Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Altri clienti hanno acquistato anche...



Le 7 Regole per Avere Successo

Con un'intervista inedita all'autore

Stephen R. Covey


(7 recensioni7 recensioni)


Prezzo: € 21,00
Articolo non soggetto a sconti per volontà del produttore


Aggiungi ai preferiti
  • Quantità disponibile

    Alta disponibilità
  • Disponibilità: Immediata

    Ordina entro 13 ore 19 minuti.
    Consegna stimata: Martedì 6 Dicembre
  • Guadagna punti +42

    Accumula credito per i prossimi acquisti. Leggi di più

Aggiornato in data 20 Novembre 2016 - Il libro, che si intitola Le 7 Regole per Avere Successo, elaborato da Stephen R. Covey puoi trovarlo in Formazione personale, tratta di Raggiungere il successo. Distribuito da Franco Angeli Editore e pubblicato nel mese di Gennaio 2005 , in questo momento è in "Disponibilità: Immediata". Questo libro costa € 21,00.

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

SPEDIZIONE GRATUITA

per ordini superiori ai 29 € in tutta l'Italia

CONTRASSEGNO GRATUITO

Puoi pagare comodamente in contanti

RESO GRATUITO

Hai 15 giorni di tempo per rendere l'articolo

"Le 7 Regole per Avere Successo" di Stephen Covey è sicuramente uno dei testi più innovativi nel panorama della letteratura manageriale, un vero caso editoriale. Si tratta, infatti, non di un manuale, ma di un percorso, di un approccio integrato il cui proposito essenziale è imparare a gestire la propria vita in modo veramente efficace: ovvero come ottenere risultati, in linea con i propri obiettivi.

Il volume costituisce un "metodo" che, se correttamente applicato, permette di aumentare la capacità di raggiungere obiettivi personali e professionali, ma anche di sviluppare migliori relazioni private e di lavoro.

Si tratta di un percorso che richiede grande apertura mentale e totale coinvolgimento, affinché ognuno possa trovare la propria modalità di applicazione. Per ottenere successo, occorre innanzitutto riflettere sulle proprie abitudini, sui propri comportamenti quotidiani, affinché il cambiamento avvenga dall'interno e diventi pratica di vita e di lavoro.

"Le 7 Regole per Avere Successo" esce oggi con una nuova traduzione, curata direttamente dalla FranklinCovey Italia, e si propone come testo di riferimento per affrontare con coerenza gli attuali scenari di cambiamento che stiamo vivendo.

Presentazione a cura di Cegos Italia
Ringraziamenti
Prefazione all'edizione del 25° anniversario di Jim Collins
Premessa all'edizione 2004 di Stephen R. Covey

Parte I. Paradigmi e principi

  • 1. Inside-out
    (Carattere etico ed etica della personalità; Grandezza di primo e secondo livello; Il potere di un paradigma; Il potere di un "salto di paradigma"; Vedere ed essere; Il paradigma centrato sui principi; Principi di crescita e di cambiamento; Il nostro modo di vedere il problema: questo è il problema; Un nuovo livello di pensiero)
  • 2. Le sette regole
    (Definiamo le "regole"; Il continuum della maturità; Definire l'efficacia; Tre tipi di risorse; CP nelle organizzazioni; Come usare questo libro; Cosa potete aspettarvi)

Parte II. Successo privato

  • Regola 1 - Sii proattivo. Principi di visione personale
    (Lo specchio sociale; Fra stimolo e risposta; Definiamo la "proattività"; Prendere l'iniziativa; Agire o subire; Ascoltiamo il nostro linguaggio; Sfera di coinvolgimento/Sfera d'influenza; Controllo diretto, controllo indiretto, assenza di controllo; Espandere la sfera d'influenza; "Avere" ed "essere"; L'altra faccia della medaglia; Prendere impegni e mantenerli; Proattività: il test dei trenta giorni)
  • Regola 2 - Comincia pensando alla fine. Principi di leadership personale
    (Cosa significa "Comincia pensando alla fine"; Tutte le cose sono create due volte; Con o senza progetto; Leadership e management: le due creazioni; Riscrivi il copione: diventa il primo creatore di te stesso; Dichiarazione della mia missione personale; Al centro; Centri alternativi; Identificare il proprio centro; Mettere al centro i principi; Scrivere ed utilizzare una dichiarazione di missione personale; Usare il cervello per intero; Due metodi per utilizzare meglio l'emisfero destro; Identificare ruoli e obiettivi; Dichiarazioni di missione familiari; Dichiarazioni di missione in azienda)
  • Regola 3 - Dai la precedenza alle priorità. Principi di gestione personale
    (Il potere della volontà indipendente; La gestione del tempo: quattro generazioni; Il quadrante II; Le conseguenze del "no"; Passare al quadrante II; Lo strumento del quadrante II; Come gestire se stessi nel quadrante II; Vivere il programma; I progressi della quarta generazione; Delega: aumentare P e CP; Delega operativa; Delega di responsabilità; Il paradigma del quadrante II))

Parte III. Successo pubblico

  • Paradigmi d'interdipendenza.
    (Il Conto Corrente Emozionale; Sei depositi importanti; I problemi P sono opportunità CP; Le regole dell'interdipendenza)
  • Regola 4 - Pensa vincere/vincere. Principi di leadership interpersonale
    (Sei paradigmi d'interazione umana; Quale opzione è migliore?; Cinque dimensioni di vincere/vincere)
  • Regola 5 - Prima cerca di capire... poi di farti capire. Principi di comunicazione empatica
    (Carattere e comunicazione; L'ascolto empatico; Diagnosticare prima di prescrivere; Quattro risposte autobiografiche; Comprensione e percezione; Poi cercare di farsi capire; A tu per tu)
  • Regola 6 - Sinergizza. Principi di cooperazione creativa
    (La comunicazione sinergica; La sinergia nella scuola; Sinergia negli affari; Sinergia e comunicazione; A pesca della terza alternativa; Sinergia negativa; Apprezzare le differenze; Analisi del campo di forze; La natura intera è sinergica)

Parte IV. Rinnovamento

  • Regola 7 - "Affila la lama". Principi di autorinnovamento equilibrato
    (Le quattro dimensioni del rinnovamento; La dimensione fisica; La dimensione spirituale; La dimensione mentale; La dimensione sociale/emozionale; Dare copioni agli altri; Equilibrio nel rinnovamento; Sinergia nel rinnovamento; La spirale ascendente)
  • Di nuovo inside-out
    (Vivere a livello intergenerazionale; Diventare una figura di transizione)

Appendici

  • A. Possibili modi di percezione creati dai vari centri
  • B. Una giornata d'ufficio nel quadrante II
    (L'approccio da quadrante II)

Postfazione all'edizione 2004, domande frequenti a Stephen R. Covey

Tributo della famiglia Covey a un padre decisamente efficace

Intervista inedita a Stephen R. Covey.

EditoreFranco Angeli Editore
Data pubblicazioneGennaio 2005
FormatoLibro - Pag 310 - 15,5x23
Nuova Edizione2014
Lo trovi in#Raggiungere il successo

Estratto dalla Prefazione all'edizione del 25° anniversario 

Incontrai Stephen Covey per la prima volta nel 2001, quando mi chiese di organizzare un meeting per parlare di idee. Dopo un caloroso saluto - la sua stretta di mano avvolgente aveva la confortevole morbidezza di un guanto da baseball indossato migliaia di volte - cominciammo una conversazione che durò due ore. Stephen cominciò a porre domande, molte domande.

Di fronte a me avevo un maestro dell'insegnamento, uno dei più influenti pensatori dell'epoca, che voleva imparare qualcosa da qualcuno di venticinque anni più giovane. La conversazione mi offriva l'opportunità di esercitare la mia curiosità e chiesi: "Come ti sono venute in mente le idee che hai illustrato in "The 7 Habits"

"Non mi sono venute in mente", rispose.
"Che cosa intendi?" replicai "Hai scritto tu il libro."
"Sì, ho scritto il libro, ma i principi erano noti già da molto tempo". Proseguì "Somigliano di più alle leggi naturali. Tutto ciò che ho fatto è stato metterle insieme e sintetizzarle per la gente".

Così ho cominciato a capire perché questo libro aveva avuto un simile impatto. Covey aveva studiato, praticato e insegnato per oltre trent'anni ciò che aveva infine distillato in queste pagine. Non voleva attribuirsi il merito per i principi, cercava piuttosto di insegnarli e di renderli accessibili. Egli non considerava la creazione delle 7 Regole come un mezzo per raggiungere il suo personale successo ma come un servizio.

Quando Bob Whitman, chief executive di FranklinCovey, mi ha chiamato per chiedermi di scrivere questa Prefazione ho per prima cosa riletto l'intero libro; lo avevo letto poco dopo la pubblicazione della prima edizione nel 1989 e riscoprirlo è stato un vero dono. Volevo anche comprendere perché fosse diventato un classico.

I fattori che ne hanno determinato l'eccellenza ritengo che siano quattro:

1. Covey ha creato una "interfaccia utente" organizzata secondo uno schema concettuale coerente, che la forza della sua scrittura rende facilmente comprensibile.

2. Covey si è concentrato su principi universali, non su semplici tecniche o mode passeggere.

3. Covey si è occupato innanzitutto di formare il carattere e non di come ottenere il successo, aiutando così le persone a diventare non tanto individui più efficaci quanto leader migliori.

4. Covey stesso era un docente della massima competenza, consapevole delle sue mancanze, ma determinato a condividere il più possibile quanto aveva imparato.

Stephen R. Covey era poi un maestro della sintesi: ritengo analogo ciò che Covey ha fatto per l'efficacia personale a quello che l'interfaccia grafica ha fatto per il personal computer.

Prima della nascita di Apple o Microsoft, pochi erano in grado di sfruttare le potenzialità dei computer nella vita quotidiana; non esisteva un'interfaccia utente facilmente accessibile, non c'erano puntatori del mouse, icone, finestre sovrapponibili sullo schermo, per non parlare della tecnologia touch screen.

Allo stesso modo, la nozione di efficacia personale si è arricchita e ampliata nel corso dei secoli, da Benjamin Franklin fino a Peter Drucker, ma non aveva mai trovato una forma precisa all'interno di uno schema coerente di facile impiego. Covey ha creato un sistema operativo standard - come Windows - per l'efficacia personale, e l'ha reso facile da usare.

Egli si è dimostrato uno scrittore di grande abilità, un maestro degli aneddoti e dei giochi di parole per spiegare i concetti. Non dimenticherò mai il racconto del primo capitolo, quello dell'uomo in metropolitana che non riesce a controllare i suoi bambini che urlano (e ciò che questo significa), e nemmeno il faro, o la giungla sbagliata o ancora l'analogia delle uova d'oro.

La formula creata da Covey ha funzionato magnificamente, essendo al contempo descrittiva di un concetto e prescrittiva della sua applicazione. "Pensa vincere/vincere o niente di fatto", "Prima cerca di capire... poi di farti capire", "Comincia pensando dalla fine", "Dai precedenza alle priorità".

Covey ha reso le sue idee ancor più fruibili utilizzando racconti e vicende personali - crescere i figli, affrontare un matrimonio, rapportarsi con gli amici - per insegnare le regole e creare la fibra muscolare che consente di viverle.

Le idee contenute nello schema sono intramontabili. Sono dei principi. Questo è il motivo per cui funzionano e per cui sono validi per persone di tutte le età a tutte le latitudini. 

Jim Collins
Autore di O Meglio o Niente,
Colorado Luglio 2013

Stephen R. Covey

Stephen R. Covey, marito, padre e nonno, è un'autorità stimata sulla leadership a livello internazionale, un esperto della famiglia, un insegnante, un consulente aziendale, fondatore dell'ex... Leggi di più...

Dello stesso autore


Vedi tutte le pubblicazioni

Acquista “La Terza Alternativa + Le 7 Regole per Avere Successo”: Conviene!
Scopri come risolvere i problemi più difficili della vita e raggiungere il successo! Acquista assieme questi 2 libri di Stephen R. Covey, approfitta dello sconto 15%

Le 7 Regole per Avere SuccessoLa Terza Alternativa

Listino: € 40,00
Promo € 34,00
Risparmi € 6,00 !!

Acquista


voto medio su 7 recensioni

5
2
0
0
0

Recensione in evidenza


davide Acquisto verificato

Ottimo libro con spunti decisamente interessanti...

Ottimo libro con spunti decisamente interessanti ed applicabili in ogni ambito della propria vita. Lo consiglio a coloro che vogliono prendere in mano la loro esistenza.

Le 7 recensioni più recenti


icona

STEFANO

E’ uno di quei libri fondamentali...

E’ uno di quei libri fondamentali per la crescita personale. Illustra quali sono i 7 princìpi universali e immutabili che dirigono l’efficacia e felicità umana in accordo con i valori più profondi e traccia un percorso per acquisirli come abitudini. Ognuno ha dentro di sé queste regole, ma deve riscoprirle, dapprima con un lavoro interiore per diventare indipendenti dagli eventi esterni e dai copioni appresi (con proattività, sviluppando la creatività per scrivere il proprio copione di vita, stabilendo priorità) per poi poter passare alla vita sociale per un buon rapporto interdipendente con gli altri (fondamentalmente calandosi con empatia nel modo di vedere dell’altro per comprenderlo e gratificarlo, comportandosi come egli vorrebbe) in uno schema comunicativo dove ognuno arriva ad essere soddisfatto. Covey in alcuni punti diventa un po’ tecnico e schematico e spesso ridondante nei concetti, ma forse è proprio questo il successo di questo procedimento basato su etica e amore per sé stessi e gli altri.

(0 )

icona

davide
Acquisto verificato

Ottimo libro con spunti decisamente interessanti...

Ottimo libro con spunti decisamente interessanti ed applicabili in ogni ambito della propria vita. Lo consiglio a coloro che vogliono prendere in mano la loro esistenza.

(0 )

icona

maria
Acquisto verificato

A dispetto del titolo che sembra...

A dispetto del titolo che sembra assomigliare ai tanti libercoli commerciali che sfruttano l'onda della moda del miglioramento personale, quest'opera tocca veramente i punti essenziali del comportamento umano, riuscendo a fornire spunti di riflessione veri e suggerimenti efficaci. Chi lo legge si fa un bel regalo!

(0 )

icona

Parvinder

Gli umani sono fatti delle loro...

Gli umani sono fatti delle loro abitudini, per cui Stephen Covey ha cercato di concentrarsi sulle principali abitudini per spiegare come prendersi padronanza. - Regola 1 discute dell’importanza di essere pro-attivi. Covey afferma che siamo responsabili della propria vita. Noi possediamo le iniziative per far accadere le certe cose; - Regola 2 concentra sul lavorare partendo dalla fine. Questo ci aiuta a capire quello che riteniamo importante nella vita; - Regola 3 è un mix della regola 1 e 2; - Regola 4 insegna di pensare alla situazione win/win e non win/loss; - Regola 5 si tratta di una comunicazione efficace. Prima di tutto bisogna capire la persona di fronte e poi farsi capire; - - Regola 6 parla della sinergia. Vuol dire che la somma complessiva è maggiore della somma delle singoli parti; - Regola 7 coinvolge tutte le regole, perché questa è la regola che fa in modo che le altre regole diventino possibili. Se vuoi organizzare meglio la tua vita, allora devi leggere questo libro.

(0 )

icona

Alessio

per essere un libro manageriale non...

per essere un libro manageriale non è palloso buoni i suoi insegnamenti che possono essere usati anche in ambito famigliare

(0 )

icona

antonio
Acquisto verificato

Un volume forse troppo tecnico

Un volume forse troppo tecnico, un pò difficile perchè necessariamente bisogna essere abbastanza ferrati in materia ma dopo una approfondita lettura per me risulta essere un capisaldo della lettura motivazionale. Senz'altro da leggere per poi applicarne gli insegnamenti .

(0 )

icona

Bernardo Bruno
Acquisto verificato

Forse il libro più bello che...

Forse il libro più bello che abbia mai letto. Porta a delle riflessioni profonde su se stessi e sulla propria crescita personale. Covey è veramente un uomo illuminato. Dovrebbero leggerlo tutti.

(0 )


Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste