Torna su ▲

Un'opera necessaria - Estratto dal libro "Edward...

Leggi in anteprima l'introduzione alla raccolta delle più importanti opere del dottor Bach da parte della curatrice Susanna Sorgato

Un'opera necessaria - Estratto dal libro "Edward Bach - Raccolta"

Da quando ho iniziato a studiare i Fiori di Bach tutti gli insegnanti che ho incontrato suggerivano a chi conosceva l'inglese di leggere i testi principali di Edward Bach in lingua originale. Da qui è nata l'idea di unirli in un'unica raccolta con la traduzione italiana a lato al fine di permettere al lettore di cogliere le sfumature della lingua nella quale sono stati scritti quasi un secolo fa.

Nel libro sono stati riuniti Guarisci te stesso, Voi soffrite a causa vostra, Libera te stesso, Le conferenze di Wallingford, I dodici guaritori e altri rimedi, che sono gli scritti più importanti per comprendere e conoscere il lavoro del medico scopritore degli omonimi Fiori.

Il Dottor Bach scrisse Guarisci te stesso nel 1930. In questo manoscritto esprime tutta la profonda conoscenza della natura umana, spiega l'origine della malattia e i principi del nuovo metodo, ci insegna come seguire il nostro intuito, guida per vivere in buona salute, con gioia e in modo completo. Nel libro, il Dottor Bach espone brevemente il motivo per cui le varie parti del fisico vengono colpite dalla malattia ma sempre riporta il lettore alla comprensione che ciò che conta è solo ed esclusivamente l'emozione e non lo stato fisico della persona, considerandola l'unica indicazione da seguire per la scelta dei rimedi. Presentò il manoscritto a più editori ma nessuno lo volle pubblicare e solo nel febbraio del 1931 fu edito.

Nello stesso periodo fece un discorso alla Società Omeopatica di Southport intitolato Voi soffrite a causa vostra, dove parla dell'omeopatia di Hahnemann definendola la base della medicina di domani da cui partire e descrive ai colleghi la sua visione del medico e dell'ospedale del futuro.

Il terzo libro di questa raccolta è Libera te stesso. Il Dottor Bach lo scrisse a Londra, nel 1932, seduto all'ombra degli alberi di Regen's Park dove cercava di sfuggire al rumore del traffico cittadino. Ci spiega come imparare ad ascoltare noi stessi e a fidarci del nostro intuito e, come, seguendo i nostri desideri, le nostre aspirazioni e le nostre idee, diventare "il capitano della nostra nave". Nel libro elenca anche le "erbe curative" e le qualità di ognuno dei rimedi fino ad allora scoperti, poi modificate in pubblicazioni successive.

Le conferenze di Wallingford sono invece i due discorsi tenuti dal Dottor Bach proprio a Wallingford presso la Masonic Hall a Goldsmiths Lane, il 24 settembre 1936, giorno del suo cinquantesimo compleanno. Il primo discorso fu aperto al pubblico mentre il secondo era indirizzato esclusivamente ai membri della Loggia Massonica di cui faceva parte quando abitava a Londra.

Lo stesso giorno pubblicò anche I dodici guaritori e altri rimedi ultima di una serie di edizioni iniziate nel 1933 con I dodici guaritori. Sempre nel 1933 il Dottor Bach aggiunse la descrizione di quattro nuovi rimedi che aveva trovato, pubblicando I dodici guaritori e i quattro aiutanti. Un anno più tardi, nel giugno del 1934, ne inserì altri tre alla nuova edizione intitolandola I dodici guaritori e i sette aiutanti. Infine nel 1935, dopo aver scoperto tutti i 38 rimedi, il Dottor Bach, una volta compreso che tutti sarebbero stati in grado di leggerlo con facilità, dichiarò completo il suo metodo.

La pubblicazione del 1936, rispetto alle precedenti edizioni, era completamente differente: in questa il Dottor Bach tolse la distinzione fra guaritori e aiutanti classificando i 38 rimedi in sette categorie.

Una volta terminata la stesura del libro, come anche per le edizioni precedenti il Dottor Bach chiese all'editore di ritirare dal mercato le copie rimaste, egli distrusse tutti gli appunti, le foto e quant'altro fosse stato scritto o fatto precedentemente. Non voleva, infatti, che ci fossero interpretazioni diverse da quello che aveva lasciato. Il suo lavoro fu di semplificare e di rendere fruibile il nuovo metodo a tutti.

L'edizione che viene presentata nel fascicolo allegato a questo libro non è quella del 1936 ma quella del 1941, contenente anche tutte le indicazioni lasciate dal Dottor Bach ai suoi collaboratori a difesa della semplicità del metodo. In poche pagine egli ci lascia le esatte definizioni dei rimedi e il loro uso, affinché ognuno di noi possa diventare "medico di sé stesso".

Ho scelto di stampare I dodici guaritori e altri rimedi in un fascicolo a parte unendo anche i rimedi di emergenza, per rendere facile e semplice l'utilizzo quotidiano dei Rimedi.

Il Dottor Bach infatti soleva ripetere: "Voglio che sia semplice, come dire: ho fame e vado nell'orto a raccogliere un cespo di lattuga, sono spaventato e ammalato prendo una dose di Mimulus".

Edward Bach - Raccolta

Edward Bach - Raccolta

Una raccolta di tre opere fondamentali di Edward Bach edite nello stesso libro, accompagnate dalle conferenze più importanti.

I testi riportano la versione originale inglese affiancata alla traduzione in italiano.

Acquista ora

 

Edward BachTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Edward Bach

Edward Bach visse in Inghilterra dal 1886 al 1936, fu un medico e un noto patologo, immunologo e batteriologo. Le sue scoperte in questi campi risultarono pionieristiche e i rimedi da lui scoperti entrarono nella storia dell'omeopatia. Edward Bach studiò medicina all’Università College Hospital di Londra e lavorò come medico chirurgo all’interno. Lavorò con varie metodologie, tramite una serie di studi di consulenza in Harley Street, come batteriologo e successivamente come patologo sui vaccini e con una serie di rimedi omeopatici noti come i 7 rimedi di Bach.
Nonostante il successo che Edward Bach incontrò con la medicina tradizionale, non si sentiva soddisfatto di come i dottori si concentrassero sulla malattia e ignorassero le persone che ne soffrivano. Il dottor Bach si sentiva ispirato dal suo lavoro con l’omeopatia ma voleva trovare dei rimedi più puri e meno dipendenti dai medicinali. Perciò nel 1930 rinunciò alla sua lucrativa pratica in Harley Street e lasciò Londra, determinato a dedicare il resto della propria vita al nuovo sistema della medicina che era sicuro di poter ritrovare nella natura stessa. Non appena ebbe abbandonato casa, ufficio e lavoro, abbandonò anche i metodi scientifici che aveva utilizzato fino ad ora. Scelse invece di fare affidamento sulle sue doti naturali di guaritore, e usò la sua intuizione come guida. Uno dopo l’altro scoprì i rimedi che voleva, ognuno indirizzato a un particolare stato mentale o emotivo. La vita di Edward Bach seguì un percorso stagionale: primavera ed estate per cercare e preparare i rimedi, l’inverno per fornire aiuto e consigliare chiunque intendesse ricorrervi. Scoprì che quando studiava le personalità e i sentimenti dei suoi pazienti, la loro tristezza e sofferenza fisica sarebbero state alleviate non appena il potenziale curativo naturale nei loro corpi fosse stato sbloccato e in grado di funzionare nuovamente. Nel 1934 Il dott. Bach si spostò a Mont Vernon nell’Oxfordshire. Fu nei sentieri e nei campi circostanti che egli trovò gli altri 19 rimedi di cui necessitava per terminare la serie. Egli sperimentò gli stati emotivi che voleva curare e quindi individuò la singola pianta che era in grado di curarlo. In questo modo, attraverso grandi sofferenze e sacrifici, egli terminò il lavoro della sua vita. Il dott. Bach passò a miglior vita la sera del 27 novembre 1936. Aveva solo 50 anni, ma aveva lasciato dietro di sé molte esperienze di vita e sacrifici, e un sistema di medicina che adesso è utilizzato in tutto il mondo.


Oltre ai testi originali di Edward Bach, potete consultare la nostra collezione di libri sui Rimedi Floreali:

Vedi tutti i testi sui fiori di Bach

 

Da oggi puoi acquistare i Fiori di Bach direttamente su Macrolibrarsi.it

Fiori di Bach Biancarosa

 

 

Speciali dello stesso autore