800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Video Download - Lipton Anthology

2006-2017 - Più di 20 ore di contenuti audiovisivi, più di 10 anni di ricerche

Bruce Lipton


Articolo Digitale


Prezzo: € 99,00
Articolo non soggetto a sconti per volontà del produttore
Tutti i prezzi includono IVA

Opzioni:



Aggiungi ai preferiti

Aggiungi ai preferiti

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

Descrizione


È giunto il momento di abbandonare le vecchie credenze che la comunità scientifica accademica e i mass media ci hanno inculcato e abbracciare la nuova ed eccitante prospettiva di benessere offerta dalla scienza d’avanguardia del potere personale: l’epigenetica.

I sostenitori dell’equazione “geni = destino” hanno tranquillamente ignorato cent’anni di scienza sperimentale, ma non possono ignorare la nuova ricerca che mina alle fondamenta la loro convinzione nel determinismo genetico.

Mentre il Progetto Genoma Umano era sulle prime pagine di tutti i giornali, un gruppo di scienziati stava inaugurando una nuova, rivoluzionaria branca della biologia chiamata epigenetica. La scienza dell’epigenetica, che letteralmente significa “controllo sul patrimonio genetico”, cambia radicalmente la nostra comprensione dei meccanismi di controllo della vita.

Bruce Lipton è un autore capace di ribaltare la prospettiva comune, dare un senso alla nostra vita e fornirci, in modo semplice, l’intuizione necessaria per cambiarla. “Ciò in cui crediamo determina ciò che siamo, e non è il nostro DNA a determinare la nostra vita e la nostra salute”. Un grande rivoluzionario della scienza e del pensiero umano, capace di liberarci dalla prigionia millenaria del destino.

Un prodotto unico, un’esclusiva Macrovideo che raccoglie 10 anni di attività dell’autore rinomato in tutto il mondo per aver stabilito un legame originale tra scienza e comportamento.

Lipton Anthology con oltre 20 ore di contenuti audiovisivi offre la straordinaria opportunità di approfondire l’evoluzione del pensiero e le ricerche di una delle voci più note della nuova biologia.

Cosa contiene Lipton Anthology

  • Le Basi della Biologia delle Credenze
  • La Mente è più Forte dei Geni
  • Supera i tuoi Geni
  • L'Effetto Luna di Miele
  • Interviste esclusive
  • Materiali inediti
  • Dispense

Cosa imparerai dai corsi contenuti in Anthology

  • ad approfondire le nuove scoperte scientifiche e la rivoluzionaria branca della biologia denominata epigenetica;
  • l’evoluzione del pensiero liptoniano e l’iter della sua straordinaria ricerca durante decenni di attività;
  • a capire meglio te stesso, le tue paure e i tuoi desideri;
  • a migliorare la tua salute fisica e mentalea comprendere i meccanismi che formano le nostre convinzioni e le nostre abitudini per maturare un maggior livello di consapevolezza;
  • a liberarti dalla prigionia millenaria del destino e a determinare il cambiamento che desideri nella tua vita attraverso il potere dei tuoi pensieri e delle tue azioni;
  • a trasferire la nuova consapevolezza biologica nella vita quoti diana.

Ogni cellula del nostro corpo può essere paragonata a un essere intelligente, dotato di intenzionalità e scopo, in grado di sopravvivere autonomamente, il cui vero “cervello” è costituito dalla membrana.

Questa scoperta porta a una conclusione sbalorditiva: i geni non controllano la nostra biologia, è invece l’ambiente a influenzare il comportamento delle cellule. Questo porta a nuove e importanti implicazioni per quanto riguarda la sfera del benessere, la felicità e la natura delle malattie dal cancro alla schizofrenia.

EditoreMacro Video Digitali
Data pubblicazioneLuglio 2017
FormatoDownload - Videocorso scaricabile in formato elettronico
FileMP4 (6011063 kb)
ProtezioneNo DRM (+ informazioni)
Lo trovi in#Video Corsi - MacroVideo
MCR-NR 143011

La Magia delle Cellule

Non siamo le vittime dei nostri geni, ma gli artefici del nostro destino, siamo capaci di creare una vita traboccante di pace, felicità e amore, ma anche di odio, angoscia e dolore.

Ho messo personalmente alla prova la mia ipotesi in seguito a un richiamo da parte di una persona del mio pubblico, che mi chiese perché le mie intuizioni non mi avevano reso più felice. Aveva ragione: dovevo ancora integrare la mia nuova consapevolezza biologica nella vita quotidiana.

Capii di esserci riuscito quando, in una luminosa domenica mattina al Big Easy, una cameriera mi chiese: «Tesoro, sembri la persona più felice che abbia mai visto. Come fai a essere tanto contento?». La domanda mi aveva colto alla sprovvista, ma risposi senza riflettere: «Perché sono in paradiso!». La barista scosse la testa, borbottando: «Santo cielo!», e si occupò della mia colazione. Avevo detto la verità. Ero felice come mai in vita mia.

Molti di voi che mi state leggendo potreste essere giustamente scettici riguardo alla mia affermazione che la Terra è il Paradiso. Dal momento che, per definizione, il Paradiso è anche la dimora della Divinità e dei beati come facevo a credere che New Orleans, o qualunque altra grande città, potesse far parte del Paradiso?

Donne e bambini cenciosi e senza casa che vivono per strada; un’aria così piena di fumi che non si riescono a vedere le stelle; fiumi e laghi così inquinati che solo forme di vita da film dell’orrore potrebbero viverci. Questa Terra un Paradiso? La Divinità abita qui? Questo tipo sa che cos’è la Divinità?

Le risposte alle precedenti domande sono: Sì, sì, e credo di sapere che cos’è. Per essere sincero fino in fondo, devo ammettere che non conosco personalmente tutto ciò che fa parte della Divinità perché non conosco tutti voi. Santo cielo, ci sono oltre sei miliardi di VOI. E, per essere ancora più sincero, non conosco neanche tutti i membri del regno vegetale e animale, anche se credo che anch’essi compongano Dio.

Per dirlo con le immortali parole di Tim Taylor in Tool Time: «Ehi, aspetta, aspetta! Stai dicendo che gli esseri umani sono Dio?».

Proprio così, e non sono certo il primo a dirlo. È scritto nel libro della Genesi che siamo fatti a immagine e somiglianza di Dio. Sì, questo razionalista tesserato adesso si mette a citare Gesù, Buddha e Rumi. Ho fatto un giro completo, passando da una visione scientifica e riduttiva della vita a una visione spirituale. Siamo fatti a immagine di Dio, e dobbiamo inserire di nuovo lo Spirito nella nostra equazione se vogliamo migliorare la nostra salute fisica e mentale.

Dal momento che non siamo delle macchine biochimiche impotenti, la risposta ai momenti di disagio fisico o mentale non sta nel buttare giù una pillola. La farmacologia e la chirurgia sono strumenti potenti, quando non se ne abusa, ma l’idea che un farmaco possa mettere tutto a posto è profondamente sbagliata.

Ogni volta che un farmaco viene introdotto nel corpo per correggere la funzione A, scombussola inevitabilmente la funzione B, C o D. Non sono gli ormoni e i neurotrasmettitori, diretti dai geni, che controllano il nostro corpo e la nostra mente; sono le nostre convinzioni a controllare il corpo, la mente e quindi la nostra vita. Oh, voi di poca fede!

La membrana magica

Dopo aver esaminato i meccanismi di assemblaggio della proteina, sfatato il mito che il nucleo sia il cervello dell’attività cellulare, e riconosciuto il ruolo centrale dell’ambiente nel funzionamento delle cellule, siamo arrivati al punto più importante, il punto che può dare un senso alla vostra vita e fornirvi l’intuizione necessaria per cambiarla.

Questo articolo è dedicato al mio candidato al ruolo di vero cervello della vita cellulare: la membrana.

Sono convinto che, quando avrete compreso come funziona la struttura chimica e fisica della membrana cellulare, comincerete a chiamarla, come me, la membrana magica. Oppure, sfruttando il fatto che parte della parola è assonante con “brain” (cervello), nelle mie lezioni la chiamo la “magica mem-Brain”.

In seguito, unendo la vostra conoscenza della membrana magica a quella dell’affascinante mondo della fisica quantistica, capirete come avessero torto marcio i titoli dei giornali del 1953.

Il vero segreto della vita non sta nella celebre doppia elica. Il vero segreto della vita sta nella comprensione dei semplici ed eleganti meccanismi biologici della membrana magica, mediante i quali il vostro corpo traduce i segnali ambientali in comportamento.

Quando cominciai a studiare la biologia della cellula negli anni ’60, l’idea che la membrana fosse il cervello della cellula sarebbe stata considerata ridicola. E devo ammettere che in quel periodo la membrana non era considerata molto in alto nella graduatoria dei quozienti d’intelligenza.

La membrana appariva come un semplice involucro semipermeabile a tre strati che racchiudeva il contenuto del citoplasma. Pensate a un tessuto impermeabile con dei forellini.

Una delle ragioni per cui gli scienziati hanno sottovalutato la membrana è che è molto sottile: sette milionesimi di millimetro di spessore.

Le membrane sono talmente sottili da essere visibili solo al microscopio elettronico, che si diffuse solo dopo la Seconda Guerra Mondiale. Perciò, fino ai primi anni ’50, i biologi non erano nemmeno in grado di confermare l’e- sistenza della membrana. Fino a quel momento, molti pensavano che il citoplasma si tenesse insieme da solo, perché ha una consistenza gelatinosa.

Con l’ausilio del microscopio elettronico, si scoprì che tutte le cellule viventi hanno una membrana e che tutte le membrane condividono la stessa struttura fondamentale a tre strati. Tuttavia, la semplicità di questa struttura ne nasconde la complessità funzionale.

I biologi cellulari cominciarono a penetrare i segreti delle sorprendenti capacità della membrana studiando gli organismi più primitivi del pianeta, i procarioti. I procarioti, che comprendono batteri e altri microbi, consistono di un’unica membrana cellulare che racchiude una gocciolina di citoplasma denso.

Benché i procarioti siano una forma di vita molto primitiva, hanno una funzione. Un batterio non rimbalza qua e là nel suo mondo come la pallina di un flipper. Un batterio presenta gli stessi processi fisiologici di base delle cellule più complesse: mangia, metabolizza, respira, si libera degli escrementi ed esibisce addirittura dei processi “neurologici”.

I batteri percepiscono la presenza di nutrimento e si muovono in quella direzione. Allo stesso modo, riconoscono tossine e predatori, e mettono intenzionalmente in atto manovre di fuga per salvarsi la vita. In altre parole, i procarioti dimostrano intelligenza!

Ma qual è la struttura della cellula di un procariote che gli fornisce l’intelligenza? Il suo citoplasma non ha gli organelli che si trovano nelle cellule eucariote, più evolute, come il nucleo e i mitocondri.

L’unica struttura cellulare organizzata che possiamo candidare alla funzione di cervello del procariote è la membrana cellulare.

Bruce Lipton

Bruce H. Lipton è un’autorità mondiale per quanto concerne i legami tra scienza e comportamento. Biologo cellulare per formazione, ha insegnato Biologia Cellulare presso la facoltà di Medicina dell’Università del Wisconsin e si è dedicato in seguito... Leggi di più...

Dello stesso autore


Vedi tutte le pubblicazioni

Articoli più venduti


Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste