800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

I rimedi floreali contro l’ipertensione

  2 anni fa


I rimedi floreali contro l’ipertensione

Osserviamo la qualità delle nostre reazioni ai casi della vita. Sono tre gli “stili” che possono generare ipertensione: e una volta scoperto il nostro stile chiediamo aiuto ai fiori di Bach e australiani. - Anteprima della rivista L'Altra Medicina n. 23

 

La pressione del sangue ha qualche rapporto con l’emotività?

Certo, anzi, certissimo.

 

Quando siamo arrabbiati o impauriti è possibile che il nostro corpo risponda con un allarme generale, che comporta, oltre a un aumento del battito cardiaco e della respirazione, anche un innalzamento generale della pressione sanguigna, con la vasodilatazione di particolari zone e la vasocostrizione di altre.

Per esempio, se abbiamo paura impallidiamo: dove va a finire il sangue che prima circolava nel volto? In parte, viene sospinto nella parte bassa del corpo e nelle gambe, per permetterci di alimentare i muscoli più adatti all’eventuale fuga.

In caso di rabbia, invece, diventiamo rossi a causa di una vasodilatazione della parte alta del corpo, così da avere più sangue a disposizione nelle braccia e nella testa per poter lottare con più energia.

Insomma, il sangue, tramite un gioco di apertura o costrizione dei vasi sanguigni, in caso di emozioni o di stress acuto viene spinto con una maggiore pressione a favore di questa o quella area, dove in quel momento un suo maggiore afflusso può servire a permetterci la corretta reazione.

E, magari, a salvarci la vita.

Allarme rosso-sangue

Ma che succede se viviamo in costante compagnia di una sottile sensazione di allarme, magari inavvertita dalla nostra coscienza perché è ormai diventata un’abitudine o, meglio, uno stile di vita?

In queste condizioni è possibile che non riusciamo a spegnere del tutto il sistema salva-vita che si è attivato e che ha innescato, tra l’altro, l’aumento della pressione del sangue.

Molte persone cronicamente ipertese, difatti, non rilevano praticamente sintomi, né fisici né tantomeno emotivi. Almeno, così sembra loro.
Ma il corpo risponde sempre – e per la verità, correttamente – ai segnali di stress che gli inviamo, anche se ormai ci siamo così assuefatti che non ce ne accorgiamo quasi.

Come recuperare il benessere e disancorarci, almeno in parte, da questa reazione innata e automatica, che però non determina certo la nostra salute e, soprattutto, irrigidisce e limita le capacità di risposta del nostro organismo?

Per prima cosa, bisogna identificare il nostro “stile” ipertensivo,
e poi fare le dovute correzioni.

Si tratta di 3 stili: vediamoli.

L’esagerato

Quando cominciate qualcosa di nuovo vi entusiasmate ed esaltate, ma magari esaurite bruscamente energie e interesse?

Potreste avere un buon alleato in Vervain, specie se è la pressione sistolica (massima) a risultare elevata.
Il rimedio è infatti adatto, oltre che per modulare la vostra reattività, anche per correggere la rigidità dei vasi sanguigni dovuta all’eccessiva “spinta” del sangue.

Vi sentite sovraccarichi di impegni e responsabilità, ma incapaci di rinunciare ad esaudirli?
È il momento di provare Elm, utile nell’eccesso di pressione e nella difficoltà di “contenimento”. Un po’ quello che succede, cioè, al vaso sanguigno nell’ipertensione arteriosa. Non vi suona familiare?

E se c’è anche tachicardia, o avete brusche puntate ipertensive, ricorrete a Impatiens, insieme a Cherry Plum, abbinamento utile in tutte le disregolazioni del ritmo cardiaco.
Se, invece, l’ipertensione si alterna a pressione normale o addirittura a ipotensione, sarà Scleranthus il rimedio più corretto.

Riportarsi in equilibrio

I fiori possono essere accostati ad alcune strategie. Per dare un sacrosanto ma ordinato sfogo alle vostre energie e iniziative, e aumentare la vostra centratura emotiva, dedicatevi a discipline quali le arti marziali o la danza, meglio se ritmata e veloce.

Ma date spazio anche a tutto ciò che può aumentare la consapevolezza del vostro corpo e della vostra mente, e delle loro brusche e finora automatiche reazioni. La meditazione dinamica, lo yoga in tutte le sue forme, le tecniche tipo Feldenkreis sono tra quelle che più fanno al vostro caso.

Il controllore

La pressione diastolica (minima) è quella che più vi preoccupa, e voi siete persone fin troppo abituate ad esercitare un controllo sull’ambiente circostante. Siete anche ambiziosi, autoritari e intransigenti con gli altri, e cercate di convincerli, non necessariamente con le buone, a fare sempre come dite voi?
Può essere difficile ammettere apertamente queste caratteristiche, ma vi basterà un piccolo sondaggio tra i vostri conoscenti per accertarvene... Comunque, il rimedio per voi è senz’altro Vine.

Se, invece, tendete a cercare il controllo delle azioni degli altri per correggerli in senso morale o materiale e riceverne apprezzamento, attenzione, amore, e magari non disdegnate, per riuscirvi, anche di assumere un atteggiamento colpevolizzante, correte subito a prendere Chicory.

Spesso i sintomi fisici collegati a questo rimedio sono accompagnati da congestione o ritenzione di liquidi e quindi anche da aumento pressorio.

Riportarsi in equilibrio

Iscrivetevi a un buon corso di massaggi e imparate a farli – e a farveli fare.

Sentire sotto le vostre mani la tensione nel corpo degli altri andarsene e lasciare il posto al rilassamento e, viceversa, mettervi con fiducia nelle mani di un’altra persona vi possono insegnare, in modo spontaneo e naturale, che non sempre il controllo diretto e ossessivo è fonte di sicurezza, mentre possono esserlo il contatto e la condivisione.

Il controllato

Quando l’ipertensione è sia sistolica che diastolica, e specie se accompagnata da fenomeni di arteriosclerosi, e magari la persona in questione si comporta in modo intransigente con se stessa, esprimendo anche perfezionismo e, perché no, auto-repressione, è proprio il caso di provare Rock Water.

E se l’ipertensione c’è, ma è praticamente asintomatica?

Potrebbe essere presente uno stato Agrimony, tipico di chi non vuole vedere qualcosa che gli dà sofferenza, disagio o timore, ma si carica di tensione per continuare a fare finta di nulla e a mantenere lo status o l’apparente equilibrio che ha costruito attorno a sé.

Water Violet è invece dedicato a chi, isolato nel suo orgoglio, può talvolta faticare a sentirsi in contatto con gli altri.

La sua rigidità e chiusura emotiva lo predispone ai disturbi della circolazione, specie quelli connotati da vaso-costrizione (per esempio, ipertensione, arteriosa, emicranie, acrocianosi).

Riportarsi in equilibrio

Un corso di teatro, o di canto corale, vi permetterebbe di recuperare le vostre capacità espressive innate ma sicuramente sacrificate in nome dell’esigenza di sentirvi sempre “a posto” di fronte a voi stessi o agli altri.

Anche prendere le cose con più ironia, e soprattutto auto-ironia, può fare un gran bene alla vostra salute complessiva. Ridere di cuore migliora non solo l’umore, ma addirittura la circolazione e l’ossigenazione dei tessuti. E vi rende anche più belli e simpatici!

Dall’Australia, uno stop allo stress

La miscela di fiori australiani detta “Stress Stop” può rivelarsi utile anche in molti casi di ipertensione essenziale su base emotiva.

Vi troviamo infatti: Black-eyed Susan (per rallentare i ritmi), Bottlebrush (per adattarsi ai cambiamenti), Boronia (chiarezza mentale), Bush Fuchsia (nell’eccesso di carico), Crowea (rilassante muscolare e mentale), Jacaranda (contrasta l’iper-eccitabilità), Little Flannel Flower (per recuperare la giocosità e l’auto-ironia), Paw Paw (smorza l’eccesso di responsabilità).

Articolo tratto da L'Altra Medicina - N.23

Salute Armonia Benessere Naturale

Abbonarsi alla rivista L'altra medicina magazine conviene! Puoi infatti ricevere 12 numeri della rivista, comodamente a casa tua, pagandone soltanto 8 (28 euro anziché 42)!

Richiedi l'Abbonamento a l'Altra Medicina

Ti consigliamo...


Ultimo commento su I rimedi floreali contro l’ipertensione

icona

marisa
Acquisto verificato

molto interessante!

Ho trovato la lettura di questo articolo molto utile e interessante! Grazie mille.

(0 )

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste