Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

La Danza delle Silfidi

Giuseppe Sermonti



Prezzo: € 20,00


Aggiornamento del 07 Novembre 2016 - Questo libro ha come titolo La Danza delle Silfidi, dell'autore Giuseppe Sermonti, fa parte della categoria Letture e si trova nella sottocategoria Saggi e racconti. Stampato dalla casa editrice La Finestra e edito nel mese di Maggio 2004 nei nostri magazzini è in "Fuori Catalogo". Il costo è Euro 20,00.

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

SPEDIZIONE GRATUITA

per ordini superiori ai 29 € in tutta l'Italia

CONTRASSEGNO GRATUITO

Puoi pagare comodamente in contanti

RESO GRATUITO

Hai 15 giorni di tempo per rendere l'articolo

C’era una volta un Re matematico, che tutto misurava pesava e contava. Sapeva l’età, il peso e l’altezza di tutti i suoi soldati e il numero dei gradini delle centotrentacinque scale del suo castello. Adesso nelle sue terre è una repubblica, perché un giorno gli venne la cattiva idea di contare quanti sudditi volevano il Re e quanti non lo volevano e gli risultò che la maggioranza preferiva farne a meno.

E poiché rispettava i numeri, si dimise. Ma non fu quello il suo più grande dolore.
Fu una volta, quand’era ancora re e giovane e si era innamorato delle silfidi del bosco.
Le silfidi sono figurine evanescenti, minuscole fanciulle con piccole ali di farfalla che nelle notti d’estate danzano nelle radure dei boschi al suono di una musica soavissima intonata dai mandolini dei grilli e dalle chitarre delle cicale. Sono così leggere, le silfidi, che i fili d’erba non si flettono sotto i loro piedini, ed esse sfiorano il suolo senza toccarlo.

Il Re le guardava incantato, ma non gli riusciva di contarle, e non gli riusciva a stabilire quale fra tutte fosse la più lieve e la più fresca. Le avrebbe aperto le porte del suo castello come a una regina e sarebbe stato anche pronto a incoronarla, se la corona regale non l’avesse schiacciata.

Una notte, all’ora della danza delle silfidi mandò nel bosco tre paggi, che portavano nascoste sotto i mantelli tre preziosissime bilance di precisione. E mentre grilli e cicale accordavano i loro strumenti, i paggi taravano le loro bilance. Il Re aveva ordinato loro di portargli al palazzo la più leggiadra e soave di tutte le silfidi.

Quando la danza incominciò i paggi rimasero incantati a guardare, e nessuno osava fiatare, né avvicinarsi a cogliere, sulle corolle dei fiori, le figurine danzanti. Ma gli ordini dei Re non si discutono, e finalmente il più coraggioso dei paggi scorta una lievissima silfide allungò una mano, chiuse gli e la trasse a sé per appoggiarla alla bilancia. Sentì qualcosa morirgli fra le dita e quando aperse gli occhi la piccola fatina del bosco era nella sua mano, abbandonata, ansiante e sgualcita come un ibisco appassito.

Non osò posarla sulla bilancia: la depose delicatamente sull’erba, ma ella già non respirava più, e i suoi piccoli occhi trasparenti lo fissavano immobile. Il secondo paggio cercò di catturarne una con un sottilissimo velo di seta, ma appena la toccò, ella smise di ballare lentamente si trascinò verso il buio del bosco.

Il terzo paggio, che aveva visto una silfide soavissima, la chiamò sottovoce più volte, finché la silfide si voltò, lo guardò e restò come appannata; riprese a ballare ma non seguiva più il tempo della danza e i fili d’erba si piegavano sotto i suoi piedini. Allora i paggi, trattenendo il fiato, nascosero le bilance sotto i loro mantelli e ripresero la via del castello.


Quando si presentarono al Re:”Dov’è la più aerea e leggera delle silfidi?” chiese egli subito con aria severa.
Ma nessuno dei paggi osava parlare, sicché il Re gridò adirato:” Rispondete! Se non siete riusciti a prenderla con voi, ditemi almeno qual’era!”
E uno dei paggi rispose:” La più fresca e lieve di tutte le silfidi esiste, ma nessuno saprà mai qual è, perché nessuna mano l’avrà mai raccolta, nessun velo l’avrà mai toccata, nessuna parola l’avrà mai sfiorata.”

EditoreLa Finestra
Data pubblicazioneMaggio 2004
FormatoLibro - Pag 116 - 15x21
Lo trovi in#Saggi e racconti
Giuseppe Sermonti

Giuseppe Sermonti, nato a Roma nel 1925, si laurea in Agraria e in Biologia. Dal 1950 compie ricerche di Genetica microbiologica. È Chairman della International Commission for Genetics of... Leggi di più...

Dello stesso autore


Vedi tutte le pubblicazioni


nessuna recensione

Scrivi per primo una recensione
Scrivi una recensione

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste