Torna su ▲

RICEVI L'OMAGGIO DI OGGI SE ACQUISTI ENTRO: ORE MIN SEC

Avvento 2016
Idee Regalo

Una storia di noci... - Anteprima del libro di...

La prima indimenticabile conversazione tra Amelia Kinkade e uno scoiattolo! Leggi un brano estratto dal libro di Amelia Kinkade "Come parlare con gli Animali e ricevere Risposte"

Una storia di noci... - Anteprima del libro di Amelia Kinkade

Non dimenticherò mai la prima conversazione che ebbi con uno scoiattolo, poco dopo la mia prima introduzione alla comunicazione animale.

Stavo andando ad un appuntamento a Beverly Hills. Parcheggiai in una stradina laterale e iniziai a camminare molto velocemente su un marciapiede riparato da alberi. Sentii uno scoiattolo squittire in uno degli alberi, allora decisi che avrei provato a parlargli. Mi fermai, rilassai il mio corpo e feci un respiro profondo per liberare la mente.

Entrai nel silenzio, ma non a lungo. Sentii le parole nella mia mente: “Ehi signora! Hai delle noci?”

Aprendo gli occhi, vidi il piccoletto che scivolava lungo il tronco dell’albero. Mi guardava contento.

“No, non ne ho.” gli risposi.

“Perché no?” mi chiese impaziente. Ero senza parole.

Imbarazzata, risposi: “Beh, non ne ho.”

“Perché non ne vai a prendere qualcuna?” mi chiese come se fossi completamente scema.

Dissi senza pensare: “Non ne ho in macchina.” Perché, in effetti, spesso me ne porto dietro per sgranocchiarle in caso di cali di zucchero, o per darle da mangiare agli scoiattoli che incontro.

Insistette, cercando di nascondere la propria irritazione: “Perché non ne vai a prendere un po’ per me?”

Con questo mi lanciò un’immagine. Era il concetto che uno scoiattolo ha dei supermercati, se non che è un grande magazzino pieno di noci. Gli altri prodotti venduti all’interno sono solo incidenti di percorso - il cibo degli umani vale meno di niente - ma questo piccoletto sapeva che esistono grandi capannoni dove le persone conservano le noci!

Mi trasmise l’impressione che le persone prendono le noci da questi negozi di noci solamente per darle da mangiare agli scoiattoli, e sapeva che senza ombra di dubbio io avrei avuto accesso ad una fornitura illimitata di noci. Non aveva alcuna concezione del denaro, quindi avrei dovuto avere la possibilità di dargli tutte le noci che volesse; e non aveva alcuna concezione di cos’altro avrei potuto fare oltre a nutrirlo, quindi non vedeva alcuna ragione per cui io non dovessi immediatamente correre al negozio e andare e prendere le sue noci.

Poi mi mandò un’immagine di un sacchetto di plastica pieno di noci col guscio. Mi mostrò l’immagine da vicino per farmi vedere che tipo di noci volesse. La richiesta era per delle mandorle.

Erano un sacco di informazioni da ricevere in un microsecondo, ma da allora ho realizzato che è il modo in cui accade ogni volta.

L’informazione è veloce come un lampo, e ci sono spesso più immagini da cercare di decifrare. All’epoca, però, ero stupefatta e sbigottita.

“Conosci i supermercati?!” gli chiesi.

“Certo! Perché non mi vai a prendere un po’ di noci?” Ti aspetto qui. Mi rispose.

Il suo ragionamento era impeccabile. Trovai difficile discutere.

“Non posso. Devo fare qualcos’altro.”

Cominciò a spazientirsi con me. “Sbrigati e finisci, poi prendimi le noci. Aspetto qui” Era appeso a testa in giù al tronco a livello dei miei occhi e mi guardava dall’alto in basso.

“Ma... Ma... Il mio appuntamento durerà più di un’ora. Sarai ancora qui quando ritorno?” piagnucolai.

“Non ho tutto il giorno da perdere, sai?” Sbraitò. Immagino che non ne potesse più, perché lo sentii dire con derisione, “Idiota!” mentre risaliva lungo il tronco dell’albero.

Uscendo dal mio incontro, controllai l’albero per vedere se era ancora lì, ma se ne era andato. Mi aveva lasciato perdere.

Doveva avere deciso che anche se ero telepate, non ero una telepate molto brillante. La cosa intelligente da fare sarebbe stata lasciar perdere tutto il resto, e andare a prendergli le sue noci. Tutto il resto era una ridicola perdita di tempo.

Dopo quella conversazione umiliante, ho parlato con centinaia di scoiattoli, anche gli scoiattoli a Central Park a Manhattan, che ti adescano con voci simili a quelle dei tassisti di New York; ma raramente ho avuto una conversazione diversa. Gli chiedo delle loro famiglie, delle loro abitazioni a della salute, ma tutto quello di cui vogliono parlare sono le noci.

Agli scoiattoli non gliene frega un bel niente dei comunicatori con gli animali.
Non sentono il bisogno di parlare con la razza umana.

La maggior parte dei cani e dei gatti dividono le persone in due categorie: persone che possono parlare con gli animali, e persone che non possono parlare con gli animali.

Agli scoiattoli non potrebbe importargli nulla meno di quanto gli importi se riusciate a parlare la loro lingua o meno. Dividono le persone solamente in queste categorie: persone che hanno delle noci, e persone che non hanno delle noci.

Lettore, fai attenzione! So cosa stai pensando!

E no, le persone che sono pazze [ndt in inglese nuts riferito alle persone significa che sono pazze] non sono una di queste due opzioni.

 

Amelia KinkadeTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Amelia Kinkade

Amelia Kinkade è una star del cinema americano che ha dedicato la sua vita al benessere degli animali. Poco dopo il suo ruolo da protagonista ne "La notte dei demoni", Amelia ha scoperto la sua sorprendente capacità di entrare nelle menti degli animali. Rinomata a livello internazionale come comunicatrice con gli animali, autrice e speaker, ha pubblicato tre libri attraverso i quali spiega alle persone come imparare a comunicare con gli animali. I clienti di Amelia sono star del rock come Pink, Duffy e Sophie B. Hawkins, star del cinema come Demi Moore, Ashton Kutcher, Shirley MacLaine e Amy Smart, star della televisione come Barbara Walters, Leeza Gibbons, Kelsey Grammer; superstar letterarie come il dottor Bernie Siegel, Arielle Ford, Lynn Andrews e Alan Cohen, la Regina Elisabetta e il Principe Carlo, e persino astronauti come il Dr. Edgar Mitchell. 

Collabora con diverse associazioni e organizzazioni per i diritti degli animali in tutto il mondo, tra cui Dame Daphne Sheldrick ed i suoi elefanti orfani a Nairobi, Linda Tucker e i suoi leoni bianchi in Africa, Lesley Rochat e i grandi squali bianchi a Cape Town, e SANCOOB in Africa che salva pinguini orfani. Hanno parlato di lei New York Times, Chicago Tribune, London Sunday News.

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!

Articoli correlatiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Parlare con gli Animali - Libro

E ricevere risposte

Amelia Kinkade

(5)
€ 17,85 € 21,00 (-15%)
Disponibilità: Immediata

Libro - Eifis Editore - Marzo 2014 - Animali non bestie

Parlare con gli animali, per molte persone è un sogno irrealizzabile. Per Amelia Kinkade è possibile e normale: scopri come! In questo libro, Amelia Kinkade condivide il suo programma pratico che ha aiutato centinaia di... scheda dettagliata

Possiamo aiutarti?

assistenza clienti

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI