800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Le teorie della psicologia

  2 anni fa


Le teorie della psicologia

La psicologia è una scienza che aiuta a interpretare l’essere umano: chi siamo, cosa pensiamo, come e perché instauriamo relazioni con gli altri, sono solo alcuni dei molteplici ambiti di studio delle teorie psicologiche. Vediamone insieme alcune che riguardano lo sviluppo affettivo e l’infanzia.

La psicologia è la scienza che analizza comportamenti e processi mentali. I campi d'indagine interessano l'individuo a tutto tondo e le teorie della psicologia sono numerosissime, raggruppate secondo indirizzi e metodologie differenti. Grazie alla psicologia possiamo imparare a interpretare il nostro modo di pensare e le nostre relazioni con gli altri e con l'ambiente che ci circonda. Vediamo insieme alcune teorie della psicologia che riguardano l'infanzia.

Le teorie della psicologia: lo sviluppo affettivo

Lo sviluppo affettivo interessa i rapporti che il bambino impara a stabilire con gli altri sulla base di aspettative realistiche. Centrale è la figura della madre, prima destinataria dell'amore del bambino e modello per i rapporti futuri. Le teorie più importanti sullo sviluppo affettivo sono state elaborate da René Spitz e Sigmund Freud. Secondo Spitz lo sviluppo affettivo avviene per tappe: i suoi studi presero in oggetto i bambini istituzionalizzati e ospedalizzati che mostravano di avere delle difficoltà evolutive.

Spitz osservò che un corretto sviluppo affettivo si può rilevare già durante il primo anno di vita in presenza di legami significativi grazie ad alcuni indicatori come il sorriso sociale, che a partire dal terzo mese non compare più in automatico ma solo volontariamente, l'angoscia dell'estraneo, ovvero la capacità di distinguere la madre da tutti gli altri individui, e la capacità di dire no, segnale dell'inizio dell'emancipazione del bambino rispetto all'autorità materna.

La teoria di Freud sullo sviluppo affettivo riguarda a sua volta una serie di fasi che, fino all'adolescenza, interessano la vita del bambino incanalando le pulsioni presenti fin dalla nascita.

La fase orale è legata al primo anno di vita e ha come caratteristiche principali il ruolo della bocca come zona erogena e la dipendenza dalla madre; la fase anale si verifica tra il secondo e il terzo anno e si basa sulla percezione dell'indipendenza dalla figura materna e sull'assunzione del controllo degli sfinteri; la fase fallica inizia dal terzo/quinto anno e si caratterizza come periodo di esplorazione dei genitali; la fase di latenza dura dal quinto al dodicesimo anno di vita e ed è un periodo di passaggio dalla sessualità infantile a quella adulta; la fase genitale segna il ritorno dell'attenzione sui genitali, visti però come fonte di piacere rivolta all'esterno. L'avvicendarsi di queste fasi consente all'individuo di raggiungere un pieno sviluppo affettivo.

Le teorie della psicologia: il complesso di Elettra

Strettamente connesso allo sviluppo affettivo è l'insorgere del complesso di Elettra, molto meno noto e dibattuto rispetto al complesso di Edipo. Questo complesso si riscontra nel momento in cui il bambino inizia a nutrire un'avversione per il genitore dello stesso sesso in favore di quello del sesso opposto. Se per il complesso di Edipo l'oggetto d'amore è la figura materna, per il complesso di Elettra è il padre l'oggetto d'amore privilegiato delle bambine.

Entrambi fanno riferimento alla mitologia greca e, nel caso di Elettra, ci si trova di fronte a una situazione più complessa rispetto a quella vissuta dai maschi: il risentimento verso il genitore dello stesso sesso in questo caso nasce da una ferita narcisistica. La bambina sviluppa la cosiddetta "invidia del pene" perché, iniziando a notare le differenze tra i due sessi, ritiene responsabile la madre della sua mancanza e sposta l'attenzione sul padre.

Il complesso di Elettra, così come il complesso di Edipo, rappresenta una fase di passaggio assolutamente sana e funzionale al corretto sviluppo dei bambini: nel caso delle bambine, la figura del padre farà da punto di riferimento, modello e base di confronto per le relazioni future.

A cura di

Redazione Crescita-Personale.it

Ti consigliamo...


Non ci sono ancora commenti su Le teorie della psicologia

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste