Torna su ▲
Avvento 2016
Idee Regalo

Tutta la Verità - Estratto dal libro "Guardando...

Leggi in anteprima l'introduzione del libro di Serenella Milesi e scopri cosa significa cercare la verità e come possiamo fare per trovarla

Tutta la Verità - Estratto dal libro "Guardando al di là di Maya"

"Giuro di dire la Verità, tutta la Verità, nient'altro che la Verità, dica lo Giurò!".

Quando sentiamo questa asserzione ci fa sempre un certo effetto, perché, istintivamente, comprendiamo l'importanza fondamentale delle parole pronunciate. Ci sentiamo chiamati in causa. Ci viene chiesto di non mentire.

Ma cos'è veramente la Verità?

In carcere ci sono stati e ci sono ancora uomini innocenti condannati in base a delle 'verità' giurate da altri uomini, ma spesso, questi fatti non ci toccano perché non ne siamo coinvolti.

Allora, proviamo a soffermarci sulla nostra quotidianità, a quante volte abbiamo o abbiamo avuto la 'pretesa' di far passare come verità un semplice nostro punto di vista, senza considerare a 'fondo' quanto questo atteggiamento possa aver influito sulla vita altrui.

Per questa ragione, dovremmo, davvero, fare uno sforzo per capire 'veramente' di cosa stiamo parlando quando argomentiamo sulla Verità.

È evidente che quando si è immersi nel proprio Gioco non si potrà mai vedere la partita con l'obiettività di un osservatore estraneo alla stessa.

Perciò, fino a quando saremo immersi nel Gioco della vita quotidiana, difficilmente avremo la possibilità di osservare la verità a 360 gradi. Sarebbe come pretendere di avere lo stesso panorama visto da 3.000 metri, semplicemente restando seduti ai piedi della montagna.

Nella nostra quotidianità veniamo in contatto con molte verità, che hanno tutte una loro funzione, ma dovremmo prendere coscienza che sono verità parziali, espresse a livelli diversi, proprio perché non sono altro che l'espressione di una conoscenza e conseguente esperienza che la persona ha raccolto lungo un certo percorso.

Facciamo un breve esempio: quattro individui si ritrovano seduti in una carrozza del treno, ciascuno con il proprio biglietto prepagato e destinazione già decisa.

Cominciano a parlare dei loro viaggi e scoprono di essere stati tutti a Parigi. Ognuno di essi racconta le sensazioni che quella città ha dato loro.

Uno di essi, amante dell'arte, comincia a descrivere le piazze, i vicoli, i musei, e descrive con profusione di parole le emozioni che ha provato nell'ammirarne quelle bellezze.

L'altro, ricercatore dei luoghi sacri, parla della magnificenza unica delle innumerevoli chiese e cattedrali che risplendevano sotto il sole primaverile che illuminava la grande città, bella come nessun'altra.

Un altro, amante della vita notturna, descrive il movimento e la vita di tutti i locali e gli spettacoli più alla moda.

E infine, il quarto, che vi si era recato per il fine settimana con la famiglia, racconta dei parchi giochi, dove aveva trascorso la maggior parte del tempo, della visita a Versailles, luogo stupendo che raccontava delle vecchie glorie dei reali francesi, e molto adatto alle passeggiate famigliari.

Questo dimostra che, tutti loro erano andati nella stessa città, Parigi, ma ognuno di essi ne aveva avuto una percezione diversa.

La differenza di percezione era dovuta semplicemente al fatto che ognuno di loro aveva vissuto la città secondo le proprie predisposizioni; e nel momento che raccontavano 'Parigi' usavano il proprio metro di giudizio. Ed è forse questa la Verità? Parigi è una città cosmopolita, ce n'è per tutti i gusti e per tutte le età.

Siamo tutti consapevoli che, per conoscere un luogo, bisognerebbe viverci a lungo, ma anche dopo anni, chi può dire com'è veramente, se non ciò che si è sperimentato sulla propria pelle?

Questo vale anche per la ricerca della propria verità. Visto da fuori, ci pare ovvio, ma immaginiamoci di essere spettatori di una partita a carte e volere intervenire nel gioco altrui.

Provate a immaginare che reazione potrebbe avere il giocatore impegnato nella propria partita, convinto di avere le carte giuste in mano per vincerla, se vi permetteste di intervenire per suggerirgli un gioco diverso da come lui se l'è costruito?

Siamo tutti consapevoli che più si acquisisce una certa conoscenza più ci si accorge di quanto poco si conosca, mentre al contrario, meno uno conosce più è convinto di sapere tutto, e quel che è peggio, nella sua ignoranza ha la pretesa di insegnare ad altri... i propri limiti.

Molti grandi Maestri hanno insegnato le verità alla base della vita stessa attraverso aneddoti o storielle di facile comprensione, non perché gli ascoltatori fossero sottovalutati, ma perché quando un piatto è sostanzioso, si digerisce meglio se servito con un po' di acqua frizzante.

Così, che i quattro occasionali compagni di viaggio, avevano impiegato il tempo del tragitto condividendo il proprio punto di vista e le emozioni che una città come Parigi aveva loro suscitato, avevano fatto sì che, ognuno alla propria fermata, era sceso un po' più ricco di quando era salito.

Il nostro incontro lungo queste pagine ha lo stesso scopo, con una piccola differenza: io racconto delle cose, voi le leggete, ma in qualche modo si muovono e si intersecano le energie sottili dei nostri pensieri; mi auguro che alla fine saremo tutti un po' più ricchi di gioia di vivere.

Questo libro non ha la pretesa di insegnare qualcosa a qualcuno, ma semplicemente dare alcuni spunti di riflessioni che possono rivelarsi utili, soprattutto visto che chi me le ha ispirate è il Maestro che mi ha aperto la porta della ricerca sulla Verità: Sathya Sai Babà.

 

Guardando Al di Là di Maya

Guardando Al di Là di Maya

Qual è la verità? Il sogno di giorno lo possiamo equivalere al sogno notturno? Le emozioni che si provano sono le stesse.

Solo il risveglio ci può dare la risposta che cerchiamo.

La ricerca della verità nasce dal nostro desiderio inconscio di conoscere chi siamo. Immortali e capaci di operare qualsiasi trasformazione, siamo in grado di comprendere ogni Mistero, ma è proprio per questa ragione e questo bisogno che, a volte, imbocchiamo strade che ci sembrano più percorribili e alla nostra portata, convinti che ci porteranno prima alla soluzione desiderata.

Ma non è così.

Acquista ora

 

Serenella MilesiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Serenella Milesi, autrice di libri molto apprezzati quali: 'Per Amore, con amore" e "Scintille di Luce", dopo anni dedicati allo studio degli insegnamenti di Sathya Sai Baba, e dopo aver condotto per oltre una decina d'anni Circoli di Studio su tali argomenti, dopo aver fondato insieme al marito Alessandro, la Casa editrice ononima, ha iniziato una serie di libri monotematici che affrontano temi d'interesse generale.

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!