800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Cucina Naturale - Luglio/agosto 2017 - n. 7

+ rivista "Il tuo Elettrodomestico"


Novità


Prezzo: € 3,40


Aggiungi ai preferiti

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

Descrizione


Editoriale

"Sabato mattina sono al campo di mais a sperimentale alla Scuola agraria del Parco di Monza. Cerco due volontari, oltre me. Ci sarà da rincalzare e pacciamare. Il lavoro è lieve se condiviso. La polenta della pace dipende da voi...".

La mail è stata mandata ai componenti del "gruppo di facilitazione" del progetto Spiga e Madia, di cui faccio parte ormai da più di dieci anni.

Spiga e Madia è stata la prima filiera del pane italiana nata da una rete di gruppi d'acquisto, ha riportato la colti­vazione del frumento tenero in Brianza, realizzando la filiera campo-molino-panettiere-gruppi d'acquisto solidale. Ma da un paio d'anni la nostra attenzione si è rivolta anche al mais, in particolare alle varietà antiche, e da qualche mese siamo coinvolti nella sperimentazione coordinata dal Crea di Bergamo, ente specializzato proprio su questo cereale.

Il mais prodotto sarà in parte analizzato e per il resto diventerà farina per polenta che andrà ai gasisti.

Un mesetto fa il mais è stato dunque piantato, e adesso c'era da stargli dietro.

Come potevo restare insensibile all'appello di Giuseppe, che sarà pure l'agronomo del gruppo ma non può certo fare da solo?

Devo ammettere però che le mie esperienze con le piante, in terra o in vaso, sono disastrose.

Ho il "pollice nero", il mio motto è: "Se amate le piante, non regala­tele a me".

Anche quando vivevamo in campagna avevo provato con mio marito a fare l'orto, e ricordo ancora la frustra­zione nel non essere in grado di fare cose che i genitori del nostro amico e padrone di casa, che erano stati agricoltori, ci spie­gavano come le più grandi ovvietà di questa terra. Tutto questo però non mi ha impedito, insieme a mio marito, di rispondere alla mail di Giuseppe e presentarci qualche giorno fa a quello che è subito diventato il "nostro" campo di mais.

Sono state 3 ore di lavoro, io ho pacciamato spargendo l'erba secca tra le fila. Ma sono già bastate per affezionarci a quelle piantine.

Tanto che siamo un po' in ansia, perché ha grandinato, e nel fine setti­mana faremo sicuramente un giro per andare a vedere come stanno le giovani piante di granturco.

Un pezzetto di terra da curare, un orto, un giardino; una vacanza in campagna, pas­seggiate in montagna, anche solo in un parco. Lo sappiamo, la scienza lo conferma: per noi che abbiamo legato la nostra esistenza al computer e che viviamo in città il contatto con la natura, per quanto occasionale, è vitale.

Non facciamocelo mancare appena possiamo, in quest'estate, e non solo in vacanza.

Venetia Villani

EditoreTecniche Nuove - Rivista
Data pubblicazioneLuglio 2017
FormatoRivista - Pag 112 + 64 - 21x28,5 cm
Lo trovi in#Cucina Naturale

Articoli più venduti


Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste