800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

La Meditazione nel Percorso Educativo

Suggerimenti per genitori, insegnati, educatori

Catia Belacchi




Prezzo: € 13,50


Aggiungi ai preferiti
  • Disponibilità: 2 giorni

    Lo ordiniamo solo per te.
    Spedizione stimata entro 2 giorni
  • Guadagna punti +27

    Accumula credito per i prossimi acquisti. Leggi di più

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

Descrizione


Educare non è soltanto portare il bambino al rispetto dell’altro e fargli acquisire conoscenze e competenze. Educare è prioritariamente portarlo al centro di sé, è farlo emergere a tutto campo mettendolo a contatto non soltanto con la sfera intellettiva ma anche con quella corporea, emotiva e spirituale.

La scuola ha sempre privilegiato l’aspetto intellettivo a discapito del resto e così è successo e succede in famiglia; la televisione poi gioca un ruolo davvero subdolo nei confronti del bambino perché gli propina programmi vuoti che rispecchiano “valori” esteriori e superficiali propri del mondo degli adulti, lo rende passivo fruitore di storie e programmi decisi per lui da altri e inoltre lo usa come consumatore privilegiato pubblicizzando come indispensabili oggetti veramente effimeri, inducendolo a desiderarli.

L’educazione oggi ha ancora senso e la società può avere speranza di cambiamento se si inverte la tendenza finora intrapresa, vale a dire se si mette il sé del bambino, ma anche dell’adolescente, al centro del processo educativo, sia in famiglia sia a scuola.

Inoltre, l’uso indiscriminato degli altri mezzi di comunicazione, mi riferisco ai computer e ai telefonini, invade tutti i momenti della giornata smorzando l’ansia di stare da soli ma ciò non aiuta a costruire rapporti profondi e legami duraturi.

È necessario che il bambino possa sapere chi è, per poter aver fiducia in sé, nella propria possibilità creativa e volitiva.

Per questo occorre riconsegnargli il proprio tempo, recuperare per lui i ritmi naturali di azione e stasi, attività e riposo; occorre anche abituarlo a stare nella cosa che fa in quel momento senza che la sua mente corra in avanti o lo porti altrove. E’ necessario che il bambino recuperi lo spazio per interagire coi coetanei e quello da trascorrere coi genitori nel fare, nello stare, nella complicità affettiva.

Occorre, da ultimo, che il bambino sperimenti momenti di silenzio dove si svela uno spazio interiore, i pensieri si posano e la profondità emerge.

EditorePsiconline
Data pubblicazioneOttobre 2010
FormatoLibro - Pag 95 - 15x21
ISBN8889845405
EAN9788889845400
Lo trovi in#Guide per genitori ed educatori #Meditazione
MCR-NR 37134

Catia Belacchi è laureata in Pedagogia, ha svolto un lungo periodo di insegnamento nella Scuola Primaria. Iscrittasi fin dalla metà degli anni ‘70 al Movimento di Cooperazione Educativa, ha seguito inizialmente corsi di formazione, tenuti a Fano da figure quali M. Lodi, F Tonucci, B. Munari,... Leggi di più...

Prodotti correlati


Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste