel tempo, oppure semplicemente non ha avuto l'occasione di approfondire. Unica nota dolente è il ritmo di lettura. Personalmente io sono arrivata a leggerlo in qualche mese.

(0 )


Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste