800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Funny Vegan n.15 - Primavera/Estate 2015

Tutta un'altra storia




Prezzo: € 3,50


Aggiungi ai preferiti
  • Quantità disponibile

    Solo 1 disponibile: affrettati!
  • Disponibilità: Immediata

    Ordina entro 1 ora 6 minuti.
    Consegna stimata: Mercoledì 13 Dicembre
  • Guadagna punti +7

    Accumula credito per i prossimi acquisti. Leggi di più

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

Descrizione


Cullati dalle onde del mare e soffocati dall'indifferenza

Su questo numero una riflessione è d'obbligo.

Mentre scrivo mi arri­va un'ansa: circa 350 migranti Rohingya, in fuga dalla Birmania, sono stati abbandonati a bordo di un barcone senza carburante al largo della Thailandia.

L'ennesima tragedia dopo il naufragio di immigrati del 18 aprile scorso al largo della Libia. 800 persone hanno perso la vita, cercando di attraversare il mare.

Vite umane inghiottite dall'indifferenza di tanti. Fa riflettere, fa rab­bia, fa paura, fa male. L'immigrazione è un fenomeno a dimensione mondiale dalle profonde implicazioni societarie.

Al di là dell'appar­tenenza partitica, ci sono riflessioni che non possiamo evitare di fare.

Il dibattito che si è creato intorno a questa tragedia è, dal mio punto di vista ancora più nauseante. Blocco navale, Frontex, la fame in Africa... Temi già affrontati e cavalcati dai politici di turno o di­scussi in un bar da anziani avventori.

Ci siamo mai chiesti veramente perché esistono gli sbarchi?

E se la causa fosse semplicemente do­vuta alle politiche europee sui visti, che hanno chiuso i canali legali per viaggiare? Secondo uno studio della London School of Econo-mics, sulle rotte del contrabbando viaggiano i cittadini dei paesi africani nei quali è più difficile avere i visti nelle ambasciate europee. In base ad alcune teorie, semplificare le regole e liberalizzare la mo­bilità, azzererebbe di colpo il contrabbando.

Permettendo a tutti di viaggiare in modo legale, si sposterebbe il denaro pagato alle mafie che gestiscono i traffici di vite umane sull'economia reale. In questo modo a chiedere asilo politico all'Italia sarebbero soltanto persegui­tati e profughi di guerra e non, come avviene oggi, chiunque ar­rivato via mare.

Tra l'altro lo abbiamo già fatto, quando l'Europa nel 2006 apri le frontiere ai nuovi Stati Membri come Romania, Bulgaria, Polonia...

E mentre parliamo e riflettiamo su altre costose o inap­plicabili soluzioni continuiamo ad assistere a nuovi morti in mare.

Basta chiacchiere, basta schieramenti, dobbiamo aprire ogni gabbia, sia reale sia mentale. Perché dare asilo ai civili in fuga da una guerra è semplicemente una questione di civiltà. E tutta la mia ammira­zione va a due giovani coniugi, Christopher e Regina Catrambone, americano lui, italiana lei, che hanno scelto di non vivere il dramma da spettatori.

Il 3 maggio a largo di Lampedusa hanno avviato la prima iniziativa umanitaria di soccorso in mare: la Migrant Offshore Aid Station (MOAS), l'anno scorso ha già salvato più di 3000 perso­ne. Oggi, grazie a una partnership con Medici Senza Frontiere, cerca anche di migliorare l'assistenza post-soccorso. Questo ci fa capire che forse siamo tutti sulla stessa barca e senza solidarietà e rispetto delle vite si rischia di affondare nella stupidità.

Sonia Giuliodori

Editorial a cura di Sonia Giuliodori

What's up?

  • Parma Etica
  • Presi dalla rete o persi nella rete?
  • Pubblicità e vegani, rapporto choc
  • Palcoscenico: l'alfabeto magico dell'etica

People

  • Andrea Malgeri, l'autore della liberazione animale a fumetti
  • Francesca, una vegana in viaggio
  • Smilla, il cane che viaggia in sidecar

Mum&Baby

  • Diverso... da chi?
  • Into the wild!

Pets

  • La rete della salvezza
  • Ricette estive per tutta la famiglia, animali compresi

Running away

  • Campeggi e altri animali

What an idea!

  • Il mare in una scatola di latta

Style

  • Summertime
  • Colore
  • Green Lock
  • Tutti in campeggio
  • Comodo in campeggio
  • Estate in città

Wellness

  • Ortoressia
  • Giugno e Luglio con il sole

Beauty

  • Sotto il sole

Home

  • La cucina perfetta

Outdoor

  • Un piccolo angolo di paradiso

Handmade

  • La cassetta per gli insetti utili
  • La cassetta del pronto soccorso nel verde

Food

  • Speciale Legumi - Intervista a Marta Filipponi
  • A proposito di vino

Rawfood

  • Finalmente l'estate

Music

  • Signorina, ?Alos

Book it

 

Movie

Las Vegans

  • Quando Esotico è solo un punto di vista
EditoreFunny Vegan
Data pubblicazioneGiugno 2015
FormatoRivista - Pag 86 - 21x29,5
Lo trovi in#Funny Vegan
MCR-NR 99022

Articoli più venduti


Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste