Torna su ▲
Piccolo è bello. Grande è sovvenzionato

Steven Gorelick

Piccolo è bello. Grande è sovvenzionato

(1)
Prezzo € 10,20
Solo 1 disponibile: affrettati!

Promo Macrolibrarsi

SAPEVI CHE?

- Il reso è gratuito entro 15gg
- Puoi Pagare in contanti alla consegna senza supplemento
- In omaggio il numero 37 eBook PDF digitale (non cartaceo) di ViviConsapevole per ogni ordine

Ti piace questo libro?
    Piccolo è bello. Grande è sovvenzionato - Steven Gorelick - ★★★★★
Oppure scrivi una recensione

Informazioni aggiuntive

Descrizione di Piccolo è bello. Grande è sovvenzionato

Le piccole imprese sono autosufficienti e portano benessere e prosperità. Le grandi imprese fanno profitti grazie agli aiuti pubblici e a sempre più tasse e inquinamento

Perché le tasse che paghiamo dovrebbero servire per sovvenzionare:

• la costruzione di imponenti svincoli autostradali a vantaggio di giganteschi centri commerciali?
• un aeroporto internazionale per trasportare la nostra pasta direttamente in Giappone?
• i logo delle merendine e di tanti prodotti distribuiti nelle scuole elementari per imparare a leggere?
• i treni ad alta velocità che altrettanto rapidamente deprimono i commerci locali?
• le dighe che allontanano dalle loro terre milioni di contadini verso anonime periferie urbane?

L’economia globale è presentata da imprenditori, politici e mass media come inevitabile e destinata a crescere, che lo vogliamo no. La globalizzazione è indicata come un destino ineluttabile dettato da “leggi economiche” che si sottraggono all’intervento umano. Queste leggi favoriscono in modo naturale i grandi produttori rispetto ai piccoli, la produzione globale e centralizzata rispetto a quella locale e parcellizzata. La verità è che l’efficienza della “grande scala” è un mito interessato; “grande” non significa “meno caro” o “più efficiente”. Oltre le apparenze, è chiaro che le concentrazioni produttive e commerciali sono il prodotto del supporto governativo attraverso agevolazioni e sovvenzioni dirette e indirette.
Questo volume si rivolge ad una percentuale dell’umanità altrettanto grande e libera di scegliere un modello economico diverso. È possibile rifiutare il centralismo sia delle economie sovvenzionate dallo stato, che delle grandi società capitalistiche.
Decentralizzazione significa ritorno a un equilibrio tra l’economia locale e la dipendenza dagli scambi internazionali, un equilibrio tra campagna e città, un equilibrio tra il bene delle comunità e i poteri di istituzioni anonime e lontane. Cambiare la destinazione del denaro delle nostre tasse è una via concreta per creare economie sostenibili, capaci di proteggere le diversità culturali e la ricchezza dei sistemi biologici.

Le vostre recensioni su "Piccolo è bello. Grande è sovvenzionato"

Condividi la tua opinione! Scrivi una recensione.

Acquistato su Macrolibrarsi

Ottimo! Chiaro e semplice se vogliamo e sappiamo vedere. Mi piacerebbe poter confrontare impressioni, conclusioni possibilità operative con qualche altro lettore della mia zona. E' possibile? Non sarebbe bellissimo potersi incontrare e discutere delle letture comuni con interessi simili? Io credo che sia possibile, ma non so come. Lancio l'idea. Massimiliano Ghezzo Olbia cell.3392153788

Rispondi al commento

Tutte le recensioni...
Scrivi una recensione!