Torna su ▲

Una Cucina emancipata attraverso lo Yoga

Marianna Cappelletti ha creato un percorso di crescita e consapevolezza che ha invaso ogni aspetto della vita, trasformando in modo radicale anche la sua cucina..

Una Cucina emancipata attraverso lo Yoga

Sono nata a Roma e vissuta a Londra gli scorsi 15 anni della mia vita. Da maggio è di nuovo cambiato lo scenario. Ora vivo in una casa gialla in mezzo ai campi del parco del Ticino, a 10 minuti di bicicletta dal centro storico di Pavia. Sono un'insegnante di yoga e autrice di un libro in lingua inglese di cucina naturale etica: The Emancipated Kitchen.

Ho iniziato a praticare yoga circa 20 anni fa. Gentilmente ma inesorabilmente lo yoga si è fatto strada nella mia vita come un'autentica rivoluzione, rimodellando e spesso falciando tanti aspetti di me stessa che non mi appartenevano più.

Chi pratica lo yoga sa che con il tempo questo avviene. L'attenzione che poniamo all'interno di noi stessi dirada la nebbia della nostra coscienza e semplicemente non ci consente più di dare per scontati tanti comportamenti, automatismi e abitudini che prima rappresentavano la nostra vita. Alla base di tutto si fa strada l'alchimia derivata dall'attenzione. E la magia è compiuta! Poteva tutto ciò non scalfire le mie abitudini alimentari?

Ho sempre amato cucinare e gustare le pietanze. Da mia madre mi proviene un'antica tradizione familiare fatta di dedizione e passione culinaria. Oggi tutto questo ha preso una nuova forma, il mio modo di pensare al cibo si è rigenerato e rivificato proprio attraverso la cucina vegana. Mi sono entusiasmata studiando l'approccio macrobiotico e da lì un impulso cosciente e creativo continua a spingermi ogni giorno a ricercare percorsi di gusto etici e ribelli, rispettosi e seducenti... che conducano a un benessere olistico consapevole. 

Malloreddus di farro al tofu e carciofi

Una ricetta quasi tradizionale che mette insieme una pasta regionale antica, i carciofi e il tofu: un ingrediente meraviglioso che ancora in troppi non conoscono davvero

Difficoltà media
Preparazione 40 minuti

Ingredienti per 4 persone

  • 350 g di malloreddus di farro integrale
  • 150 g di tofu
  • 4 carciofi grandi
  • 3 spicchi di aglio
  • 1 peperoncino piccante
  • olio extravergine di oliva
  • olio di germe di mais
  • sale

Preparazione

Preparate i carciofi, affettandoli finemente, quindi metteteli a bagno in acqua e limone.

In una padellina antiaderente sbriciolate il tofu, insaporitelo con un pizzico di sale, friggetelo in un po' di olio di germe di mais e mettetelo da parte su della carta assorbente.

Scolate bene i carciofi e friggeteli a parte in olio extravergine di oliva, insaporendoli solo con un po' di sale. Toglieteli dal fuoco quando saranno dorati.

Preparate un tegame con altro olio extra vergine di oliva e aglio e peperoncino tritati. Fate soffriggere un paio di minuti.

Lessate i malloreddus, versateli nel tegame e aggiungete il tofu ed i carciofi messi da parte. Insaporite a fuoco vivo qualche secondo e servite i piatti ben caldi.

Articolo tratto da Vegan Italy - n.8

 

Vegan ItalyTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Il più completo e autorevole mensile di cultura, alimentazione e lifestyle vegani.

Vegan Italy

La rivista contiene veg-news dal mondo, rubriche curate dalle voci più significative del mondo della medicina e della filosofia, interviste inedite ai personaggi più rappresentativi del mondo veg, report aggiornati dalle principali città italiane ed estere, ma soprattutto tantissime ricette illustrate dagli chef e dalle foodblogger più apprezzati.

Ogni mese con Vegan Italy scoprirai le implicazioni di una visione e di uno stile di vita vegan. Conoscerai una comunità appassionata, in cui trovare tanti amici che costruiscono, giorno dopo giorno, un mondo migliore. 

Vegan Italy si rivolge anche a chi non è vegan, ma considera importante vivere in salute e nel rispetto di ogni forma di vita. Con Vegan Italy vivere cruelty-free sarà più facile e piacevole di quanto tu possa pensare.