Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Lo Shiatsu oggi

di Lo Staff di Macrolibrarsi.it 2 anni fa



Una presentazione dello Shiatsu da parte di esperti del settore: il portale www.mondoshiatsu.com . In questo documento troverete una breve storia dello shiatsu e lo stato dell'arte ad oggi.

La pratica dello shiatsu conosce una notevole varietà di stili e metodi; si può dire che ogni scuola (e se ne contano attualmente più di 200 presenti, sia in ambito locale, sia a rilevanza nazionale) propone propri metodi, stili, tecniche e forme di trattamento proprio.

Questo da un lato esprime e costruisce una notevole ricchezza culturale e applicativa, da un altro lato può creare difficoltà alla persona interessata nell' orientarsi al momento della scelta di un operatore per un trattamento o di una scuola per un corso.

Sono in sintesi tre i modelli cultuali a cui si ispirano praticanti ed insegnati:

  • il modello scientifico meccanicista: lo shiatsu in questo approccio viene visto come una terapia alternativa che può curare, o aiutare a curare, le differenti patologie e sintomi.
  • il modello Medicina Tradizionale Cinese, con un approccio sostanzialmente terapeutico simile all’approccio precedente, ma con il riferimento alla M.T.C. per quanto riguarda i modelli interpretativi per la diagnosi (o analisi energetica) e i modelli operativi per l’intervento.
  • il modello della forza vitale (principalmente ispirato in chiave antica al modello taoista e/o in chiave moderna al modello del Caos/complessità), che focalizza l’attenzione sui fenomeni vitali che avvengono durante la pratica dello shiatsu.  

Se vogliamo quantificare la presenza sul mercato e nella realtà sociale dei tre filoni sopra descritti, possiamo così delinearne la consistenza: 15% per il primo, 40% per il secondo e 45% per il terzo (si tratta di stime opinabili in assenza di ricerche organiche nel settore); in molte esperienze il secondo e il terzo modello risultano però talmente intrecciati che è difficile distinguerli.

Il terzo filone, lo shiatsu per la forza vitale, è quello che risulta attualmente in maggiore espansione e nel quale si riconosce il settore maggioritario e più dinamico sul piano sociale e sul piano istituzionale del mondo shiatsu. Rendiamo pertanto disponibile il manifesto relativo che è adottato come testo comune dalla maggior scuola, dal maggior albo professionale e dalla maggiore associazione di scuole operanti in Italia: Per visionarlo o scaricarlo cliccate qui.

Generalità e storia dello shiatsu

Lo shiatsu, tecnica manuale basata sulle pressioni portate con i pollici, i palmi delle mani, i gomiti e, in alcuni stili con nocche, ginocchia e piedi, nasce dall’evoluzione di forme di manipolazione e massaggio della tradizione orientale, come l'am-ma, l'an-fa, il tui-na cinese ecc.

Si differenzia da queste forme (e questo è il motivo per cui non è corretto definirlo massaggio) perché si è caratterizzato alla sua nascita, che risale al periodo tra le due guerre mondiali, per la staticità della pressione portata, che entra perpendicolarmente alla superficie del corpo trattata; le pressioni entrano in profondità senza scivolare sulla pelle e producono uno stimolo a cui l'organismo della persona trattata "risponde", recuperando e manifestando "dal profondo" le proprie risorse vitali.
Espressioni tipo "lo shiatsu stimola la capacità di autoguarigione", oppure "lo shiatsu produce un risveglio vitale" rendono l'idea dell'effetto benefico globale che un trattamento shiatsu, ben eseguito, può produrre nell'individuo.

Negli anni sessanta, stante la diffusione e la popolarità raggiunta dallo shiatsu in Giappone, il Ministero dell'Assistenza Sociale nipponico ne codifica le caratteristiche definendolo: "Lo shiatsu è un trattamento nel quale si adoperano i pollici e i palmi delle mani per esercitare pressioni su determinati punti, allo scopo di correggere irregolarità dell'organismo, di conservare e migliorare lo stato di salute e a contribuire alla cura di taluni stati morbosi".

Negli anni settanta lo shiatsu si diffonde in America e in Europa, raggiungendo anche l'Italia dove trova un ambiente particolarmente favorevole alla propria diffusione e al proprio sviluppo; in un primo momento nella forma di "terapia alternativa" come risposta alla crescente domanda di salute e alla crisi di credibilità della medicina istituzionale.

Negli anni '90 lo shiatsu in Italia ha sviluppato un percorso autonomo che ha prodotto forme e tecniche originali e soprattutto lo ha portato a creare e a crearsi un nuovo spazio non direttamente legato alla cura delle malattie; ma più propriamente finalizzato allo sviluppo di uno stato di "miglior vitalità e benessere", di "ottimizzazione delle risorse personali", contribuendo a strutturare e ad espandere un settore "a latere", ma diverso e autonomo, all' "universo sanitario", un settore che possiamo etichettare come attinente al "benessere", alla "qualità della vita" , “allo stimolo della forza vitale”.


Lo shiatsu é un fenomeno sociale ad ampio respiro, che difficilmente è confinabile nella categoria delle medicine non convenzionali o all'universo della new age.

Lo shiatsu non é rivolto solo a persone malate ma a tutti coloro che sono interessati a vivere meglio esprimendo il meglio di sé a tutti i livelli (psichico, fisico, emozionale, relazionale, ecc.).


Lo shiatsu ha assunto differenti caratterizzazioni in base alle condizioni culturali e alle tipologie fisiche incontrate nelle diverse aree geografiche:

  • In Giappone la tecnica più diffusa è caratterizzata da una forma codificata, il kata, che viene ripetuta con poche varianti su tutte le persone; le pressioni sono intense, spesso oltre la soglia del dolore nella ricerca della massima efficacia; l'effetto generale è prevalentemente tonificante; è in genere una tecnica molto efficace ma difficilmente accettabile in un contesto sociale occidentale. Questo è un motivo per cui gli stili originari giapponesi, in particolare il metodo Namikoshi, non si sono diffusi in occidente.
  • In U.S.A. lo shiatsu si è modificato adattandosi alle richieste e alle aspettative di quella società superficiale ed edonista; si è in pratica trasformato in un trattamento piacevole e rilassante meno indirizzato all’ efficacia profonda. Nella pratica shiatsu americana (lo stile Ohashi ne costituisce l'esempio più caratteristico) sono praticamente scomparse le pressioni intense e si è arricchito di stiramenti, mobilizzazioni articolari, dondolamenti, ecc., indubbiamente piacevoli ma scarsamente efficaci sul piano del "risveglio energetico".
  • In Europa lo shiatsu, rispondendo alla domanda sociale di salute che si era diffusa negli anni settanta come reazione alla crisi di fiducia nei confronti della sanità pubblica, si é in un primo momento qualificata come terapia alternativa, affiancandosi a tutte le altre pratiche mediche non convenzionali (omeopatia, fitoterapia, chiropratica, osteopatia, ecc) che in questi anni si sono sviluppate ed hanno conquistato una vasta area di mercato, imponendosi anche a livello istituzionale. Ha conosciuto in questa forma un notevole successo che lo ha portato ad una diffusione senza precedenti in occidente e gli ha restituito la dignità di pratica incisiva ed efficace. Ma questa impostazione, rischiando di confinarlo negli ambiti ristretti dell'universo sanitario, si è rivelata, a partire dalla metà degli anni novanta, inadeguata sia ad esprimerne pienamente la carica innovativa sul piano culturale, sia a svilupparne le potenzialità di coinvolgimento di nuovi settori sociali. Anche perché, impostando lo shiatsu come terapia alternativa, gli operatori hanno spostato la loro attenzione dalla qualità ed efficacia delle pressioni agli aspetti di diagnosi e terapia (mutuate per lo più dalla medicina cinese), perdendosi in analisi astratte e speculazioni teoriche. Il classico "terapista shiatsu" europeo che lavora più con la testa che con pollici e gomiti, che è più esperto di teorie cinesi che abile nella manualità risulata per molti versi obsoleto. La reale forza dello shiatsu ha iniziato ad esprimersi negli ultimi dieci anni, generando un impatto immediato e concreto che si incontra con la richiesta di benessere e vitalità espresso da un numero sempre più elevato di persone.

 

Gli stili

  • Namikoshi
    Lo stile si caratterizza per l’utilizzo dei pollici sovrapposti; generalmente viene applicato facendo riferimento al modello culturale scientifico-strutturale meccanicista; negli anni di pratica è stata codificata una mappa basata sulla definizione originale di una serie di punti anatomo-fisiologici (scelti, sembra, prevalentemente per la loro efficacia stante la collocazione su inserzioni muscolari, innervazioni, gangli linfatici ecc.).
    Le pressioni  sono ripetute più volte sullo stesso punto prima di passare ad altro punto del corpo.
  • Masunaga
    Lo stile si caratterizza per l’utilizzo di pressioni con nocche, gomiti e ginocchia ;con una mano che "tiene" (la mano "madre") con varie modalità una parte del corpo o dell’arto trattato, e l'altra mano (o gomito o ginocchio) che opera con pressioni che si spostano lungo i meridiani; generalmente viene adottato un modello energetico orientale con mediazioni fisiologico-anatomico moderne; il fondatore ha codificato una mappa basata sulla riscrittura originale dei percorsi energetici.
  • Lo stile della doppia pressione
    Lo stile si caratterizza per l’utilizzo di pressioni “autonome” portate separatamente su 2 punti o zone con palmi, pollici e gomiti nelle varie combinazioni; generalmente viene applicato facendo riferimento/uso integrato di modelli diversi privilegiando:
    • M.T.C. (Medicina Tradizionale Cinese)/ Filosofia Taoista/ Teoria della Complessità; gli anni di pratica stanno producendo una mappa basata sulla codificazione di zone e punti risonanti.
    • Le pressioni  sono contemporanee su due punti/zone, le stesse sono di durata variabile secondo il ritmo più efficace e la risposta vitale percepita.

 

I luoghi per studiare in Italia

Negli anni lo shiatsu si è notevolmente diffuso grazie al proliferare di scuole e luoghi di pratica.

Le principali scuole in Italia per diffusione e grandezza sono:

  • ACCADEMIA ITALIANA SHIATSU-DO
    • ha sedi in tutta Italia e rappresenta la scuola più grande d’Europa. Si insegnano principalmente  lo stile della doppia pressione.
    • Via Settembrini, 52 - 20124 Milano

La maggioranza delle altre scuole, grandi e piccole, sono associate in 2 associazioni di scuole:

  • ASSOCIAZIONE SCUOLE SHIATSU ITALIANE
    • Bologna
  • FEDERAZIONE NAZIONALE SCUOLE SHIATSU
    • Milano

Fanno eccezione due associazioni che fanno riferimento allo stile Namikoshi:

  • ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE ITALIANA SHIATSU
    • Piazza S. Andrea della Valle, 3 - 00186 Roma
  • SCUOLA ITALIANA SHIATSU PALOMBINI
    • Piazzale Flaminio, 9 - 00196 ROMA (RM)


Per conoscere lo shiatsu, ricercare informazioni, approfondire, reperire gli indirizzi di operatori e scuole vi segnaliamo il portale www.mondoshiatsu.com  e la rivista shiatsu-do (edizione Emmek), i principali strumenti di confronto e approfondimento sul tema.

Ringraziamo i nostri amici di mondoshiatsu.com per la presentazione molto chiara ed esauriente. Ci auguriamo di avere ottenuto la vostra attenzione, e per chi non era a conoscenza di questa disciplina, di avervi incuriosito. Scopo del circuito Macrolibrarsi è quello di fornirivi tutte le informazioni per risvegliare le vostre potenzialità innate e migliorare il vostro stato di salute psico-fisico. 

Shiatsu è una disciplina che, a nostro avviso, vale la pena approfondire: sia che vogliate diventare operatori professionisti (tori), sia che semplicemente vogliate provare i trattamenti (uke). Un' esperienza che sicuramente non dimenticherete e difficilmente riuscirete ad abbondonare. 

Nella sezione successiva, vi proponiamo i libri sullo shiatsu presenti nel nostro catalogo. Visitate anche la nostra raccolta per categoria: shiatsu

Buona ricerca.

Ti consigliamo...


Non ci sono ancora commenti su Lo Shiatsu oggi

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste