800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

Terra Nuova - Marzo 2018 - n. 336

Pensa e vivi ecologico




Prezzo: € 4,00


Aggiungi ai preferiti
  • Quantità disponibile

    Solo 4 disponibili: affrettati!
  • Disponibilità: Immediata

    Ordina entro 17 ore 43 minuti.
    Consegna stimata: Martedì 26 Giugno
  • Guadagna punti +4

    Accumula credito per i prossimi acquisti. Leggi di più

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

Descrizione


EDITORIALE - Il treno dei desideri

Da bambino ero molto affascinato dalla stazione che troneggiava all’ingresso del mio piccolo paese. In realtà si trattava di un unico binario che finiva a poche centinaia di metri dalle prime case.

Quella stazioncina, buttata lì come un punto esclamativo nel nulla, era una sorta di ponte tra il Gargano e il resto del mondo. Da lì arrivavano tutte le novità e da lì partivano i nostri migranti in cerca di fortuna in Svizzera e in Germania. Via via negli anni, quel ponte si è gradualmente rinsecchito, i treni sono diventati sempre pila radi, finché un bel giorno quell’unico binario è stato ricoperto dall’asfalto.

Un destino comune a tantissime altre stazioni e tratte della nostra rete ferroviaria. Dal 2002 a oggi sono stati dismessi ben 1323 chilometri di linea ferroviaria, soppiantati da autostrade e superstrade o umiliati dall’alta velocità.

Peccato che tutta questa velocità si porti dietro viaggiatori indesiderati, come le polveri sottili e il biossido d’azoto. Nel 2017 sono state 39 le città italiane che hanno sforato i limiti di legge per l’inquinamento atmosferico, tanto da far avviare alle autorità europee una procedura d’infrazione a nostro carico, senza considerare l’incremento di produzione di CO2 e gli incidenti stradali.

Ma mentre i finanziamenti statali e regionali continuano a premiare per il 60% il trasporto su ruote, ogni giorno 5,51 milioni di pendolari salgono su un treno che, come nella celebre canzone di Gelentano, sembra andare all’incontrario o quasi, vista la velocità media che si attesta intorno ai 33 km orari.

Il numero dei pendolari, in continua crescita, sembra contraddire il record tutto italiano dell’auto come principale mezzo di trasporto per recarsi a lavoro (69% contro 61% della media europea), ma a ben vedere si tratta di un primato in gran parte dovuto alla plateale inefficienza, all’affollamento e alla vetustà dei mezzi pubblici. Prova ne è che, laddove la qualità del servizio pubblico migliora, aumenta il numero di viaggiatori. È quanto è accaduto in questi anni in Alto Adige, Friuli e in alcune linee abruzzesi.

E evidente che non ci potrà essere una riduzione significativa dell’inquinamento veicolare e delle emissioni di CO2 finché non ci sarà un ribaltamento degli investimenti a favore delle linee ferroviarie locali.

Mimmo Tringale
direttore responsabile

EditoreTerra Nuova Edizioni
Data pubblicazioneMarzo 2018
FormatoRivista - Pag 100 - 19.5 x 27.5 cm
ISBN8866813643
EAN9788866813644
Lo trovi in#Terra Nuova
MCR-NR 152575

Articoli più venduti


Intelligenza Emotiva

(14)

€ 9,35 € 11,00 (15%)

Bésame Mucho - Libro

(49)

€ 15,73 € 18,50 (15%)

Riequilibrio Quantico Integrato - Libro

(39)

€ 11,82 € 13,90 (15%)

Diventa Supernatural - Libro

(3)

€ 13,52 € 15,90 (15%)

Guarire la Tiroide - Libro

€ 15,30 € 18,00 (15%)

Coltivare Bio con Successo - Libro

€ 15,30 € 18,00 (15%)

Anatomia Emozionale - Libro

€ 11,82 € 13,90 (15%)

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. — Nimaia e Tecnichemiste