Torna su ▲

Una medicina intuitiva e di buon senso - Estratto...

L’applicazione della medicina tradizionale cinese ai problemi del fegato. Leggi in anteprima il capitolo 4 del libro di Roberto Marrocchesi "I Rimedi Naturali per Depurare e Curare il Fegato"

Una medicina intuitiva e di buon senso - Estratto da "Depurare e Curare il Fegato" di R. Marrocchesi

LE BASI DI FISIOLOGIA ENERGETICA IN MEDICINA TRADIZIONALE CINESE: I SIGNIFICATI SOTTILI DEL FEGATO

Secondo la MTC (Medicina Tradizionale Cinese) il fegato svolge azioni fondamentali quali l’accumulo del sangue e la circolazione dell’energia Qi in tutto l’organismo.

In MTC esso è l’organizzatore, il capo supremo dell’esercito corporeo con funzioni di ordine e gestione assai complesse e precise.

In pratica è considerato un pianificatore che non può permettersi alcuna gestione caotica.

 
 

FUNZIONI DEL FEGATO

Accumula il sangue

Questo significa assegnare quantità di sangue diverse a seconda del bisogno del momento e in particolar modo ciò riguarda i muscoli, mentre il sangue a riposo tende ad accumularsi nel fegato stesso.

Se la funzione nutritiva muscolare è inadeguata o insufficiente, si ha la stanchezza e una eventuale maggiore aggressività nel corpo da parte dei patogeni esterni. Il fegato, inoltre, regola il sangue mestruale, per cui sue alterazioni in senso di “vuoto” causano ritardi o amenorree con possibili sterilità, mentre eccessi di calore o ristagni producono emorragie o coaguli.

Le ripercussioni poi procedono a influenzare il grado di umidità oculare e della pelle, con possibili malattie cutanee come psoriasi ed eczemi.

Fa fluire liberamente l’energia Qi

Ciò significa che interagisce con le emozioni (calma/ agitazione, pazienza/rabbia) la digestione e la biochimica, la secrezione biliare.

Frustrazione e rabbia danneggiano il fegato e provocano sintomi fisici come gonfiori di pancia, nodi in gola, al petto, depressione ecc. Ad esempio, la rabbia epatica fa salire il Qi e ristagna nel petto, con accumulo di sangue nero nel torace.

Se troppo tonico e in pienezza, il fegato potrebbe ostacolare le funzioni di stomaco e milza-pancreas, contribuendo a una vera azione inibitoria.

Umidifica i tendini

Una dose adeguata di sangue umetta tendini e articolazioni, mentre se è scarsa si avranno crampi, contrazioni, tremiti o spasmi.

Nutre le unghie

Se ben nutrite le unghie sono lustre e vitali. Se il fegato invece è in secchezza esse si spezzano e sono irregolari. Ciò è utile per una auto-valutazione diagnostica, con particolare riferimento a quelle delle dita dei piedi e dell’alluce su tutte!

Ha una “finestra esterna” negli occhi

Una pienezza energetica di fegato e di sangue provoca occhi lustri e brillanti. Infatti, praticamente tutte le patologie oculari originano da problematiche del fegato.

In MTC si considerano queste situazioni:

  • occhi arrossati = Calore di Fegato e
  • occhi agitati, tremuli, instabili = Vento di Fegato.
È sede dell’anima imponderabile (Hun)

Questo è un concetto squisitamente cinese. Lo Hun si radica nel fegato per lasciarlo “verso l’alto” dopo la morte, e ci dona l’abilità di fissare dei punti fermi nella vita, degli obiettivi ordinati nel tempo. Ovvio che una certa instabilità emotiva indichi il distacco almeno parziale di Hun da noi stessi e dal suo guardiano, il fegato appunto.

Altre definizioni epatiche classiche

Il fegato dona risolutezza, coraggio e ordine programmatico nella vita. Il suo Qi ascende, va verso l’alto e regola la crescita infantile, ma se disancorato o eccessivo scalda la testa e gli occhi provocando rabbia e impazienza, con arrossamento oculare marcato, parimenti con voce alterata, rabbia ecc.

L’espressione “mi va il sangue alla testa” è quanto mai scientificamente esatta, per le sindromi del fegato.

Come pianificatore e regolatore, esso fa da freno agli eccessi di ogni tipo, detesta gli estremi e teme il Vento (inteso Esterno, come clima ventoso, ma pure Interno, come movimento eccessivo, tetania o spasmo convulso). Esso governa inoltre il lato sinistro di lingua o testa (cefalee) mentre la cistifellea comanda quello destro. Vediamo quindi alcune funzioni anche di questo organo fortemente correlato al fegato.

FUNZIONI DELLA CISTIFELLEA

La vescicola biliare è un viscere cavo, come stomaco, intestini e vescica urinaria, ed è il viscere complementare all’organo del fegato, nella loggia o fase detta Legno, o meglio Albero (vedi Figura 1).

Al contrario degli altri visceri, essa non riceve cibi né comunica con l’esterno, ma è nota per la secrezione di bile, e in MTC è definita l’“ufficiale delle decisioni”. Essa, inoltre, controlla i tendini.

La cistifellea soffre di ristagni se il fegato non svolge bene la sua funzione.

Per di più, il suo corretto funzionamento è importante per prendere l’iniziativa dato che dona coraggio e intraprendenza. Se va in “vuoto” causa timidezza e indecisione, e provoca risvegli troppo mattutini.

RAPPORTI TRA FEGATO E ALTRI ORGANI O VISCERI

Fegato e cuore

Il rapporto avviene per via del sangue che in MTC è un fluido vitale dotato di energia yin, e non solo il tessuto fluido rosso fatto di plasma e corpuscoli conosciuto in medicina moderna. Se questo è in “vuoto” (ovvero in situazione di insufficienza, scarsità, poca forza ecc.) rende entrambi gli organi poco efficaci, con sintomi quali vertigini ecc.

Si ricordi che, nel sistema dei cinque sensi e cinque movimenti (che si riassume per brevità con il concetto cinese di Wu Xing o cinque fasi o logge), il fegato è la “madre” del cuore, per cui si avrà una situazione di non nutrimento cardiaco e quindi di scarsa vitalità.

Fegato e polmoni

Un fegato lento e stagnante riempie di energia statica il polmone, che non fa discendere la sua energia. In questo caso si ha tosse e cattiva respirazione. In Wu Xing, Metallo (Polmoni) dovrebbe controllare Legno, ma non lo fa e ne viene “disprezzato”. Per questo il Polmone si “innalza” e agita con dispnea affanno e tosse.

Fegato e milza-pancreas

Questo rapporto è molto stretto e immediato. Se il Legno inibisce troppo la Terra, il trasporto dei nutrimenti della milza non avviene e si ha gonfiore, dolore epigastrico e diarrea. Si può dire che ogni ristagno, gonfiore, deposito, prolasso ecc., presenti nel corpo abbiano origine dalla milza-pancreas, ma quasi sempre per un rapporto improprio col fegato che può, se troppo “carico”, avere su di essi un’azione inibente, oppressiva.

Fegato e reni

I reni producono midollo, che produrrà sangue. L’essenza (Jing) del rene, se debole, nuoce al fegato sempre attraverso il sangue. Il rene dona al fegato una energia yin impagabile per smorzarne gli eccessi di “calore” yang, il quale salirebbe in alto dando così occhi arrossati, mal di testa, bocca secca, rabbia diffusa, acufeni ecc.

 

Roberto MarrocchesiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Roberto Marrocchesi

Roberto Marrocchesi (Torino, 1951), laureato in Farmacia, naturopata e nutrizionista, è consulente e insegnante di macrobiotica e di feng shui (geo-manzia cinese) dal 1979.

Ha studiato negli USA e in Giappone e opera in sva­riati centri culturali e scuole italiane ed europee.

 

Articoli correlatiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

I Rimedi Naturali per Depurare e Curare il Fegato - Libro

Roberto Marrocchesi

(9)
€ 5,02 € 5,90 (-15%)
Disponibilità: Immediata

Libro - Macro Edizioni - Febbraio 2015 - Medicina naturale

Il fegato è uno degli organi più importanti del corpo umano. Ma è anche uno di quelli più delicati e che si ammalano più facilmente. Soffri di gonfiore addominale, sudorazione eccessiva, ipertensione, affaticamento,... scheda dettagliata

 

Macrolibrarsi Assistenza Chat

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI