800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Terra Nuova - Giugno 2017 - n. 328

Pensa e vivi ecologico




Prezzo di listino: € 4,00
Prezzo: € 3,40
Risparmi: € 0,60 (15 %)


Aggiungi ai preferiti
  • Quantità disponibile

    Solo 4 disponibili: affrettati!
  • Disponibilità: Immediata

    Ordina entro 7 ore 27 minuti.
    Consegna stimata: Martedì 24 Ottobre
  • Guadagna punti +7

    Accumula credito per i prossimi acquisti. Leggi di più

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

Descrizione


EDITORIALE

L'ODORE DEI SOLDI

Finalmente una buona notizia per l'economia italiana» annunciava con grande entusiasmo la cronista del Tg.

«Nel 2016 l'autorizzazione all'export di armi è cresciuta vertiginosamente, arrivando a 14,6 miliardi di euro: +85% rispetto al 2015».

Anche se discendiamo dagli antichi latini, che con «pecunia non olet» (i soldi non puzzano) hanno coniato una sorta di manifesto ante lineram del liberalismo, per noi l'odore dei soldi ha la sua importanza. Gli armamenti più venduti all'estero dalla nostra industria bellica sono bombe, siluri e missili, ma gran parte dell'incremento in questione è dovuto alla fornitura al Kuwait di 28 Eurofighter, prodotti dalla Leonardo, il cui maggiore azionista è il Ministero dell'economia e delle finanze italiano. Si tratta di un caccia di ultima generazione protagonista di numerose missioni di ricognizione e bombardamento durante l'intervento militare in Libia del 2011. Non bisogna essere convinti militanti pacifisti per interrogarsi sull'impiego e la destinazione di tutte queste armi che vendiamo all'estero.

La legge n. 185 del 1990 vieta l'esportazione di materiale bellico verso i paesi che, contro le direttive Onu, si trovano in stato di conflitto armato o la cui politica contrasti con i principi dell'articolo 11 della Costituzione, o ancora che siano responsabili di gravi violazioni dei diritti umani. Eppure, tra i principali destinatari del nostro export bellico troviamo, oltre al Kuwait, Arabia Saudita, Qatar e Turchia.

Paesi in cui i diritti umani vengono sistematicamente violati e su cui, tra le altre cose, ci sono pesanti ombre sulla fornitura di armi e appoggio all'Isis.

Come se non bastasse, oltre il 58% delle autorizzazioni all'esportazione di armi riguardano i paesi dell'Africa Settentrionale e del Medio Oriente, aree di grandi conflitti governate in gran parte da regimi autoritari. Fornire armi a questi regimi, oltre a contribuire ad alimentare le tensioni in quelle zone, vuol dire accrescere la massa di migranti che con ogni mezzo cercano rifugio sulle nostre coste.

E evidente che non si esce dalla crisi producendo armi, ma beni di qualità, a basso impatto ambientale, in grado di assicurare maggiore benessere a chi li produce e li utilizza. Gli esempi non mancano. Rimanendo nel settore metalmeccanico, un comparto di eccellenza in grande crescita è la bicicletta, di cui siamo il principale produttore europeo.

A differenza delle armi, l'industria della bicicletta non fa bene solo al Pil, ma porta con sé numerose ricadute positive.

Il recente rapporto «L'ABiCi della ciclabilità» di Legambiente stima che gli oltre 1,7 milioni di italiani che vanno sistematicamente in bicicletta assicurano una riduzione dei costi sanitari diretti per 138 milioni di euro e di quelli indiretti per 674 milioni.

Senza poi considerare che i 5,7 miliardi di chilometri percorsi in bicicletta comportano un risparmio di carburante di 127 milioni, a cui vanno aggiunti i benefici derivanti dalla riduzione di emissioni di gas serra e del rumore, oltre al miglioramento della qualità dell'aria.

Il che significa un complessivo miglioramento della qualità della vita per tutti i cittadini. 

Mimmo Tringale

Sommario completo:

SPECIALE - IL FELICE RITORNO DELLA CANAPA

Dal settore agricolo alla bioedizia, dal tessile al settore alimentare, fino all’uso terapeutico. La canapa si impone come pianta del futuro, con l'esempio di start up e realtà imprenditoriali che creano nuovi posti di lavoro. Un viaggio nei numeri, nel quadro normativo e nelle esperienze di filiera.

RICETTE - GOLOSI SENZA PECCATO

Per disintossicarci, ritrovare il peso forma e mantenere la salute, impariamo a realizzare con pochi e semplici ingredienti dolci appetitosi senza zucchero. Lettura consigliata: Il grande libro della pasticceria naturale.

AGRICOLTURA - LE VIE DELL'ORTO

Dall’assegnazione di nuovi orti urbani fino alla nascita di quelli bioattivi, passando per la riscoperta dell’asino come tosaerba. Le buone pratiche di gestione del verde sono un’occasione per sperimentare nuovi modelli di società e di agricoltura.

BIOEDILIZIA - LA RISCOPERTA DEL LINOLEUM

Un materiale sostenibile da non confondere con il Pvc, per un pavimento ecologico, pratico e confortevole.

AMBIENTE - VIAGGIO NEL BORNEO DA SALVARE

La barriera corallina e la fauna marina sono minacciate da plastica, pesca selvaggia e riscaldamento globale. L’impegno dei volontari del progetto Tracc per salvare il mare raccontato da chi ha fatto della salvaguardia ambientale un progetto di vita.

ECOTURISMO - GRANARA: LO SPAESAMENTO VOLONTARIO

Ogni anno, ad agosto, nel villaggio dell’Appennino parmense si celebra il Granara Festival, tra cibo, teatro, natura e incontri speciali. Un luogo aperto alla sperimentazione, dove le buone idee prendono il volo e si fanno concrete.

ARTI PER LA SALUTE - COMBATTERE? SOLO PER ARMONIA E BENESSERE

In occidente, le arti marziali sono associate alla difesa personale e agli sport agonistici da combattimento. Ma nella tradizione nascono con tutt’altri orizzonti e intenti. Scopriamo le arti marziali dell’antica Cina: ponte verso una maggiore autonomia, la non competitività e il benessere olistico.

RICERCA INTERIORE - CAMMINARE E' UNA MEDICINA PER L'ANIMA

Una pratica da riscoprire nella sua profondità e potenza terapeutica, per riappropriarci di ogni istante e per calarci nel qui e ora, la dimensione della consapevolezza.

Novità in libreria: Camminare in consapevolezza.

GIORNALISMO GRAFICO - UN RONDONE NON FA PRIMAVERA

Anche quest'anno sono tornati ad abitare le nostre città riempiendo il cielo di stridi e festose giravolte. Per una stagione sono i nostri condomini più misteriosi e sconosciuti, a cominciare dal nome. Perché parliamo di rondoni, non di rondini. Vogliamo fare un poco di chiarezza.

TUTTA UN'ALTRA SCUOLA
Con gli animali per imparare

Nella scuola parentale CampoVolo, nelle campagne faentine, l’approccio educativo è basato sui principi della zooantropologia, sul contatto con la natura e le attività manuali. Qui, l’interazione con gli animali è fondamentale per sviluppare l’empatia e la responsabilità.

Tutta un’altra scuola incontra educatori e docenti

A settembre saremo a Didacta, la fiera della didattica a Firenze, per confrontarci e dialogare con chi la scuola la fa in prima persona ogni giorno. In questa occasione, potrete incontrare i nostri esperti per chiedere suggerimenti, consigli e informazioni.

SPUNTI DI VISTA - I BAMBINI SONO SOLO NUMERI?

Il balletto delle cifre sull’assunzione di psicofarmaci nell’età pediatrica in Italia apparso negli ultimi anni sui giornali mette ancor più in risalto il vero problema: quello culturale, la riduzione dell’infanzia a livello di numeri, bambini-oggetto, bambini strattonati di qui e di là. Gli interessi commerciali prevalgono anche sulla salute dei più piccoli: la denuncia del libro di Luca Poma, Salviamo Gian Burrasca.

EditoreTerra Nuova Edizioni
Data pubblicazioneMaggio 2017
FormatoRivista - Pag 100 - 19x27,5
ISBN8866812249
EAN9788866812241
Lo trovi in#Terra Nuova
MCR-NR 139860

Prodotti correlati


Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste