Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Guerra alla Terra

i conflitti nel mondo per la conquista

Peace Reporter



Prezzo: € 14,00


Modificato il 17 Novembre 2016 - Questo libro, che è intitolato Guerra alla Terra, di Peace Reporter, compare nella categoria Attualità e temi sociali e più precisamente nella sottocategoria Attualità. Redatto dalla casa editrice Edizioni Ambiente e pubblicato in data Ottobre 2009 , in questo momento è in "Fuori Catalogo". Il costo di € 14,00.

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

SPEDIZIONE GRATUITA

per ordini superiori ai 29 € in tutta l'Italia

CONTRASSEGNO GRATUITO

Puoi pagare comodamente in contanti

RESO GRATUITO

Hai 15 giorni di tempo per rendere l'articolo

L'acqua nei Territori Occupati palestinesi. Il petrolio nel Delta del Niger. Il litio del Salar Uyuni, in Bolivia. Il territorio strategicamente fondamentale dell'Afghanistan.

Per appropriarsi di ognuna di queste risorse naturali è stato scatenato un conflitto, anche a costo di devastare gli ecosistemi, affamare (e assetare) una popolazione o minare il territorio di un'intera nazione. La fame di ricchezza può passare sopra a tutto, anche alle conseguenze che queste azioni di rapina comportano.

Le risorse del pianeta sono un bene limitato di cui tutti noi dovremmo disporre, ma della disinvoltura con cui vengono danneggiate e sprecate difficilmente ci rendiamo conto.

Soprattutto quando il prezzo per la loro disponibilità viene pagato in un "altrove" che non è sotto i nostri occhi. Guerra alla Terra racconta questo mondo e ci fa capire che questa scomoda verità si trova appena dietro l'angolo, basta solo saper guardare. (Prefazione di Gino Strada)

“Guerra alla terra” prova a raccontare alcuni esempi del distorto rapporto tra uomo e natura nel mondo. Afghanistan, Delta del Niger, Territori Occupati palestinesi, Bolivia, cosa hanno in comune? Sono alcuni dei luoghi in cui la fame di ricchezza dei potenti della terra sta utilizzando lo strumento della guerra per appropriarsi delle risorse e del territorio in modo indiscriminato e selvaggio. E mentre esce il libro, nel nostro paese si imbocca la strada della privatizzazione dell’acqua. Un bene che non può avere padroni, esattamente come l’aria. Un bene essenziale, che deve essere di tutti, cioé pubblico.

Ma la scelleratezza dei nostri politici evidentemente non ha limiti e non ha pudore, e sceglie di svendere il bene collettivo più prezioso ben sapendo notarianniche è proprio sull’acqua che si stanno giocando le mosse della geopolitica internazionale, e che il controllo di questa risorsa sarà sempre più al centro degli interessi dei potenti del mondo – che sono i ricchi e non i governanti - e quindi dei conflitti mondiali.

Sulla privatizzazione delle acque, e sul movimento per mantenerle pubbliche costruito dalla società civile in molti Paesi lo scontro con i governi è stato durissimo, e spesso, per fortuna, è stato vinto dal popolo. In Italia ci sono state esperienze importanti contro la privatizzazione dell’acqua, e anche nel nostro paese spesso la ragione e il buonsenso hanno prevalso sull’ingordigia.

Ma oggi il gioco si fa pesante: non è più un Comune più o meno grande che sceglie di sottrarre ai suoi cittadini di che dissetarsi. Oggi è il Governo a provare a fare l’interesse di qualche grande compagnia invece che quello dei suoi elettori e in generale degli italiani. Qualcuno sull’acqua è riuscito a camminare, ma spesso con l’acqua si scivola. E se si cade sull’acqua, a guerra alla terradifferenza di quanto si possa immaginare, ci si può far male. Speriamo che l’Italia segua l’esempio della Bolivia.

 

E, per una volta, chiediamo ai nostri lettori di attivarsi contro quello che è il peggiore furto ai danni della collettività. Privare la gente del diritto all’acqua è davvero una scelta criminale, a cui ci di deve opporre con ogni mezzo lecito.

 

(Maso Notarianni, “PeaceReporter”. Il libro: “Guerra alla terra, i conflitti nel mondo per la conquista delle risorse”, con prefazione di Gino Strada, è acquistabile a 14 euro attraverso il sito www.peacereporter.net).

EditoreEdizioni Ambiente
Data pubblicazioneOttobre 2009
FormatoLibro - Pag 145 - 13,5x18,5
Lo trovi in#Attualità #Critica sociale #Medioriente e conflitti nel mondo


nessuna recensione

Scrivi per primo una recensione
Scrivi una recensione

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste