Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

ERITREA: una terra, un popolo, un paese da scoprire

Marco Cavallarin



Prezzo: € 27,00

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

SPEDIZIONE GRATUITA

per ordini superiori ai 29 € in tutta l'Italia

CONTRASSEGNO GRATUITO

Puoi pagare comodamente in contanti

RESO GRATUITO

Hai 15 giorni di tempo per rendere l'articolo

Scriveva Alberto Pollera nella guida Eritrea – Cenni descrittivi per il turismo, edita dalla ditta Cicero ad Asmara nel 1936: “Pochi paesi al mondo presentano, come l’Eritrea, una tale somma di varie bellezze racchiusa in non vasta superficie”. Molto da allora è cambiato in Eritrea. Oggi è un paese in pace che, tra mille difficoltà, cerca di ricostruirsi, anche dal punto di vista naturalistico. Sono tornati gli uccelli e i babbuini, i facoceri e l’istrice, qualcuno afferma di avere avvistato il leone e la giraffa ai confini col Sudan, nei territori del Gash. E’ rimasta intatta l’umanità della popolazione, rafforzata anzi dalla collettiva e solidale guerra di Liberazione. Continua Pollera: “La stagione migliore per visitare la Colonia Eritrea è quella che va dal mese di ottobre al mese di aprile perché, cessate le grandi piogge, nell’altopiano si ha un lungo periodo di bel tempo e tutta la natura è lussureggiante di verde e di fiori. Anche per il bassopiano questo è il migliore momento, dato che la temperatura diminuita permette gite ed escursioni del massimo interesse. I calori moderati dei bassopiani ed i tepori delle zone di media altitudine presentano le migliori condizioni per coloro che vogliono svernare e, se le condizioni climatiche non hanno nulla da invidiare alle più celebri stazioni invernali dell’Africa Settentrionale, superandole anche per la bellezza montana che a queste manca...” Così Pollera intendeva dare un’immagine accattivante e rilassata del paese di cui si era innamorato, da turismo familiare e da villeggiatura. Non sbagliava certo: è tutt’oggi così in quelle zone che lui descrive e che raccomandava.
La guida nella consuetidine della Polaris, offre cartine, foto in bianco e nero e a colori, box di approfondimento e curiosità nonché itinerari per muoversi in libertà e sicurezza nel paese. Da Asmara alle isole, dalla Dancalia alle foreste dell'interno. L'Eritrea è un paese ancora da scoprire dove i segni del nostro italiano colonialismo passato sono evidentissimi: per esempio, in Eritrea è più facile trovare tagliatelle e lasagne (peraltro assai buone) che non zighini, e la birra si chiama Melotti. “Selam magaddì”, buon viaggio, verso l’Eritrea.
EditorePolaris Edizioni
Data pubblicazioneGennaio 2004
FormatoGuida - Pag 320 - 13x21
Lo trovi in#Guide per Viaggiare

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste