Torna su ▲

Vitamina A - I Suoi Grandi Benefici

Una vitamina dai grandi benefici: è antiossidante e protettiva dei tessuti della pelle e delle mucose.

Vitamina A - I Suoi Grandi Benefici

La vitamina A si può trovare sotto due forme differenti: retinolo e betacarotene.

Il retinolo è la vitamina A vera e propria, cioè già formata.

Il betacarotene è invece il suo precursore, cioè una sostanza che si trova nei vegetali e che l’organismo riesce a trasformare in vitamina A attiva. L’azione antiossidante del betacarotene sui tessuti del nostro corpo è simile a quella che esercita sui tessuti vegetali, in cui è presente.

Le proprietà della vitamina A

  • Antiossidante e antinvecchiamento: regola lo sviluppo delle cellule e la rigenerazione dei tessuti. È indicata per numerose patologie cutanee.

  • Mantiene in efficienza la funzionalità visiva e migliora la visione notturna.

  • Stimolante delle difese immunitarie dell’organismo e antinfettiva. Indicata anche per patologie dovute ad alterazioni del sistema immunitario.

  • Protettiva anticancro, grazie all’azione antiossidante e immunostimolante.

Le carenze di vitamina A

Cause

  • Alimentazione inadeguata o insufficiente.

Conseguenze

  • Alterazioni dei tessuti della pelle e delle mucose.

  • Scarsa visione notturna.

  • Anomalie del sistema immunitario; diminuzione del numero di anticorpi e della loro capacità di reazione. Maggiore predisposizione alle malattie infettive.

  • Candidosi vaginale.

Dove trovare la vitamina A

La vitamina A non viene sintetizzata dall’organismo e può essere assunta solo attraverso l’alimentazione.

Il betacarotene è contenuto nei frutti e nelle verdure. I vegetali giallo-arancio, come la carota, ne possiedono in abbondanza; ma non tutti sanno che il betacarotene si trova in grande quantità anche nelle verdure a foglia verde.

Il retinolo invece è presente nei prodotti di origine animale.

Fonti vegetali (betacarotene)

  • Ortaggi giallo-arancio: carote, patate dolci, zucche e altri.

  • Vegetali a foglia verde: cavoli, spinaci, broccoli, bietole, cime di rapa, lattuga e altri.

  • Pomodori.

  • Frutti gialli e arancio: albicocche, meloni, angurie, papaia e altri.

  • Legumi.

  • Cereali.

  • Semi oleosi.

Fonti animali (retinolo)

  • Prodotti animali: carne, pesce.

  • Prodotti di origine animale: latte, burro, uova, olio di fegato di pesce.

     

Quanta vitamina A ci serve per stare bene

Il fabbisogno di questa sostanza è assicurato inserendo nella nostra alimentazione quotidiana i cibi che ne sono ricchi: una carota media, per esempio, contiene da sola circa 5.000 U.I. di betacarotene, corrispondenti alla dose giornaliera consigliata.

Dosi consigliate

Per gli adulti

  • Ragazzi e adulti: 4.000 – 5.000 U.I.

  • In gravidanza e allattamento: 4.000 U.I.

Per i bambini

  • Neonati, fino a 1 anno: 1.875 U.I.

  • Bambini, fino a 10 anni da 2.000 a 3.500 U.I.

Casi particolari

  • Infezioni virali acute: fino a 50.000 U.I. per 1-2 giorni, anche per bambini molto piccoli.

Questa vitamina la assorbiamo solo con i grassi

La vitamina A è liposolubile, viene assorbita cioè in presenza di lipidi.

  • Il retinolo viene assorbito, insieme ad altre sostanze grasse, dalle cellule della mucosa intestinale e viene immagazzinato per la maggior parte nel fegato.

  • Il betacarotene viene immagazzinato, oltre che nel fegato, anche in altri organi, soprattutto nelle ghiandole surrenali, nei testicoli e nelle ovaie; si trova nei tessuti adiposi e cutanei.

Potenziamento.

Sostanze che favoriscono la trasformazione del betacarotene in vitamina A nell’organismo:

  • vitamina C, vitamina E, zinco, ormoni tiroidei, proteine.

Inibizione.

Fattori che possono ostacolare il metabolismo della vitamina A nel nostro corpo:

  • la carenza di quelle sostanze che favoriscono la conversione di betacarotene in vitamina A

  • la vitamina E assunta ad alte dosi

  • l’esposizione a sostanze tossiche.

Gli integratori di vitamina A: Attenzione!

La medicina ufficiale utilizza i derivati sintetici di vitamina A per la cura di molte malattie della pelle e anche per forme cancerogene. Tuttavia queste sostanze provocano effetti collaterali come nausea, vomito, disturbi epatici e dolori muscolari.

Gli eccessi.

Il retinolo risulta altamente tossico, se viene assunto a dosi molto elevate e per lunghi periodi di tempo. Negli adulti la tossicità si manifesta con dosi superiori alle 50.000 U.I. al giorno, assunte per diversi anni.

Sintomi da sovradosaggio:

  • lesioni cutanee, bruciori agli occhi, cefalea, nausea, unghie fragili, diminuzione dell’acutezza visiva, caduta di capelli, irritabilità, affaticamento.

Dato il potenziale tossico della vitamina A, è preferibile orientarsi sul suo precursore, il betacarotene: è altrettanto efficace e privo di qualsiasi tossicità, anche se assunto in dosi elevate e per tempi prolungati. In commercio esistono molti integratori a base di betacarotene, con prezzi variabili a seconda delle marche.

Le controindicazioni

Retinolo

  • Uso della pillola anticoncezionale.

  • Gravidanza.

  • Insufficienza renale.

Betacarotene

  • Ipotiroidismo.

  • Diabete.

Altri utilizzi della vitamina A

L’industria alimentare utilizza largamente il betacarotene e gli altri carotenoidi per il loro potere colorante, aggiungendoli a diversi tipi di alimenti.





Questo testo è stato ispirato dal sito di Simona Oberhammer, naturopata e ideatrice della Via Femminile. Se vuoi saperne di più visita il sito http://www.simonaoberhammer.com/..

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita da Macrolibrarsi con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.

 

Simona Oberhammer

Simona Oberhammer

La dr. Simona Oberhammer è naturopata. Ha operato per anni come ricercatrice indipendente ed ha effettuato i suoi studi e le sue ricerche nell'ambito delle discipline olistiche internazionalmente in diversi paesi quali Stati Uniti, Germania, Inghilterra, Austria. Si è specializzata in nutrizione e bioterapie (U.S.A.). Da questa esperienza è nato il metodo Naturopatia Oberhammer®.


Simona ha seguito anche un percorso nell'ambito del femminile con una Maestra, Mila Raisse, una donna che proveniva da un'antica tradizione di donne. Questo percorso personale, durato tanti anni, l'ha portata a creare la Via Femminile®.

Gli studi e le ricerche internazionali sono stati la base per l'elaborazione e la creazione di nuovi sistemi e metodi terapeutici. Tra i principali: La Via Femminile®, un percorso per le donne
; Naturopatia Oberhammer®, naturalmente sani, Olosophia®, sistema di intervento olistico; Bionutra®, metodo di alimentazione naturale; Disintox®, metodo di disintossicazione; Eucolon®, metodo di purificazione e rigenerazione intestinale; Olofem®, programma donna; Gymintima®, metodo di ginnastica intima; Codice DeU®, metodo sulle differenze tra universo femminile e maschile; Biotipi Olosophici®, metodo sulle tipologie costituzionali.

È autrice di diversi libri sulle tematiche del benessere, della salute, dell'interiorità e sulla donna, alcuni già editi e altri di prossima pubblicazione. Alcuni titoli sono: Femminile Sconosciuto, La forza delle donne, Ginnastica Intima per donne, Codice DeU: Codice Donna e Uomo, Sygil: Il linguaggio segreto delle mani.

I metodi ideati sono stati inseriti dalla dottoressa Simona Oberhammer allʼinterno di una pluralità di forme espressive: grafica, scrittura, musica, video, disegno, oggettistica e simbologia.

La dottoressa Simona Oberhammer diffonde i suoi metodi con eventi quali conferenze, corsi e workshop organizzati dall'Istituto Olosophico, in Italia e all'estero.

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!

 

Macrolibrarsi Assistenza Chat

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI