Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Scegliete!

Discorso sulla buona e cattiva televisione

Paolo Ruffini


Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

Descrizione


Sempre nel mezzo di scottanti dibattiti, sempre capace di scatenare polemiche, sempre criticata e villipesa, sempre accesa nei salotti degli italiani, la televisione è ormai il campo di battaglia privilegiato di politica e opinione pubblica ed è il luogo dove tutto accade al confine tra finzione e realtà.

Programmi spazzatura che fanno record di ascolti si sovrappongono a insopportabili ring politici dove tutto ciò che si può fare è abbassare prudentemente il volume. Ma è questa l'unica televisione possibile oggi in Italia?

Messo di fronte a questo dubbio, Paolo Ruffini, ormai storico direttore di una Rai 3 che da molti è vista come un baluardo alla omologazione catodica, risponde con competenza e con amore per la causa.

Non siamo di fronte a un elettrodomestico impazzito e bizzoso, ma la forza della Tv è proprio quella di dare e garantire libertà agli ascoltatori e al paese intero.

Basta saperla ascoltare, conoscerne limiti e virtù, vizi e pregi, basta capirne i meccanismi e non lasciarsi travolgere.

Con un pamphlet che è un atto di fede e un'analisi attenta e lucidissima del valore della comunicazione, Ruffini apre un dibattito ricco di spunti e di provocazioni, parlando di buona televisione e cattiva televisione e soprattutto della necessità di una televisione libera.

EditoreAdd Editore
Data pubblicazioneMaggio 2011
FormatoLibro - Pag 64 - 10,5x16,5
Lo trovi in#Saggi e racconti

Paolo Ruffini (Livorno, 26 novembre 1978) è un conduttore televisivo e attore italiano. Debutta nel mondo dello spettacolo venendo scelto come protagonista di spot pubblicitari (Kinder Cereali e Olidata) e con il film Ovosodo di Paolo Virzì. Nel 2002 diventa uno dei VJ di MTV Italia per la... Leggi di più...


voto medio su 1 recensioni

0
0
1
0
0

Recensione in evidenza


Marco

Il medium freddo della televisione è...

Il medium freddo della televisione è un vero gigante nel rpocesso mediatico. Dalla citazione del sociologo canadese Mcluhan infatti, parlare del medium televisivo è cosa difficile ma necessaria. Buona o cattiva televisione? In realtà è una scelta spesso sofferta e altamente dirottata quella della giusta o sbagliata televisione ma esistono molti riferimenti che ci portano a riflettere sul medium in quanto tale, allontanando la mente da tutto il resto. Una lettura che inizia con la rivelazione di una realtà e che ci porta alla consapevolezza di un altra.

Le 1 recensioni più recenti


icona

Marco

Il medium freddo della televisione è...

Il medium freddo della televisione è un vero gigante nel rpocesso mediatico. Dalla citazione del sociologo canadese Mcluhan infatti, parlare del medium televisivo è cosa difficile ma necessaria. Buona o cattiva televisione? In realtà è una scelta spesso sofferta e altamente dirottata quella della giusta o sbagliata televisione ma esistono molti riferimenti che ci portano a riflettere sul medium in quanto tale, allontanando la mente da tutto il resto. Una lettura che inizia con la rivelazione di una realtà e che ci porta alla consapevolezza di un altra.

(0 )


Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste